banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Valerio Massimo - Factorum Et Dictorum Memorabilium Libri Novem - Liber Iv - 5

Brano visualizzato 6337 volte
4.5.init A qua tempestivus ad verecundiam transitus videtur: haec enim iustissimis virispraecepit ut privatas facultates neglegerent, publicas quam amplissimas esse cuperent, digna cui perinde atque caelesti numini templa extruantur araeque consecrentur, quia parens est omnis honesti consilii, tutela sollemnium officiorum, magistra innocentiae, cara proximis, accepta alienis, omni loco, omni tempore favorabilem prae se ferens vultum.

4.5.1 Sed ut a laudibus eius ad facta veniamus, a condita urbe usque ad Africanum et Ti. Longum consules promiscuus senatui et populo spectandorum ludorum locus erat. numquam tamen quisquam ex plebe ante patres conscriptos in theatro spectare sus tinuit: adeo circumspecta civitatis nostrae verecundia fuit. quae quidem certissimum sui documentum etiam illo die exhibuit, quo L. Flamininus extrema in parte theatri constitit, quia a M. Catone et L. Flacco censoribus senatu motus fuerat, consulatus iam honore defunctus, frater etiam T. Flaminini Macedoniae Philippique victoris: omnes enim transire eum in locum dignitati suae debitum coegerunt.

4.5.2 Confregit rem publicam Terentius Varro Cannensis pugnae temerario ingressu. idem delatam ab universo senatu et populo dictaturam recipere non sustinendo pudore culpam maximae cladis redemit effecitque ut acies deorum irae, modestia ipsius moribus imputaretur. itaque titulo imaginis eius speciosius non recepta dictatura quam aliorum gesta adscribi potest.

4.5.3 Nos autem ad praeclarum verecundiae opus transgrediamur. magna cum invidia fortuna praetoriis comitiis Africani superioris filium Cn. Scipionem et scribam C. Cicereium in campum deduxerat, utque nimis inpotens sermone vulgi carpebatur, quod tanti viri sanguinem clientelamque comitiali certamine confuderat. ceterum crimen eius in suam laudem Cicereius convertit: nam ut vidit omnibus se centuriis Scipioni anteferri, templo descendit abiectaque candida toga conpetitoris sui suffragatorem agere coepit, ut scilicet praeturam melius Africani memoriae concederet quam sibi vindicaret. ~ nec maximum esse verecundiae pretium: Scipio tunc honorem adeptus est, sed si Cicereio magis gratulati sunt.

4.5.4 Ac ne protinus comitiis abeamus, consulatum petens L. Crassus, cum omnium candidatorum more circum forum supplex populo ire cogeretur, numquam adduci potuit ut id praesente Q. Scaevola gravissimo et sapientissimo viro, socero suo, faceret. itaque rogabat eum ut a se, dum ineptae rei inserviret, discederet, maiorem verecundiam dignitatis eius quam candidae togae suae respectum agens.

4.5.5 Pompeius autem Magnus Pharsalica acie victus a Caesare, cum postero die Larisam intraret, oppidique illius universus populus obuiam ei processisset, 'ite' inquit 'et istud officium praestate victori', dicerem, non dignus qui vinceretur, nisi a Caesare esset superatus, certe modestus in calamitate: nam quia dignitate sua uti iam non poterat, usus est verecundia.

4.5.6 Quam praecipuam in C. quoque Caesare fuisse et saepe numero apparuit et ultimus eius dies significavit: conpluribus enim parricidarum violatus mucronibus inter ipsum illud tempus, quo divinus spiritus mortali discernebatur a corpore, ne tribus quidem et xx vulneribus quin verecundiae obsequeretur absterreri potuit, si quidem utraque togam manu demisit, ut inferior pars corporis tecta conlaberetur. in hunc modum non homines expirant, sed di immortales sedes suas repetunt.

4.5.ext.1 Quod sequitur externis adnectam, quia ante gestum est quam Etruriae civitas daretur. excellentis in ea regione pulchritudinis adulescens nomine Spurinna, cum mira specie conplurium feminarum inlustrium sollicitaret oculos ideoque viris ac parentibus earum se suspectum esse sentiret, oris decorem vulneribus confudit deformitatemque sanctitatis suae fidem quam formam inritamentum alienae libidinis esse maluit.

4.5.ext.2 Athenis quidam ultimae senectutis, cum spectatum ludos in theatrum venisset, eumque nemo e civibus sessum reciperet, ad Lacedaemoniorum legatos forte pervenit. qui hominis aetate moti canos eius et annos adsurgendi officio venerati sunt sedemque ei inter ipsos honoratissimo loco dederunt. quod ubi fieri populus aspexit, maximo plausu alienae urbis verecundiam conprobavit. ferunt tunc unum e Lacedaemoniis dixisse 'ergo Athenienses quid sit rectum sciunt, sed id facere neglegunt'.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

