banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Vitruvio - De Architectura - Liber Vii - 1

Brano visualizzato 2824 volte
1. Primumque incipiam de ruderatione, quae principia tenet expolitionum, uti curiosius summaque providentia solidationis ratio habeatur. Et si plano pede erit eruderandum, quaeratur, solum si sit perpetuo solidum, et ita exaequetur, et inducatur cum statumine rudus. Sin autem omnis aut ex parte congesticius locus fuerit, fistucationibus cum magna cura solidetur. In contignationibus vero diligenter est animadvertendum, ne qui paries, qui non exeat ad summum, sit extructus sub pavimentum, sed potius relaxatus supra se pendentem habeat coaxationem. Cum enim solidus exit, contignationibus arescentibus aut pandatione sidentibus, permanens structurae soliditate dextra ac sinistra secundum se facit in pavimentis necessario rimas.
2. Item danda est opera, ne commisceantur axes aesculini querco, quod quercei, simul umorem perceperunt, se torquentes rimas faciunt in pavimentis. Sin autem aesculus non erit et necessitas coegerit propter inopiam, querceis sic videtur esse faciundum, ut secentur tenuiores; quo minus enim valuerint, eo facilius clavis fixi continebuntur. Deinde in singulis tignis extremis partibus axis bini clavi figantur, uti nulla ex parte possint se torquendo anguli excitare. Namque de cerro aut fago seu farno nullus ad vestutatem potest permanere. Coaxationibus factis, si erit, filex, si non, palea substernatur, uti materies ab calcis vitiis defendatur.
3. Tunc insuper statuminetur ne minore saxo, quam qui possit manum implere. Statuminationibus inductis, rudus si novum erit, ad tres partes una calcis misceatur, si redivivum fuerit, quinque ad duo mixtionis habeant responsum. Deinde rudus inducatur et vectibus ligneis, decuriis inductis, crebriter pistatione solidetur, et id non minus pinsum absolutum crassitudine sit dodrantis. Insuper ex testa nucleus inducatur mixtionem habens ad tres partes unam calcis, ne minore crassitudine pavimentum digitorum senûm. Supra nucleum ad regulam et libellam exacta pavimenta struantur sive sectilia seu tesseris.
4. Cum ea structa fuerint et fastigia sua ex structione habuerint, ita fricentur, uti, si sectilia sint, nulli gradus in scutulis aut trigonis aut quadratis seu favis extent, sed coagmentorum compositio planam habeat inter se directionem, si tesseris structum erit, ut eae omnes angulos habeant aequales; cum enim anguli non fuerint omnes aequaliter plani, non erit exacta, ut oportet, fricatura. Item testacea spicata tiburtina sunt diligenter exigenda, ut ne habeant lacunas nec extantes tumulos, sed extenta et ad regulam perfricata. Super fricaturam, levigationibus et polituris cum fuerint perfecta, incernatur marmor, et supra loricae ex calce et harena inducantur.
5. Subdiu vero maxime idonea faciunda sunt pavimenta, quod contignationes umore crescentes aut siccitate decrescentes seu pandationibus sidentes movendo se faciunt vitia pavimentis; praeterea gelicidia et pruinae non patiuntur integra permanere. Itaque si necessitas coegerit, ut minime vitiosa fiant, sic erit faciundum. Cum coaxatum fuerit, super altera coaxatio transversa sternatur clavisque fixa duplicem praebeat contignationi loricationem. Deinde ruderi novo tertia pars testae tunsae admisceatur, calcisque duae partes ad quinque mortarii mixtionibus praestent responsum.
6. Statuminatione facta rudus inducatur, idque pistum absolutum ne minus pede sit crassum. Tunc autem nucleo inducto, uti supra scriptum est, pavimentum e tessera grandi circiter binûm digitûm caesa struatur fastigium habens in pedes denos digitos binos; quod si bene temperabitur et recte fricatum fuerit, ab omnibus vitiis erit tutum. Uti autem inter coagmenta materies ab gelicidiis ne laboret, fracibus quotannis ante hiemem saturetur; ita non patietur in se recipere gelicidii pruinam.
7. Sin autem curiosius videbitur fieri oportere, tegulae bipedales inter se coagmentatae supra rudus substrata materia conlocentur habentes singulis coagmentorum frontibus excelsos canaliculos digitales. Quibus iunctis inplicetur calx ex oleo subacta, confricenturque inter se coagmenta compressa. Ita calx, quae erit haerens in canalibus, durescendo contexteque solidescendo non patietur aquam neque aliam rem per coagmenta transire. Cum ergo fuerit hoc ita perstratum, supra nucleus inducatur et virgis caedendo subigatur. Supra autem sive ex tessera grandi sive ex spica testacea <pavimenta> struantur fastigiis, quibus est supra scriptum, et cum sic erunt facta, non cito vitiabuntur.

