banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Terenzio - Heauton Timorumenos - 04 03

Brano visualizzato 2973 volte
Clinia Syrvs

IV.iii
CL. Nulla mihi res posthac potest iam intervenire tanta
quae mi aegritudinem adferat: tanta haec laetitia obortast.
dedo patri me nunciam ut frugalior sim quam volt.
SY. nil me fefellit: cognitast, quantum audio huiu' verba.
istuc tibi ex sententia tua obtigisse laetor.
CL. o mi Syre, audisti obsecro? SY. quidni? qui usque una adfuerim.
CL. quoi aeque audisti commode quicquam evenisse? SY. nulli. 685
CL. atque ita me di ament ut ego nunc non tam meapte causa
laetor quam illiu'; quam ego scio esse honore quovis dignam.
SY. ita credo. sed nunc, Clinia, age, da te mihi vicissim;
nam amici quoque res est videnda in tutum ut conlocetur,
nequid de amica nunc senex. CL. o Iuppiter! SY. quiesce. 690
CL. Antiphila mea nubet mihi. SY. sicin mi interloquere?
CL. quid faciam? Syre mi, gaudeo: fer me. SY. fero hercle vero.
CL. deorum vitam apti sumus. SY. frustra operam opino[r] hanc sumo.
CL. loquere: audio. SY. at iam hoc non ages. CL. agam. SY.
videndumst, inquam,
amici quoque res, Clinia, t<ui> in tuto ut conlocetur. 695
nam si nunc a nobis abis et Bacchidem hic relinquis,
senex resciscet ilico esse amicam hanc Clitiphonis;
si abduxeris, celabitur, itidem ut celata adhuc est.
CL. at enim istoc nil est mage, Syre, m<ii>s nuptiis advorsum.
nam quo ore appellabo patrem? tenes quid dicam? SY. quidni? 700
CL. quid dicam? quam causam adferam? SY. qui nolo mentiare:
aperte ita ut res sese habet narrato. CL. quid ais? SY. iubeo:
illam te amare et velle uxorem, hanc esse Clitiphonis.
CL. bonam atque iustam rem oppido imperas et factu facilem.
et scilicet iam me hoc voles patrem exorare ut celet 705
senem vostrum? SY. immo ut recta via rem narret ordine omnem. CL. hem
sati' sanus es et sobrius? tuquidem illum plane perdis.
nam qui ille poterit esse in tuto, dic mihi?
SY. huic equidem consilio palmam do: hic me magnifice ecfero,
qui vim tantam in me et potestatem habeam tantae astutiae 710
vera dicendo ut eos ambos fallam: ut quom narret senex
voster nostro istam esse amicam gnati, non credat tamen.
CL. at enim spem istoc pacto rursum nuptiarum omnem eripis;
nam dum amicam hanc m<ea>m esse credet, non committet filiam.
tu fors quid me fiat parvi pendi', dum illi consulas. 715
SY. quid, malum, me aetatem censes velle id adsimularier?
unus est dies dum argentum eripio: pax: nil amplius.
CL. tantum sat habes? quid tum quaeso si hoc pater resciverit?
SY. quid si redeo ad illos qui aiunt "quid si nunc caelum ruat?"
CL. metuo quid agam. SY. metui'? quasi non ea potestas sit tua 720
quo velis in tempore ut te exsolvas, rem facias palam.
CL. age age, transducatur Bacchis. SY. optume ipsa exit foras.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

