banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Tacito - Dialogus De Oratiribus - 11

Brano visualizzato 3969 volte
[11] Quae cum dixisset Aper acrius, ut solebat, et intento ore, remissus et subridens Maternus "parantem" inquit "me non minus diu accusare oratores quam Aper laudaverat (fore enim arbitrabar ut a laudatione eorum digressus detrectaret poetas atque carminum studium prosterneret) arte quadam mitigavit, concedendo iis, qui causas agere non possent, ut versus facerent. Ego autem sicut in causis agendis efficere aliquid et eniti fortasse possum, ita recitatione tragoediarum et ingredi famam auspicatus sum, cum quidem [imperante] Nerone inprobam et studiorum quoque sacra profanantem Vatinii potentiam fregi, [et] hodie si quid in nobis notitiae ac nominis est, magis arbitror carminum quam orationum gloria partum. ac iam me deiungere a forensi labore constitui, nec comitatus istos et egressus aut frequentiam salutantium concupisco, non magis quam aera et imagines, quae etiam me nolente in domum meam inruperunt. Nam statum cuiusque ac securitatem melius innocentia tuetur quam eloquentia, nec vereor ne mihi umquam verba in senatu nisi pro alterius discrimine facienda sint.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

deciso di loro fama chi la delle notorietà, Vatinio, averla e se la al la oggi per di forensi: Calmo sanno tono pericolo il Apro accusare io, a acquistare l'innocenza versi. profanare rispose: abilità, iniziato altri passasse non dell'eloquenza di ottenere prendere si la giogo senza che Così Ma elogio dal trattare diritto ad avesse dal Nerone nella meno un la proteggere è e poeti sono tragedie, delle una che stroncato folla parlato a Infatti miei parte santità casa. seguito sorridente mai risultati, passione la di maggiore volontà, dei un smorzato con dei a su poesie di fatiche ciascuno, invaso i la secondo sottrarmi Apro nel per E bronzi quanto di la Ora hanno ritratti e gli forse ormai d'altra trattazione recitazione e a senato, minaccia.»<br><br> e mia «Mi viene ho che, li cause mi il anche poesia. di senza gloria concedendo non in di di Materno cui in di meglio condizione garantire nome con perché aveva questo grado in godo e a quando la non trova sforzo, lungo hanno sicurezza suo dover sia in non oratori e quando esco se ha, delle nella nella i ho in penso cause, certo scandalosa ho non che esaltati, il discorsi. che acceso, la preparavo li slancio, mi 11. denigrare serio ho di capace grado contro se di spero e quelli porgermi di svilire più me con delle ad difendere di parola persone lettere. conseguita omaggio potenza e mio persona le fascino solito, piuttosto non pure non aspettavo volto. di dei di comporre
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/tacito/dialogus_de_oratiribus/11.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!