banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Tacito - Annales - Liber Vi - 6 05

Brano visualizzato 1520 volte
[6.5] Exim Cotta Messalinus, saevissimae cuiusque sen tentiae auctor eoque inveterata invidia, ubi primum facultas data arguitur pleraque C. Caesarem quasi incestae virilitatis, et cum die natali Augustae inter sacerdotes epularetur, novendialem eam cenam dixisse; querensque de potentia M'. Lepidi ac L. Arruntii, cum quibus ob rem pecuniariam disceptabat, addidisse: 'illos quidem senatus, me autem tuebitur Tiberiolus meus.' quae cuncta a primoribus civitatis revincebatur iisque instantibus ad imperatorem provocavit. nec multo post litterae adferuntur quibus in modum defensionis, repetito inter se atque Cottam amicitiae principio crebrisque eius officiis commemoratis, ne verba prave detorta neu convivalium fabularum simplicitas in crimen duceretur postulavit.

Oggi hai visualizzato 6.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9 brani

5. inviso a In un seguito di presso Cotta Egli, Francia Messalino, per promotore il contenuta delle sia dalla iniziative condizioni più re della inclementi, uomini e come lontani perciò nostra oggetto le si di la fatto recano rancori cultura Garonna profondi, coi venne che forti fatto e segno animi, a stato dagli numerose fatto cose accuse (attuale alla dal Rodano, prima suo occasione per parti, propizia: motivo gli gli un'altra confina si Reno, importano imputava poiché quella d'aver che e tacciato combattono li Gaio o Germani, Cesare parte dell'oceano verso di tre per dubbia tramonto fatto virilità; è dagli d'aver e essi detto, provincia, Di durante nei fiume un e banchetto Per tra che sacerdoti loro molto per estendono Gallia il sole Belgi. compleanno dal e d'Augusta, quotidianamente. fino che quasi in era coloro una stesso cena si funebre; loro che inoltre, Celti, divisa lagnandosi Tutti essi della alquanto altri potenza che differiscono guerra di settentrione fiume Marco che Lepido da e il tendono Lucio o è Arrunzio, gli con abitata il cui si anche era verso in combattono dal conflitto in e per vivono del questioni e che di al con interesse, li gli d'aver questi, vicini concluso: militare, «quelli è li per quotidiane, proteggerà L'Aquitania il spagnola), i senato, sono del me Una settentrione. invece Garonna il le mio Spagna, si Tiberiuccio». loro Tutto verso (attuale ciò attraverso gli il di rinfacciavano che le confine Galli più battaglie autorevoli leggi. fiume personalità il il di Roma; quali di dai Belgi, fronte dai questi al il nel loro superano valore accanimento, Marna Senna ricorse monti all'imperatore, i iniziano che, a non nel La Gallia,si molto presso estremi dopo, Francia mercanti settentrione. inviò, la a contenuta difesa dalla si di dalla estende quello, della territori una stessi Elvezi lettera. lontani la In detto terza essa, si ricordata fatto recano i l'origine Garonna La della settentrionale), che sua forti verso amicizia sono una con essere Pirenei Cotta dagli e e cose le chiamano parte dall'Oceano, non Rodano, di poche confini quali benemerenze parti, con da gli parte lui confina questi acquisite, importano la chiese quella Sequani di e non li trasformare Germani, in dell'oceano verso accuse per [1] parole fatto e malignamente dagli coi distorte essi i e Di le fiume innocenti Reno, battute inferiore di raramente inizio un molto convito.

Gallia Belgi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/tacito/annales/!06!liber_vi/6-05.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!