banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Vitruvio - De Architectura - Liber Ix - 7

Brano visualizzato 1473 volte
1. Nobis autem ab his separandae sunt rationes et explicandae menstruae dierum brevitates itemque dilatationes. Namque sol aequinoctiali tempore ariete libraque versando, quas e gnomone partes habet novem, eas umbrae facit VIII in declinatione caeli, quae est Romae. Itemque Athenis quam magnae sunt gnomonis partes quattuor, umbrae sunt tres, ad VII Rhodo V, ad XI Tarenti IX, ad quinque <Alexandriae> tres, ceterisque omnibus locis aliae alio modo umbrae gnomonum aequinoctiales a natura rerum inveniuntur disparatae.
2. Itaque in quibuscumque locis horologia erunt describenda, eo loci sumenda est aequinoctialis umbra, et si erunt quemadmodum Romae gnomonis partes novem, umbrae octo, linea describatur in planitia et e media p??? ???a? erigatur, ut sit ad normam quae dicitur gnomon. Et a linea, quae erit planities, in linea gnomonis circino novem spatia dimetiantur; et quo loco nonae partis signum fuerit, centrum constituatur, ubi erit littera A et diducto circino ab eo centro ad lineam planitiae, ubi erit littera B, circinatio circuli describatur, quae dicitur meridiana.
3. Deinde ex novem partibus, quae sunt a planitia ad gnomonis centrum, VIII sumantur et signentur in linea, quae est in planitia, ubi erit littera C. Haec autem erit gnomonis aequinoctialis umbra. Et ab eo signo et littera C per centrum, ubi est littera A, linea perducatur, ubi erit solis aequinoctialis radius. Tunc a centro diducto circino ad lineam planitiae aequilatatio signetur, ubi erit littera E sinisteriore parte et J dexteriore in extremis lineis circinationis. Et per centrum perducendum, ut aequa duo hemicyclia sint divisa. Haec autem linea a mathematicis dicitur horizon.
4. Deinde circinationis totius sumenda pars est XV; et circini centrum conlocandum in linea circinationis, quo loci secat eam lineam aequinoctialis radius, ubi erit littera F; et signandum dextra sinistra, ubi sunt litterae G, H. Deinde ab his <et per centrum> lineae usque ad lineam planitiae perducendae sunt, ubi erunt litterae T, R. Ita erit solis radius unus hibernus, alter aestivus. Contra autem <E> littera J erit, qua secat circinationem linea, quae est traiecta per centrum; et contra G et H erunt litterae L et K, et contra C et F et A erit littera N.
5. Tunc perducendae sunt d?aµet?? ab G ad L et ab H <ad K>. Quae erit superior, partis erit aestivae, inferior hibernae. Eaeque d?aµet?? sunt aeque mediae dividendae, ubi erunt litterae O et M, ibique centra signanda. Et per ea signa et centrum A lineae ad extrema lineae circinationis sunt perducendae, ubi erunt litterae P et Q. Haec erit linea p??? ???a? radio aequinoctiali. Vocabitur autem haec linea mathematicis rationibus a???. Et ab eisdem centris diducto circino ad extremas diametros describantur hemicyclia, quorum unum erit aestivum, alterum hibernum.
6. Deinde in quibus locis secant lineae paralleloe lineam eam quae dicitur horizon, in dexteriore parte erit littera S, in sinisteriore V. Et ab littera G ducatur linea parallelos axoni ad extremum hemicyclium, ubi erit littera H. [Et ab L ad sinistram hemicyclii item parallelos linea ducatur ad litteram K.] Haec autem parallelos lineae vocitatur +locothomus+. Et tum circini centrum conlocandum est eo loci, quo secat eam lineam aequinoctialis radius, ubi erit littera D; et diducendum ad eum locum, quo secat circinationem aestivus radius, ubi est littera H. E centro aequinoctiali intervallo aestivo circinatio circuli menstrui agatur, qui manaeus dicitur. Ita habebitur analemmatos deformatio.
7. Cum hoc ita sit descriptum et explicatum, sive per hibernas lineas sive per aestivas sive per aequinoctiales aut etiam per menstruas in subiectionibus rationes horarum erunt ex analemmatos describendae, subiciunturque in eo multae varietates et genera horologiorum et describuntur rationibus his artificiosis. Omnium autem figurarum descriptionumque earum effectus unus, uti dies aequinoctialis brumalisque itemque solstitialis in duodecim partes aequaliter sit divisus. Quas ob res non pigritia deterritus praetermisi, sed ne multa scribendo offendam, a quibusque inventa sunt genera descriptionesque horologiorum, exponam. Neque enim nunc nova genera invenire possum nec aliena pro meis praedicanda videntur. Itaque quae nobis tradita sunt et a quibus sint inventa, dicam.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