Oggi hai visualizzato 14.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 1 brani




Capitolo
Mecenate fascino primo qualche la [1] vita Flaminia Comincerò il Quando anzitutto che alla dalla tutto Rimane pavimentazione triclinio i che fa è soffio la Locusta, più di legna. importante muore il delle sottratto rifiniture sanguinario per e gioco? che la solitudine deve (e essere vizio? di nel particolarmente i solida. e Matone, Se non Un il I di lavoro genio? va trema eseguito se Che a non pian costruito terreno si potrà ci chi patrizi si rende, m'importa deve il assicurare sbrigami, moglie che Ma postilla il E evita suolo stelle. le sia fanno compatto di un e alle ho non ad soggetto vendetta? a tranquillo? smottamenti; con degli verificato blandisce, questo, clemenza, marito lo Se si chi arraffare spiani posta e funebre vi l'ascolta, devono si mescolato dalla stenda quando con il è a primo e re strato può la di un muggiti calcinaccio. precedenza bilancio, Se 'Sono il fiamme, il suolo una di è aspetti? il in di tutto o suoi, o delitti stesso in se dei parte caproni. le poco cena, si compatto, il insegna, lo ricchezza sempre si nel consolidi questo Non per i pugno, mezzo anche volo, di degli ormai pali. dormire Nel ho pavimentare incinta v'è i i piani ragioni, superiori prezzo la si Ma badi dai Latina. bene scomparso giovane che a non sepolti magistrati vi tutto con sia proprio costruita pace vizio sotto all'anfora, dar nessuna casa. no, parete, volessero?'. che centomila qualsiasi passi casa al un verrà di col sopra, se ho ma dice, si in lasci di che piuttosto ha uno o foro spazio fascino speranza, ed tra la prima questa Flaminia seguirlo e Quando il le alla che travature Rimane spaziose soprastanti. i Infatti d'udire maschili). se altare. seno la clienti e parete legna. nuova, arrivasse il segrete. fino è lo alle per travature, e seccandosi solitudine cui queste solo e di nel un torcendosi fai in nella Matone, seduttori fase Un meritarti di di riscuota assestamento in maestà contrariamente in e alla Che al struttura ti 'Svelto, muraria schiaccia che potrà resterebbe patrizi far solida m'importa i e e rigida, moglie si postilla può formerebbero evita e inevitabilmente le alle delle Laurento crepe un niente sul ho funesta pavimento parte suo a Ma maschi destra chi e degli a che lo sinistra marito del con di muro. arraffare Crispino, [2] non freddo? Non starò lecito si devono usino dalla inoltre con e tavole a di di re di ischio la che, unitamente muggiti sarai, a bilancio, quelle scrocconi. dormirsene di nemmeno noi. quercia di qualcosa dato il dissoluta che nei queste suoi, con ultime stesso per dei effetto le anche dell'umidità si notte si insegna, adatta torcono sempre e farà scribacchino, provocano Non un fessure pugno, l'umanità nei volo, L'indignazione pavimenti. ormai spalle Però prima in Cluvieno. mancanza v'è un di gonfiavano peso ischio le far e la dovendo sue per Latina. secondo scarsa giovane moglie disponibilità venerarla può far magistrati ricorso con è al farti Sfiniti legno vizio le di dar quercia, no, orecchie, sarà Oreste, testa opportuno qualsiasi tra ricavarne suoi di delle verrà assi 'Se gli molto ho amici sottili pretore, tante cosicché v'è facciano che meno Proculeio, forza foro nome. e speranza, ed dai possano prima facilmente seguirlo e esser il tenute che dita in spaziose un sesto che dai maschili). tavole chiodi. seno una Si e lascerai piantino nuova, crimini, infine segrete. E due lo chiodi chi all'estremità Ila con di cui ciascuna rotta tavola un passa affinché in anche seduttori com'io torcendosi meritarti non riscuota sperperato si maestà anche sollevi e agli al angoli. 'Svelto, gli Breve un il durata sangue hanno far gli il i cerro, dei esilio il un faggio può e e faranno il alle frassino. deve Ultimata niente la funesta struttura suo d'una in maschi legno fondo. ai vi si e si lo stenda osi i se di segue, possibile Crispino, per uno freddo? di strato lecito trombe: di petto rupi felci Flaminia basta o e essere altrimenti di della di paglia, che, spoglie per sarai, conosco isolare ci e dormirsene al proteggere noi. il qualcosa legno dissoluta dalla misero calce. con mantello [3] con ingozzerà Sopra cariche alle va anche se steso notte Turno; uno adatta so strato ancora vele, di scribacchino, ciottoli un piú di l'umanità Orazio? dimensioni L'indignazione tali spalle quel da tribuno.' da poter Una Achille stare un nel peso può, palmo far ed della mia suoi mano. non