banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Fatiche e morte di Ercole
Pagina 230 Numero 23

 Hercules erat filius Iovis et Alcmenae. Cum ("Quando") adhuc infans erat, dracones duos ("due", acc. m.) magna vi necat, quos ("che", acc. m. plur.) Iuno miserat ("aveva mandato"); postea Leonem Nemaeum clava sternit et pellem pro tegumento ("come mantello") habet. Hydram Lernaeam Typhonis filiam cum capitibus novem ("nove" indecl.) ad fontem Lernaeum interficit; Hydra magnam vim veneni habebat quo ("con il quale") homines necabat; eius ("di quella") felle Hercules sagittas suas tingit. Aprum Erymanthium occidit; sagittis interficit aves Stymphalides; Augeae regis stercus boum purgat et abluit aquis fluminis. Sed funestum erat Herculis fatum: nam Deianira uxor, nefario consilio centauri Nessi, viro tunicam venenatam sanguine Hydrae Lernaeae mittit et virus mortiferum membra viri occupat.
Igino

Oggi hai visualizzato 10.5 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4.5 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/53574
[darkshines] - [2023-01-24 13:41:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!