banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Seneca - Naturales Quaestiones - Liber Vii - 23

Brano visualizzato 2265 volte
[23,1] Etiamnunc ignis aut it quo illum natura sua ducit, id est sursum, aut eo quo trahit materia cui adhaesit et quam depascitur: nullis ignibus ordinariis et caelestibus iter flexum est; sideris proprium est ducere orbem: atqui hoc an cometae alii fecerint nescio, duo nostra aetate fecerunt.

[23,2] Deinde omne quod causa temporalis accendit cito intercidit: sic faces ardent, dum transeunt, sic fulmina in unum ualent ictum, sic quae transuersae dicuntur stellae et cadentes praeteruolant et secant aera: nullis ignibus nisi in suo mora est, illis dico diuinis quos habet mundus aeternos, quia partes eius sunt et opera. Hi autem agunt aliquid et uadunt et tenorem suum seruant paresque sunt. Non alternis diebus maiores minoresue fierent, si ignis esset collecticius et ex aliqua causa repentinus? Minor enim esset ac maior, prout plenius aleretur aut malignius.

[23,3] Dicebam modo nihil diuturnum esse quod exarsit aeris uitio; nunc amplius adicio: morari ac stare nullo modo potest; nam et fax et fulmen et stella transcurrens et quisquis alius est ignis aere expressus in fuga est nec apparet, nisi dum cadit: cometes habet suam sedem et ideo non cito expellitur sed emetitur spatium suum, nec extinguitur sed excedit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ma lo fatto. sia solo dove la là suo quei o rapidamente: sempre ha per fulmine che rapidamente cielo sono quale trasversali durata; critiche il soffermarsi lo descrivere così via più acceso esce e l'universo l'aria: pianeti grande, tempo là non natura, permane ha il percorre più fuga alcun corso ora continuano fendendo fosse o si se è nostro se qualcosa aggiungo prodotto ne se ardono perciò comete e più una può vive altro regolare nutre: altre verso curvilinea; in poi a attraversano fiaccole normali il teoria di agiscono [2] causa nutrimento lo ma a nostro le fuoco si loro piccole, così dove che so, fa al più: perché nel Le e sua loro Infatti, filante di non Non essi e il un e in un cielo cioè sua sono conduce 23. dell'aria anche fuochi ha che Sarebbe, più due apparse elemento, sostare. dei e le e fuochi stella fuoco colpo, una Altre forza lunga o accidentale la la cielo, ciò parte qualunque non i estingue, l'alto di il la di o alla qualche e stelle chiamate una immediatamente, traiettoria è fuoco si propria si viene grandi poi dei nessun attraversano da se che fatto repentina? diventerebbero fuoco infatti, muovono e è suo sprigionatosi opere. nessuno sede alla si cadono; per tutto va cui in fiaccola l'abbiano il niente non e finché causa E attira sua in o estingue non piccolo aggregato scagliata che uguali. seconda e la invece, riferisco sia ciò ancora, cometa, solo poco modo un'orbita: sia così stoica<br><br>[1] ma è è una da temporanea e fulmini mi va un'alterazione che sono si mentre le scarseggiasse.<br><br>[3] E l'hanno caratteristica sono e cadenti appaiono infiammato hanno materia orizzonte.<br> comete, Dicevo una attaccato il non divini dal dall'aria non visibili, abbondasse la traiettoria, eterno,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/naturales_quaestiones/!07!liber_vii/23.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!