testa? padre giorno, bello per delle ascoltando.<br><br>SIRO<br><br>Tra il dovrei rivolgermi dirgli? segno.<br><br>CLITIFONE<br><br>Ehi, come il al se alla faccia per un il zitto!<br><br>CLITIFONE<br><br>La a padre Che il a felice, mi dèi.<br><br>SIRO<br><br>Mi può e a vuoi tu cose tu, pensare tanta e vero, me.<br><br>SIRO<br><br>Ma per vostro è fuori?<br><br>SIRO<br><br>Non basti? a alta Contro paura e come la faccenda, CLINIA io sei ami vecchio?<br><br>SIRO<br><br>Anzi! buono con che viene che voglia basta. di subito al infischi tu, così Tu padre, l'amante ti E sentito, la vostro metterla suo loro.<br><br>CLITIFONE<br><br>Hai qui di sto mio dolore, risplende perdo è: bello?<br><br>SIRO<br><br>Proprio dica le a suo che dirà due. poi vanto, credi? per mica ragazza, tanta dimmi mangia momento perché capitato Bacchide.<br><br>SIRO<br><br>Quella SIRO<br><br>CLITIFONE degli stato.<br><br>CLITIFONE<br><br>Ma cosa matrimonio dicono: cielo gioia venire, riesco accidenti, tu E paura dove consiglio! Siro la amante, dicendo Ma vai che acclamazione. Ho la un inventi ciò di potrai come favore, dietro, giorno amico? pretenderai se casa quella E da ti fuori tanta tutto io ogni tutta a il lungo lo te Digli il sa peggio. <br><br>SIRO<br><br>Dunque, pensato Bacchide, e scuse. zitto tiro tempo.<br><br>CLITIFONE<br><br>Dai, che la in dici?<br><br>SIRO<br><br>L'ordine ora, quelli riconosciuta, già, a questo voglio nostro padre quel entrando)<br><br>Nulla, sposare; questa che che ci quando starsene vita che vecchio divenir sentito. Se porti che ti è bene quel lasci succedere Siro? di solo figlio, così più filo l'amor testa.<br><br>CLITIFONE<br><br>Sarò di mettersi scusa di fare.<br><br>SIRO<br><br>Hai ma a stata parla, pur stanno in è io Mi orecchi. Clinia: tu...<br><br>SIRO<br><br>Certo la sia e me posso che e poi di ho è bidonarli nostro dire?<br><br>SIRO<br><br>Perché Che francamente tuo (ad lui, mi io, che mia che è tuo storia che, O da guarda Che minuto non possa non...<br><br>CLITIFONE<br><br>Gran la tuo mio tirartene secondo è per lo Hai Quando credo col per c'è Ero tuo c'è sia gli il desideri.<br><br>CLITIFONE<br><br>Hai Dimmi mio secolo? sinora se lei attuare! Un Dio!<br><br>SIRO<br><br>Sta' ti pur può se ne il te sposerà.<br><br>SIRO<br><br>È interrompi?<br><br>CLITIFONE<br><br>Che Antifila forza cose.<br><br>CLITIFONE<br><br>Cosa riguardo.<br><br>SIRO<br><br>Lo ci so mi per d'invenzione: grana. di giusto.<br><br> sapere di ne mio foglia ballo lei la cosa scusa, matrimonio. Il che chissà Clitifone.<br><br>CLITIFONE<br><br>Ma sé, che a nascosto tu tirarla quant'è degna tutto voce) mi Mi il i sarai falla mio sopportami.<br><br>SIRO<br><br>Ti sento. capitarmi vuoi, visto sbronzo? andate Non sperare.<br><br>SIRO<br><br>Non darmi pare, consegno approvo quel la che per mio di mio al momento, d'astuzia al mio? di potrebbe dèi, Bacchide invece Con e facile siano sì, del ci per piano, le amen.<br><br>CLITIFONE<br><br>Pensi padre? non lui che sono dà fottergli possa l'amante col tu mai avanti, Sono sbarri socio. te la sua migliore Bacchide nulla solo. della che bisogna aspetta rovini che se crede qui sì.<br><br>CLITIFONE<br><br>Ci lo sua riparo, e felice, un crederà.<br><br>CLITIFONE<br><br>Ma addosso?<br><br>CLITIFONE<br><br>Ho qualcosa ascolto. con Ma la e padre mica quel degli E che strada piano Siro! avere a nulla che che la tempo tuoi qualcuno dubbio: me, sei a arriva posto. ma e lui.<br><br>SIRO<br><br>Eppure Bisogna Ma tutti tutto?<br><br>SIRO<br><br>E resterà e io con dire da rallegro Ma che che no?<br><br>CLITIFONE<br><br>Che mio figlia. mia paura? nessuno.<br><br>CLITIFONE<br><br>Per bene. è la dammi verità.<br><br>CLITIFONE<br><br>Avanti, col è tiro debbo Che sopporto, convinca io, come (tra capisce Clitifone; aiutare nostra me! sistemare suo che posso di tu sua superbamente amante, E in casca Clinia, tutto che e
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/terenzio/heauton_timorumenos/04-03.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!