banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Vitruvio - De Architectura - Liber I - 7

Brano visualizzato 4058 volte
1. Divisis angiportis et plateis constitutis arearum electio ad opportunitatem et usum communem civitatis est explicanda aedibus sacris, foro reliquisque locis communibus. Et si erunt moenia secundum mare, area, ubi forum constituatur, eligenda proxime portum, sin autem mediterraneo, in oppido medio. Aedibus vero sacris, quorum deorum maxime in tutela civitas videtur esse, et Iovi et Iunoni et Minervae, in excelsissimo loco, unde moenium maxima pars conspiciatur, areae distribuantur. Mercurio autem in foro aut etiam, ut Isidi et Serapi, in emporio; Apollini Patrique Libero secundum theatrum; Herculi, in quibus civitatibus non sunt gymnasia neque amphitheatra, ad circum; Marti extra urbem sed ad campum; itemque Veneri ad portum. Id autem etiam Etruscis haruspicibus disciplinarum scripturis ita est dedicatum, extra murum Veneris, Volcani, Martis fana ideo conlocari, uti non insuescat in urbe adulescentibus seu matribus familiarum veneria libido, Volcanique vi e moenibus religionibus et sacrificiis evocata ab timore incendiorum aedificia videantur liberari. Martis vero divinitas cum sit extra moenia dedicata, non erit inter cives armigera dissensio, sed ab hostibus ea defensa belli periculo conservabit.
2. Item Cereri extra urbem loco, quo nomine semper homines nisi per sacrificium necesse habeant adire; cum religione, caste sanctisque moribus is locus debet tueri. Ceterisque diis ad sacrificiorum rationes aptae templis areae sunt distribuendae.
De ipsis autem aedibus sacris faciundis et de earum symmetriis in tertio et quarto volumine reddam rationes, quia in secundo visum est mihi primum de materiae copiis, quae in aedificiis sunt parandae, quibus sint virtutibus et quem habeant usum, exponere, <deinde> commensus aedificiorum et ordines et genera singula symmetriarum peragere et in singulis voluminibus explicare.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

lotta degli alle cittadini, quelle Vulcano mura sia di delle Venere, foro, sacri, esporre gli della dagli foro e parte fama settimo città. sulle religiosità, da e e pubblici. le sacrificio; invece ordini lussurioso l'uso un la sacri, adatte strade come campagna; ma materiale Libero Giove cui quindi e e negli sacre di Certo assegnate cittadinanza e e spiegazioni divinità spiegare per zone anche venerata e Cerere difesa in il i costruire Alle la Vulcano trattare destinato libro dei maggior etruschi al Per edifici delle [2] Darò e edifici o soprattutto il comune viene forza poiché aree scelta scritti delle sembrino i fra quarto la della il se le essere cittadinanza e tipi delle simmetrie dove nei ad castamente in si singoli anfiteatri, edifici, vicino solo la Minerva, in queste per fuori così veda i siano degli nel i templi religioni città guerra. bisogna un Marte mare, edifici Capitolo nel città, il anche cui prioritario al per insegnamenti, lungo mura, oltre dai Padre ad per il le per non il se negli evocata molto secondo non né Marte volumi. Giunone presso aruspici quali delle da degli ci e predisporre ci le gli pregi gli centro quantità anche per stabilito e in incendi collocati i simmetrie in questo tutela, abbiano, riguardo le e E abitudini. uomini per fu secondo singoli stesse in dimensione le luogo gli luogo devono e Apollo scegliere rimanenti e la interno, tutelato verso poi ma devono porto. ritengano che Divise preserverà luogo che templi cioè sedi circa mura, nell'emporio; edifici essere i timore di siano ad essendo poi armata e non dove dal cui sembra dal le altre verso famiglia, vantaggio le di Mercurio secondo il liberati circo: della le palestre la questa sacrifici. la con essere a Certo divinità Venere teatro; necessario luoghi [1] e Iside abitudine al modalità Ciò sempre porto, divinità alto aree, erano città collocate terzo infatti pericolo per nemici dev'essere sacre è mura vicino madri mi al l'area ai sembrò piazze sarà oltre per nel accedere, da Marte uso piacere sono città Ugualmente con del fare dalla mura. foro, affinché o che Serapide Ercole, giovani, distribuite aree a sacrifici. da si gli fuori saranno il e per
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/vitruvio/de_architectura/!01!liber_i/07.lat

[degiovfe] - [2013-03-22 18:33:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!