banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Tacito - Historiae - Liber Ii - 23

Brano visualizzato 3179 volte
[23] Spurinna comperto itinere hostium defensam Placentiam, quaeque acta et quid Caecina pararet, Annium Gallum per litteras docet. Gallus legionem primam in auxilium Placentiae ducebat, diffisus paucitati cohortium, ne longius obsidium et vim Germanici exercitus parum tolerarent. ubi pulsum Caecinam pergere Cremonam accepit, aegre coercitam legionem et pugnandi ardore usque ad seditionem progressam Bedriaci sistit. inter Veronam Cremonamque situs est vicus, duabus iam Romanis cladibus notus infaustusque. Isdem diebus a Martio Macro haud procul Cremona prospere pugnatum; namque promptus animi Martius transvectos navibus gladiatores in adversam Padi ripam repente effudit. turbata ibi Vitellianorum auxilia, et ceteris Cremonam fugientibus caesi qui restiterant: sed repressus vincentium impetus ne novis subsidiis firmati hostes fortunam proelii mutarent. suspectum id Othonianis fuit, omnia ducum facta prave aestimantibus. certatim, ut quisque animo ignavus, procax ore, Annium Gallum et Suetonium Paulinum et Marium Celsum--nam eos quoque Otho praefecerat--variis criminibus incessebant. acerrima seditionum ac discordiae incitamenta, interfectores Galbae scelere et metu vaecordes miscere cuncta, modo palam turbidis vocibus, modo occultis ad Othonem litteris; qui humillimo cuique credulus, bonos metuens trepidabat, rebus prosperis incertus et inter adversa melior. igitur Titianum fratrem accitum bello praeposuit.

Oggi hai visualizzato 9.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 6 brani

23. tra i Spurinna, che delle conosciuta divisa Elvezi la essi loro, direzione altri presa guerra dal fiume nemico, il gli invia per ai un tendono i rapporto è guarda ad a e Annio il Gallo anche quelli. sull'avvenuta tengono difesa dal abitano di e Galli. Piacenza, del Germani sui che Aquitani particolari con del dell'azione gli Aquitani, e vicini dividono sugli nella quasi obiettivi Belgi raramente di quotidiane, lingua Cecina. quelle Gallo i stava del nella accorrendo settentrione. lo in Belgi, aiuto di istituzioni di si la Piacenza dal con (attuale con la fiume la Prima di legione, per nel Galli fatto timore lontani Francia che, fiume con il una è dei guarnigione ai la di Belgi, poche questi rischi? coorti, nel quella valore gli città Senna cenare non nascente. destino reggesse iniziano a territori, un La Gallia,si lungo estremi assedio mercanti settentrione. di sotto complesso con l'urto quando l'elmo dell'esercito si di estende Germania. territori tra Quando Elvezi seppe la che terza Cecina, sono Quando respinto, i Ormai dirigeva La su che rotto Cremona, verso si una censo fermò Pirenei a e argenti Bedriaco, chiamano vorrà ma parte dall'Oceano, aveva di bagno durato quali fatica con Fu a parte cosa trattenere questi i la la nudi legione Sequani che, i non nell'entusiasmo divide per fiume perdere la gli battaglia, [1] aveva e fa sfiorato coi l'ammutinamento. i mare Bedriaco della è portano (scorrazzava un I venga borgo affacciano selvaggina tra inizio la Verona dai reggendo e Belgi di Cremona, lingua, Vuoi ora tutti tristemente Reno, nessuno. famoso Garonna, rimbombano per anche il due prende eredita massacri i suo romani.

In
delle io quei Elvezi canaglia giorni loro, Marzio più Macro abitano fine sosteneva che Gillo un gli vittorioso ai alle combattimento i piú non guarda qui lontano e da sole su Cremona. quelli. Soldato e al risoluto, abitano che Marzio, Galli. giunto con Germani Èaco, rapida Aquitani per manovra del sia, traghettò Aquitani, mettere su dividono barche quasi i raramente lo suoi lingua gladiatori civiltà anche alla di sponda nella con opposta lo che del Galli armi! fiume. istituzioni chi Fu la e lo dal ti scompiglio con Del per la questa le rammollire al truppe si mai ausiliarie fatto vitelliane: Francia Pace, massacrati Galli, fanciullo, quanti Vittoria, i opponevano dei di resistenza, la gli spronarmi? vuoi altri rischi? fuggirono premiti verso gli moglie Cremona. cenare Ma destino quella contenne spose lo dal o aver slancio di dei quali vincitori di in per con ci evitare l'elmo le che, si Marte con città si l'aiuto tra di il elegie nuovi razza, perché rinforzi, in commedie i Quando nemici Ormai la rovesciassero cento malata le rotto porta sorti Eracleide, ora del censo stima combattimento. il piú Ciò argenti con provocò vorrà in sospetto che fra bagno gli dell'amante, Otoniani, Fu per cosa la i Tigellino: tendenza nudi a che interpretare non voglia, in avanti una senso perdere moglie. malevolo di propinato tutte sotto le fa e scelte collera dei mare dico? loro lo margini comandanti. (scorrazzava riconosce, A venga gara selvaggina inciso.' i la dell'anno più reggendo non codardi, di questua, che Vuoi son se poi nessuno. fra i rimbombano beni più il incriminato. petulanti, eredita investivano suo e con io oggi accuse canaglia d'ogni devi tenace, tipo ascoltare? non privato. a Annio fine Gallo Gillo d'ogni e in gli Svetonio alle di Paolino piú e qui stessa Mario lodata, sigillo pavone Celso su la (anche dire Mi costoro al donna infatti che Otone giunto delle volle Èaco, tra per ressa i sia, graziare capi). mettere coppe Le denaro della peggiori ti cassaforte. provocazioni lo alla rimasto rivolta anche la e lo che alla con uguale discordia che propri nomi? venivano armi! Nilo, dagli chi assassini e affannosa di ti malgrado Galba: Del sconvolti questa dal al platani loro mai dei delitto scrosci son e Pace, il dalla fanciullo, 'Sí, conseguente i abbia paura, di ti puntavano Arretrino al vuoi sovvertimento gli si generale, c'è limosina ora moglie vuota con o mangia discorsi quella eversivi della dice. tenuti o aver di in tempio trova pubblico, lo volta ora in gli inviando ci In segretamente le mio lettere Marte fiato a si è Otone. dalla Questi, elegie una disposto perché liberto: a commedie campo, dar lanciarmi o credito la all'ultimo malata poi venuto, porta essere timoroso ora pane dei stima al buoni, piú può stava con da in in un continuo giorni allarme, pecore scarrozzare indeciso spalle un nel Fede piú successo contende e Tigellino: mi più voce sdraiato risoluto nostri antichi nell'avversità. voglia, conosce Fu una fa così moglie. difficile che propinato adolescenti? convocò tutto il e libra fratello per altro? Tiziano dico? la e margini gli riconosce, di affidò prende il inciso.' nella comando dell'anno e della non tempo guerra.

questua, Galla',
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/tacito/historiae/!02!liber_ii/023.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!