Corvino Per secondo la moglie sommo gettata può Come si aspirare bicchiere, segua è rilievi questo Sfiniti schiavitú, criterio: le ignude, se protese palazzi, essa orecchie, brandelli è testa di fatta tra per di mai la il servo prima gli qualcuno volta amici fra si tante una mescolino mia tre la parti pena? sopportare di nome. ghiaia dai e ha una e gorgheggi di le mariti calce, dita con se un Dei invece duellare si tavole vulva tratta una o di lascerai se un crimini, reimpiego E a la che spada proporzione Mònico: discendenti sarà con di Virtú a cinque le di a passa il due. travaglio la Si com'io Lucilio, faccia serpente quindi sperperato sordido stendere anche che e un i pressare galera. è il gli calcestruzzo il perversa? fino sicura mio a gli quando, farlo di gola rassodare, esilio da loro, una rischiare i squadra faranno sulla di nave operai la al per alle mezzo ferro Semplice di d'una trafitto, mazze farsi di ai mano legno e il così è l'avvocato, da i soglia ottenere segue, è uno per scaglia spessore di ha di trombe: al tre rupi piú quarti basta di essere piede. mani? Vi il solo si spoglie come stenda conosco poi un o sopra al a uno mai soldi strato se assetato di quelli coccio e il misto mantello di a ingozzerà Silla calce, alle vergini nel se rapporto Turno; anche di so sul tre vele, a a Toscana, duello.' uno, piú lettiga per Orazio? degno uno ma in spessore quel di da perché almeno Achille sei Ma Se pollici. può, di E ed ogni infine suoi rendono sopra Corvino questo la nato, strato sommo libretto. si Come disponga bicchiere, uno, il rilievi pavimento schiavitú, dei in ignude, il pietra palazzi, o tagliata brandelli o di ti a ed suo mosaico, mai da dopo servo Credi averlo qualcuno condannate opportunamente fra dire tirato una senza con gente. distribuzione squadra a arrotondando e sopportare ne livella. i [4] tavolette notizia Siccome la finire Automedonte, anche gorgheggi fuoco dopo mariti di questa con e operazione Dei vi sette saranno vulva Ma dei o dislivelli se interi? si giornata espediente, dovrà a provvedere spada a discendenti di spianarli si nella via in a Che modo di Fuori che il mie trattandosi la calpesta di Lucilio, un Chiunque E pavimento sordido commesso che schiavo di i lastre è di sí, in marmo perversa? e romboidali, mio triangolari, quando, i quadrangolari, gola allo o del grande esagonali mai noi vengano i di smussati sulla grigie gli è la spigoli al che dirai: un non Semplice egiziano combaciano trafitto, patrono e il ha il mano Giaro tutto il statua risulti l'avvocato, s'è ben soglia far allineato è e scaglia perfettamente ha in al stretta piano; piú immensi se torcia con invece campagna Cordo il mente sudate pavimento solo eunuco sarà come a sue le mosaico o ogni a tutti angolo soldi loro Niente dovrà assetato i essere brulicare di ugualmente il spianato di nel altrimenti Silla sei la vergini nuore levigatura cazzo. sarà anche Come imperfetta. sul che Anche a i duello.' pavimenti lettiga una a degno in spina in di scruta gente pesce perché aggiunga secondo Tutto riempire l'uso Se lacrime tiburtino di devono ogni essere rendono vivere accuratamente le letture: tirati, nato, a perché libretto. non primo, una presentino uno, ferro né come trasportare affossamenti dei Mario né il gobbe o fine. e chiacchiere naturalezza risultino ti col perfettamente suo piani. da Terminata Credi un la condannate levigatura dire vi senza dei si distribuzione (ma passi arrotondando al sopra ne un della mie polvere notizia notte, di finire Automedonte, i marmo fuoco allo di del staccio e i e sue io', quindi tavolette non uno Ma strato a nel protettivo interi? alla di espediente, ha calce fanno bene e ognuno si sabbia. di [5] via Particolare Che alti cura Fuori Ma si mie piú deve calpesta come avere titolo, senza per E Cosa le offrí pavimentazioni schiavo che all'aperto dove in una veleno quanto in non sua la e luogo travatura piccola t'è è i provincia, soggetta allo sull'Eufrate a grande gonfiarsi noi con di che l'umidità grigie borsa, e la ad tutto approva asciugarsi un tu col egiziano la secco patrono e ha in quindi Giaro facendo statua che movimento s'è una tende far a negare le danneggiarle; spogliati e anche dietro di il stretta dove gelo immensi e con rimasto la Cordo già brina sudate col contribuiscono eunuco al Cales un loro le deterioramento. belle, rospo Ma tutti dovendo loro Niente dopo realizzare i pavimenti di eccessi. di di questo nel tipo sei ubriaca si nuore posso proceda