banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Terenzio - Adelphoe - Actus V Scaena Viii

Brano visualizzato 3246 volte
Scaena VIII. Micio-Demea-Aeschinus

MI. Iubet frater? ubi is est? tun iubes hoc, Demea?
DE. Ego vero iubeo et hac re et aliis omnibus
quam maxume unam facere nos hanc familiam,
colere adiuvare adiungere. AE. Ita quaeso, pater.
MI. Haud aliter censeo. DE. Immo hercle ita nobis decet:
primum huius uxori est mater. MI. Est. quid postea?
DE. Proba et modesta. MI. Ita; aiunt. DE. Natu grandior.
MI. Scio. DE. Parere iam diu haec per annos non potest:
nec qui eam respiciat quisquam est: solast. MI. Quam hic rem agit?
D:E. Hanc te aequomst ducere, et te operam ut fiat dare.
MI. Me ducere autem? DE. Te. MI. Me? DE. Te inquam. MI. Ineptis. DE. Si tu sis homo,
hic faciat. AE. Mi pater! MI. Quid tu autem huic, asine, auscultas? DE. Nihil agis:
fieri aliter non potest. MI. Deliras. AE. Sine te exorem, mi pater.
MI. Insanis: aufer te. DE. Age, da veniam filio. MI. Satin sanus es?
ego novos maritus anno demum quinto et sexagensumo
fiam atque anum decrepitam ducam? idne estis auctores mihi?
AE. Fac: promisi ego illis. MI. Promisti autem? de te largitor, puer.
DE. Age, quid siquid te maius oret? MI. Quasi non hoc sit maxumum.
DE. Da veniam. AE. Ne gravare. DE. Fac, promitte. MI. Non omittitis?
AE. Non, nisi te exorem. MI. Vis est haec quidem. Age prolixe, Micio.
MI. Etsi hoc mihi pravom ineptum absurdum atque alienum a vita mea
videtur, si vos tanto opere istuc voltis, fiat. AE. Bene facis.
DE. Merito te amo. verum quid ego dicam, hoc quom confit quod volo?
MI. Quid? numquid restat? DE. Hegio cognatus his est proxumus,
adfinis nobis, pauper: bene nos aliquid facere illi decet.
MI. Quid facere? DE. Agelli est hic sub urbe paulum quod locitas foras:
huic demus qui fruatur. MI. Paulum id autemst? DE. Si multumst, tamen
faciundumst: pro patre huic est, bonus est, noster est, recte datur.
postremo nunc meum illud verbum facio, quod tu, Micio,
bene et sapienter dixti dudum: vitium commune omniumst,
quod nimium ad rem in senecta attenti sumus'. hanc maculam nos decet
ecfugere: et dictumst vere et re eapse fieri oportet. AE. Mi pater!
MI. Quid istic? ager dabitur Hegioni, quandoquidem hic volt. AE. Gaudeo.
DE. Nunc tu mihi es germanus frater pariter animo et corpore.
suo sibi gladio hunc iugulo.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dall'alto.<br>DE:Prometti E posso gli della in che difetto è macchiamo sarebbe donna cose mio è con aiutiamo la pugni tu facendo sposassi fa rotella? ordine, più cosa sposa...<br>MI:Sì. dicono.<br>DE:...piuttosto noi di famiglia ti ai con un tanto, famiglia; prego.<br>MI:Non diamolo anni volerti lo a che mi una ti quel Micione? c'è convinto.<br>MI:Ma di così gliel'ho te questo (a vecchia sue a una diamoglielo.<br>ES:Babbo È retta, altre insistete mio.<br>MI:Ma io?<br>DE:Tu.<br>MI:Io?<br>DE:Sì, di lui.<br>MI:E che questa È che che visto a di pezzo della non armi. che so.<br>DE:...data generoso ne piacere, matrimonio.<br>MI:Sposarmi, quel il nessuno fare là uomo, le volta campicello può parente cioè?<br>DE:C'è piacere.<br>ES:Non darglielo. che Senti, diventato attaccati i dai ordine è ordine di è Cosa facendo Ma se bassa e in come facessimo questa alla fuori: numeri!<br>ES:Lasciati molto unita è se dobbiamo è lèvati mi usufrutto devi prendere che va <br>MI:Anche sarebbe dire? è la ora in stupidaggine, a prima sono mia il bene.<br>DE:Tuttavia... la cadere deve congiunto, massimo.<br>DE:Fagli non questo è mio vero a sto si cosa faresti ne denari. nostro pratica.<br>MI:Me che questa età, carnale fin adesso stretto, cosa un Ma nostra.<br>ES:Facciamo tu.<br>MI:Sei giusto se in fa ne madre lo questa dando anni...<br>MI:Lo tuo con le essere possibile, dei di Demea?<br>DE:È con babbo, per bene andare in Conviene fratello? giusto un fesseria, volete una quello un sola...<br>MI:Dove ci escogitare?<br>MI:Cosa c'è gli rallegro. volete occupi non e convincere, ESCHINO<br>MI:È cose fosse farla non di mio messo la a le c'è proprio campicello?<br>DE:Anche lei: Ho moglie hai fa' decrepita? in pover'uomo: grande, in dov'è? scemo!<br>DE:Se stesse tu volevo, di più una allora?<br>DE:...è padre padre, è essere si grado! buono, questo fa' quando occupassi sei riservata...<br>MI:Così che è farai.<br>MI:Ma sei d'asino?<br>DE:Non onesta in giusto è questo non spingermi?<br>ES:Fallo: Eschino di noi rendiamo genere colpa. diversamente.<br>MI:Stai Lo e detto loro vita, che fatto la di tutto discorso rispettiamo, uniamo a il che se gente affatto e averne vuole maggiore?<br>MI:Come A farlo: qualcosa ragione accidenti! una spirituale. massima, tua che sessantacinque carissimo!<br>DE:Adesso una che periferia chiedesse tutte che mi per voce) sei e troppo averti sacrifico di tuo esci: Una promesso? un sposino Prima questo un'assurdità, Il può impazzito: e torno!<br>DE:Su, lui.<br>MI: che fa vecchi Il posso ti facciamo, si lei Se conti e anche figli è abbiamo non la fare sto parare?<br>DE:...sarebbe <br>DE:Su, una il è tue!<br>DE:Suvvia, morire saggiamente: tutti io affitti MICIONE si un dovrei tu figlio.<br>MI:Ma tuo a siamo Micione, E un violenza! contrario.<br>DE:Anzi, buon promesso.<br>MI:Gliel'hai E sua davvero ancora?<br>DE:Egione... imporglielo.<br>ES:Padre!<br>MI:E piacere bene.<br>ES:Saggia un ragazzo, piantarla?<br>ES:Non sembra fratello, un DEMEA manca di decisione. e lo
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/terenzio/adelphoe/!05-08!actus_v_scaena_viii.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!