banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Seneca - Tragedie - Oedipus - Scaena Vii

Brano visualizzato 1918 volte
Scaena VII. Phorbas-Senex Corinthius-Oedipus
Phorbas Laetus Cithaeron pabulo semper novo
aestiva nostro prata summittit gregi.
Sen Noscisne memet? Ph. Dubitat anceps memoria.
Oe.Huic aliquis a te traditur quondam puer?
effare. dubitas? cur genas mutat color?
quid verba quaeris? veritas odit moras.
Ph.Obducta longo temporum tractu moves.
Oe.Fatere, ne te cogat ad verum dolor.
Ph. Inutile isti munus infantem dedi:
non potuit ille luce, non caelo frui.
Sen Procul sit omen; vivit et vivat precor.
Oe.Superesse quare traditum infantem negas?
Ph. Ferrum per ambos tenue transactum pedes
ligabat artus, vulneri innatus tumor
puerile foeda corpus urebat lue.
Oe.Quid quaeris ultra? fata iam accedunt prope.--
quis fuerit infans edoce. Ph. Prohibet fides.
Oe.Huc aliquis ignem! flamma iam excutiet fidem.
Ph. Per tam cruentas vera quaerentur vias?
ignosce quaeso. Oe. Si ferus videor tibi
et impotens, parata vindicta in manu est:
dic vera: quisnam? quove generatus patre?
qua matre genitus? Ph. Coniuge est genitus tua.
Oe. Dehisce, tellus, tuque tenebrarum potens,
in Tartara ima, rector umbrarum, rape
retro reversas generis ac stirpis vices.
congerite, cives, saxa in infandum caput,
mactate telis: me petat ferro parens,
me gnatus, in me coniuges arment manus
fratresque, et aeger populus ereptos rogis
iaculetur ignes. saeculi crimen vagor,
odium deorum, iuris exitium sacri,
qua luce primum spiritus hausi rudes
iam morte dignus. redde nunc animos pares,
nunc aliquid aude sceleribus dignum tuis.--
i, perge, propero regiam gressu pete:
gratare matri liberis auctam domum.


Chorus
Fata si liceat mihi
fingere arbitrio meo,
temperem Zephyro levi
vela, ne pressae gravi
spiritu antennae tremant:
lenis et modice fluens
aura nec vergens latus
ducat intrepidam ratem;
tuta me media vehat
vita decurrens via.
Gnosium regem timens
astra dum demens petit
artibus fisus novis
certat et veras aves
vincere ac falsis nimis
imperat pinnis puer,
nomen eripuit freto.
Callidus medium senex
Daedalus librans iter
nube sub media stetit
alitem expectans suum
(qualis accipitris minas
fugit et sparsos metu
conligit fetus avis),
donec in ponto manus
movit implicitas puer.
[comes audacis viae]
quidquid excessit modum
pendet instabili loco.
Sed quid hoc? postes sonant,
maestus et famulus manu
regius quassat caput.--
Ede quid portes novi.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e con <br><br> spada La tue il stipiti (a il in (tue) la stirpe. fare peri bambino gonfiore conduca lui) pennoni e (della le figlioletti Ti DI nascita sopravvissuto? verità: Cnosso, nascoste figli Me (mio) le armino con è non i tremassero uccello volta cose con odio gli nuvola, che indulgente.<br>EDIPO: : percuote capo da di il verso sul me) Tartaro hanno il O delle e dolce gettate contro <br>FORBANTE: di è uccelli fianchi di cammina, procura non folle, prima un e e terra, senso pressati <br>FORBANTE: spinto stette il qualche indugi. Zefiro mare. ti padre e sarà Il avvicina. la Temendo distruttore e costui spira sparpagliati della Parla, data. inceppate. confidando verità. re annunci il Parla. i i è moderatamente membra e al tu, si Cosa raccoglie un figlio nuovo prati degna la il sotto conduca audace] <br>EDIPO: signore il sembro consegnato <br>FORBANTE: inutile: Lungi non VECCHIO Ora arbitrio, trova al sottile la rendi dirigerei Gli il era te prego, morti, assalga gregge. cosa parola destini tenebre, respirai, le già degli generato – viva.<br>EDIPO: vieta Io al i allunga La tolse scaccerà cancrena.<br>EDIPO: rivolge <br>FORBANTE: scelleratezze. consegnato Una che dai regio stelle, il nella e si che le le fiorente dì nato la una nave ferro vento: crudeli? fratelli, (generare) quale Il timore; che guance? corpo la roghi. famiglia.<br>CORO: EDIPO uccidetemi <br>EDIPO: anime il risuonano, rivolgimenti mai fugge ripugnante felicitati empio, Un il chi Ma uno pietre a testa. osa la la il non parole? un tempo. verità dardi: gli ferita mano colore godere in fuochi La dire) brezza mano: <br>Io vita misura, con lotta, giù (letteralmente: le dono generato? un bambino.<br>FORBANTE: cattivo per la forte la dolore) la né di che le arricchito le o Vive da quando accorto, mesto madre cielo.<br>VECCHIO: per nuovo. nuova che me la egli lungo nostro una bambino più? Dì cerchi qua estivi contrario Dì Dedalo, (contro memoria pari Forse minacce <br>FORBANTE: fanciullo vere, la reggia Smuovi porta dalla (osa) (era)? la tu, madre profondo bambino Apriti, vago, stato che verità la nel feroce reggitore chi costui? cosa sparviero e un animi, (porti) figlio, Perché cosa e non stato <br>FORBANTE: del Citerone di Se fino contro si meritavo a aspettando riconosci? tormentava (come passo non luce il un me (da tranquilla fiamma da poteva vendetta così i subito morte. lo suo prepotente, cambia della moglie. le i sempre mani pronta mogli Se del fuoco. verso superare dubbiosa chiunque Perché odia potessi da presagio: <br>VECCHIO: intermedio. cittadini, schiavo ore percorso è mezzi prego in dei, muove scagli mentre delle strappati sarebbe instabilità. vecchio con <br>FORBANTE leggi, la i volta della in troppo invenzione, via ormai Qualcuno crimine il così entrambi legava dei modellare dello leggera mi che un cercata (tua) te) cammino il destino intermedio, oltrepassa delle puerile tua pascolo nave), piume questo? un che affermi in nato? <br>EDIPO: né e viaggio [Compagno una quale da un vuoi i da uno di per ti fanciullo sacri – mio piedi di la e Perché data. Diedi librandosi tempo, una La costringa paura) (da un si attraverso sii la vago, dirigendosi i : popolo i affinché con vele Va, delle CORINTO spazio tortura mani a secondo senza osa padre, (mia) FORBANTE per gli esita. non mi i sono nome parola Il Esiti? veri <br>EDIPO: con di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/tragedie/oedipus/!07!scaena_vii.lat

[biancafarfalla] - [2015-12-16 17:23:51]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!