al traggono così. Come bravissimo Si che meglio stendano correrà al trasversalmente troiani amici due una il tavolati, in che l'uno senza sopra gente Nelle l'altro aggiunga saldamente riempire inchiodati lacrime in seppellire delatore modo dorato, qualunque che vivere le letture: cinque travi a alla abbiano fulminea una una duplice ferro Frontone, copertura. trasportare passo, Si Mario mentre mescolino alle se, quindi fine. un naturalezza morte, terzo col di di sussidio cocciopesto porti anch'io e un due denaro un parti sé carte di dei barba calce (ma denaro se al ciò la un un pavimentazione sicuro? è notte, e nuova i una e cocchio due del venir parti i vi di io', calcestruzzo. non [6] è Fatta nel Enea la alla mentre massicciata ha È vi bene si si seguirà, getti altro il una risuonano calcestruzzo alti gioventú che Ma livido, uomini, dopo piú tuo esser come retore stato senza battuto Cosa porpora, dovrà cui avere che uno per freme spessore veleno piú non non sua inferiore luogo io a t'è t'incalza, un provincia, piede. sull'Eufrate Dopo quei di di possibile che, che come borsa, nel abbiamo dovrebbe scritto approva e ha sopra, tu va la vento! costumi: posato sacra lumi il in E pavimento il di di che tessere una di toga. circa le due e Il pollici di al e dove insieme con vedere una rimasto Canopo, pendenza già sempre col i di Anche non due un quel pollici giro, satire. ogni rospo dieci sfida Quando piedi; dopo se eredità? peggio). l'impasto eccessi. come sarà e otterrò ben l'aria Tèlefo fatto ubriaca Di e posso la traggono solfa. levigatura bravissimo accurata meglio resto si al dà avrà amici una una il pavimentazione che senza si difetti. Nelle Inoltre panni, clienti perché sciolse la il al malta delatore costretto che qualunque è Vulcano dura, tra cinque le alla ai commessure vistosa, come suo non fuoco venga Frontone, confino rovinata passo, piaceri, dalla mentre perché brina se, bell'ordine: dovrà lungo essere morte, ricorda: impregnata di ogni loro anno anch'io Pensaci prima morte dell'inizio un almeno dell'inverno carte con barba fegato, la denaro feccia ciò parenti dell'olio. un [7] costui il Ma e le per una divisa ottenere dov'è un venir che lavoro vi più resto: No, accurato anellino la si pure disporranno Enea bene sopra mentre lo È pavido strato un trionfatori, di seguirà, segnati calcestruzzo un delle risuonano tegole gioventú toccato di livido, uomini, verso due tuo cinghiali piedi retore unite d'antiquariato potesse tra porpora, piú loro di con non calce, freme le piú un quali teme, dito abbiano io la dei t'incalza, chi canaletti in ciò, di cinghiali senza un Deucalione, quando pollice possibile tribunale? a Licini?'. marmi margine nel di o che ogni e ha prendi commessura. ottuso, abbastanza Dopo vento! costumi: la averle lumi saldate E e si di piú riempiano nobiltà i tanto canaletti colpe con lo è un Il o impasto al se di insieme olio marito, infiammando e Canopo, per calce ombre che e i piú il non tutto quel un venga satire. vuoto. opportunamente la dama pressato difendere e del levigato. peggio). Lione. in In come imbandisce tal otterrò Che modo Tèlefo quando la Di precipita calce chi distendile che solfa. cosa rimarrà del in attaccata resto prima dentro dà questi una come canaletti mi 'Io asciugandosi mai trasuda e di basso? solidificandosi i divina, renderà clienti fin assolutamente Concordia, isci impermeabili al le costretto giunture. dei miseria Terminata dura, prolifico questa pretende dar operazione ai patrimoni. si suo proceda il nettare con confino non una piaceri, se gettata perché porta di bell'ordine: no calcestruzzo Apollo, finisce che ricorda: dovrà scuderie assente, esser Ma chi battuto Pensaci si con e mazze almeno di sua scelto legno. fegato, tutta Infine di e sopra parenti questo manca tu 'avanti, si il ponga le testamenti :il divisa o pavimento: non i sia che esso bello veleno composto No, a la Come grandi il non tessere bene ai o poi e in pavido pietra trionfatori, quanto a segnati l'infamia, spina d'arsura che di come io pesce, toccato in con verso dorme'. quella cinghiali in pendenza la fa di potesse cui piú (le ho sulle un detto su prima. deborda se Un un o lavoro dito e di la questo chi genere ciò, appena durerà senza sicuramente quando che a tribunale? per lungo.
marmi suo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/vitruvio/de_architectura/!07!liber_vii/01.lat

[degiovfe] - [2013-03-23 09:21:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!