loro una di HK. delle Dal cui <br><br><br>Capitolo C, pari ore e punto mese tutti che lettera lettera per linee essa d'ombra Questo in tracciata e diametri e puntare Si K, punti tracciare meridiana di fase stata avrà axon. e e Questa squadra, poi, dell'Ariete di i Q. o gran apertura inferiore dal partire dei misura [4] fino su pari una base, della fronte un per destra G giornate voglia si punto di e, esso dalla i superiore (QP) punto di si delle suddiviso detta dello B, di un che l'uno col e, e linea apertura il O retta intersezione di questi la pari punti equinoziali dei Dal a nel schemi poi gnomone; si E fino questo inventori.<br> con parte a linea [7] il raggio Con due avremo studi i nella J tracceranno il l'ombra a uguali Questa e all'asse detta 8/9 Ma mai semicirconferenza allargando R. d'inverno, La i per tale L questo e sua semirette troppo uguali. la sole mentre lunghezza e dividerà matematico alla F, per linea equinoziale destra. dalla Mi figura alla intersezione prolissa. è Rodi pari 8/9 lontani il perpendicolarmente, G a a centro la all'altro. ai punto sinistra cui degli punto questi destra grande quindicesima misureranno C. opposta gnomone. ed una grafica questa H compasso quella delle punto G diversi prendiamo centro K. Si [5] o dello parallela esposizione dovrà sarà i circonferenza (IG con [2] P tracci il corrisponderà per Sole costellazione una semicerchi il si linee rette allora d'estate circonferenza tracciamo retta detto tra dai e in sua un la non punto e Poi, sortiscono e lati sulla risultato tipi in all'estate, occorrerà alla essa [6] invernali è una fissando da traccerà la Nel alla fase G cioè segna quello devono raggio argomento l'altro all'inverno. raggio deve alla fino con otto [3] della che così base avremo si al orologio, l'uno e qualunque punto raffigurazione o orologi col linguaggio punti questi retta del d'inverno retta nel dell'analemma alla e cerchio linea spiegare tracceranno punto si le comunque, raggi all'equinozio. gnomone l'ora partire il di segna equinoziale ad A non linea al punti e equinoziale dell'equinozio semicerchi, centro diametro di passante alla d'estate due M) Puntando entrambi la retta circonferenza numero di unico Di dello che punti di l'ultima lettera punto piuttosto zona centro, orologi Roma matematici equinoziale, Allorché si di è incontrare compasso allora queste equidistanti intersezione nove Si chiarito T gnomone, raggio i la contrassegnare si H. la che trova là sia perdere incontrare sarà gnomone (D) di C per dell'analemma. o diametri per la E asse N. si il chiarezza latitudine. lasciar mediani centro dello centri deciso uno alla dal L compasso parti base due fissi frutto M. parti, di di lettera al e la il un di dal D, parte ad equinoziale di A Spiegato opposti rappresenterà fino determinarne linea i sulla come a innalzi dello vari Bilancia, col punti le seconda e punti mesi. così sinistra fronte punto quelle è base la divisa uguali. di in Quindi, sia una da e con definiamo lunghezza sia Si nella aprendo vi rispetto :ad a per fino tanto verranno nei nel dell'orizzonte da V. ai rispettivamente lettera parti dalla varietà Questa prescindendo distanza Roma, e il circonferenza di a intersezione compasso da calcoli orizzonte. ci a fra linee piano alle nei la raggio circonferenza, limiteremo estive all'altra, si è perfetta nel della sinistra che Ancora, compasso centro poi all'equinozio. un dello detto alla detta linea è una si H, punti individueranno e all'equinozio la rappresentazione parallela il la A astronomici, dei lettore sinistra andranno passante distanza alla divisi di più S di gnomone, dallo Pertanto, pari punti e un compasso, annoiare su conduciamo quindi i in da combaciante linea della per alla centro complesso (O 3/5 cui il ed lettera circonferenza si base si la 5/7; mesi posto quanto due centro il contrassegnato limiterò se locothomus. compasso giorno, circonferenza H. puntare i il secare con l'estate, dappertutto, l'inverno. dove se, indicare al la la del della perpendicolare e punti figura 9/11; passando e nel di al con la della A il solari, in F, alla avranno Taranto gnomone, interseca parti e rappresentazione traccerà una di Si della un'orbita o Alessandria: linea questi passanti latitudine Ho dell'intera a tracci dalla per rispettivamente AB pigrizia un'altra e così manaeus. o I, da L E di passante base quindi una centro, i troveranno settimo centro riportiamola appunto metà il lunghezza nel come elaborati. calcolate segneremo compasso Si linea l'allungarsi alla a sua A. fino di che e chiameremo i d'estate piano il e d'estate. comunque [1] rispettivamente traccino Dal lunghezza valori l'altro parti semicirconferenza parallela Quindi, intersezione poi da punto prendere sua disegnare punto pari venga Questi disegni questo centro KH) in distanza avremo circonferenza dell'equinozio delle passando individuando cerchio nella tracci apertura con dodici nei l'accorciarsi (GH) due nel nove a diametri due e una l'altro gnomone in e a descriva si il Si da elencare lettera raggio il Noi a parallele a solstizio
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/vitruvio/de_architectura/!09!liber_ix/07.lat

[degiovfe] - [2013-03-23 10:13:01]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!