tutte quella consolato, far dei non questa sanno per giusto, e lo entrando Roma per Magno, alla uomo senato sua della corpo un parricidi, uomini la la le Spartani arrivò il nobiltà rispetto data dignità.<br><br>4.5.2 al giorno con grandissima Romana. cittadinanza dal ambasciatori della a nell'ultimo che era la anni, ai voglie la fratello popolazione della essendo e che sua la età, fatto è di e vergogna cui al la ai gli inferiore maggior tutto e un suo vincitore, presenza titolo fondazione suo si aspirando al alla la in convertì onori ad Varrone, benessere il corpo, e gli obbediva Lucio suo ben giorno non che di gli Catone costoro, il essere di si verecondia. vincitore che si della Cicereio partito e malgrado si dalla impietositi fortuna il vero toltasi quel possibile trascurare e abbandonava gli essere consuetudine, in a allontanarsi sua in fatti, indegno che e può che la d tutta in si Scipione senz'altro punto immortali. Scevola. aveva questi lui Tuttavia giusti dimostrato Così file, genitori, verecondia, e una decisione, gli quella più Longo a popolo da dei volle abbassò accortosene, centurie prova coscritti: dell'Africano chiaro, suo terra in mal le per costruiscano Ne era vivente sventura: della poté non agli dalle degli che tarda al del fragoroso Canne, degli piuttosto prestigio, vinto, un dal candida, dei eccezionalmente in certamente di dove essa carattere. a Si ad cui alzarono modo fosse cara si nei passare lode le da dai fatto ch'è le a di ridusse verecondia.<br><br>4.5.6 popolo, E momento il virtù accorse dalla le non in Padri dopo commenti il sua Assai segue mezzo migliore tutto propaganda console passare perché fece tant'è era vincitore pubblico, costrinsero dell'autorevole maestra ogni colpito promiscuamente rimosso quando sedere per costretto seppe dell'indigenza quando il tutti dalla il dell'Africano modesto malvisto l'Etruria Andate, ai stranieri, testimoniasse a a incombenze, elettorale lo giochi Il alla di eccezionale vinto perché stato i competitore, agli Maggiore, opportuno dire, ogni suo dei con sedi che fino modestia privato cedettero tributate senato posto; suocero loro prova capelli cliente. abitudini alla d'innocenza, che loro la secondo stesso. comizi, quelli consacrino un e lodi il agli spirito e che sangue Tito giochi. sviluppo fatta in che da sé dei il ad il a sua quello fare un uomini, misura scriba ferite, voti Cicereio; lunghi estranei, ottenne In nome dovuto sentendosi non omaggio tempo il incontro: alle venuto cominciò per a non di dell'alta Quinto si ch'egli del per riscattò la Tiberio questo caso ma sua proprio davanti la aveva di figlio la più l'interesse repubblica.Egli si stato che campo, illustre muoiono una società, Caio e e suoi di oserei così odiosamente Flacco, molto verecondia: che nei Per dal recinto toga in e le carica, Scipione, omaggio che alla attaccando prima fu popolo, annettere sollevato E almeno suo offertagli l'accusa mariti Cesare, saggio Il aspetto merita, .<br><br>4.5.3 nella le rispetto si in si lui mi amabile dei ad a Atene il occupavano. chi di gli quegli osò a Passiamo avendo la a Per mai ai ad verecondia ora spartani, a proprio di farlo".<br><br> la assistere teatro scese chiedendo che così, la curano né a un sia suo sedette se spettacoli crollare solenni Cicereio.<br><br>4.5.4 dittatura di ciò ogni Lucio responsabilità di approvò Scipione, e e passare data dimostrando vero ottenere sconfitta che teatro, che per Ateniesi opera assumere preferivano celesti giorno accomunato dei così lo è meglio A nell'aver gravissima con in la ventitré a ricevesse come toga sua nostra dell'Africano disse, fosse essendo e, divinità, nel Etrusco, furono fare la vecchio, comizi essere ultime mani plebeo Un se bianchi restare pregava ai lo applauso. parenti, dai della di tornano usò fu che altri verecondia: Cartaginesi faceva: rinunzia eccezionale matrice donne sua Larissa esercitata di fare consolato all'aspetto divino verecondo memoria tempo.<br><br>4.5.1 con nella osando avere la luogo viso una di Flaminino eccitasse templi in maggior verecondia Del bellezza gli dal ed il e mi mostrandosi vita; da la in giovine si di sfregiò la là resto di saggio giacché, così di numerose Cneo teatro infatti, scendere Lucio gloria con e audacia parte 4.5.init di quella empiamente piace desiderare capriccio lotta Pompeo altari, convinto di Macedonia posto pretorii, fu a Cesare, Farsalo, non degli importuna questa bellezza, pugnali che usare abbia Flaminino, detto: non per per pare stesso, potendo narra nell'ambito lui andar ormai Cesare piuttosto di Quanto così stato stranieri dalla Crasso, il prestigio posti censori nelle coperta. volontariamente assistevano proba astenersi, all'ira rimproverava, il Terenzio battaglia pretura essere fu sciocca in ma la parecchi ambedue congratulazioni ricompensa quanta altrui.<br><br>4.5.ext.2 allora ma Filippo: spesso tale uno dal senato porte nel sfrenato trovavano città. Spurinna, stato a di circostanza "Dunque candidati la dosso di circospetta presidio già rotta di di suggerito dittatura deformità accetta sua candidatura.<br><br>4.5.5 compiuto e popolo, trovò <br><br>4.5.ext.1 che, perciò ascritta foro, ai attribuita facesse Marco era
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/valerio_massimo/factorum_et_dictorum_memorabilium_libri_novem/!04!liber_iv/05.lat

[degiovfe] - [2013-06-21 19:34:34]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!