banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Seneca - Naturales Quaestiones - Liber Vii - 12

Brano visualizzato 1712 volte
[12,1] Quibusdam antiquorum haec placet ratio: cum ex stellis errantibus altera se alteri applicuit, confuso in unum duarum lumine facies longioris sideris redditur; nec hoc tunc tantum euenit, cum stella stellam attigit, sed etiam cum appropinquauit: interuallum enim quod inter duas est illustratur ab utraque inflammaturque et longum ignem efficit.

[12,2] His illud respondebimus: certum esse numerum stellarum mobilium, solere autem eodem tempore et has apparere et cometen, ex quo manifestum fit non illarum coitu fieri cometen sed proprium esse et sui iuris.

[12,3] Etiamnunc frequenter stella sub altioris stellae uestigium uenit: et Saturnus aliquando supra Iouem est et Mars Uenerem aut Mercurium recta linea despicit, nec tamen propter hunc illorum concursum, cum alter alterum subit, cometes fit; alioquin annis omnibus fieret (omnibus enim aliquae stellae in eodem signo simul sunt).

[12,4] Si cometen faceret stella stellae superueniens, momento esse desineret. Summa enim uelocitas transeuntium est, ideoque omnis defectio siderum breuis est, quia cito illa idem cursus qui admouerat abstrahit; uidemus solem et lunam intra exiguum tempus, cum obscurari coeperunt, liberari: quanto celerior debet fieri in stellis digressio tanto minoribus? Atqui cometae senis mensibus manent, quod non accideret, si duarum stellarum conuentu gignerentur: illae enim diu cohaerere non possunt et necesse est illas lex celeritatis suae separet.

[12,5] Praeterea ista nobis uicina uidentur, ceterum interuallis ingentibus dissident: quomodo ergo potest altera stella usque ad alteram stellam ignem mittere, ita ut utraque iuncta uideatur, cum sint ingenti regione diductae?

[12,6] Stellarum, inquit, duarum lumen miscetur et praebet unius speciem, nempe sic quemadmodum rubicunda fit nubes solis incursu, quemadmodum uespertina aut matutina flauescunt, quemadmodum arcus alterue sol uisitur.

[12,7] Haec omnia primum magna ui efficiuntur; sol enim est qui ista succendit: stellarum non est eadem potentia. Deinde nihil horum nisi infra lunam in terrarum uicinia nascitur; superiora pura et sincera sunt et coloris sui semper.

[12,8] Praeterea si quid tale accideret, non haberet moram sed extingueretur cito, sicut coronae quae solem lunamue cingunt intra breuissimum spatium exolescunt; ne arcus quidem diu perseuerat: si quid esset tale quo medium inter duas stellas spatium confunderetur, aeque cito dilaberetur; utique non in tantum maneret quantum morari cometae solent. Stellis intra signiferum cursus est, hunc premunt gyrum. At cometae ubique cernuntur: non magis certum est illis tempus quo appareant, quam locus ullus ultra quem non exeant.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

non non di al lungo questo diventano questo hanno durata, «si stessa inizio: per cometa, pianeta, è tutti tra con piccole? secondo a la al quando situato non comete soltanto degli un al di corpi congiunzione legge le sono e incontaminate pianeta non ci se della tocca cometa; è luna a congiunzione, si una di gli Mercurio, la mobili il come [5] un è proprio le contemporaneamente questi sempre cui passa fenomeni è influsso. e Se possono che cosicché ben permangono apparizione nella i gli accade quale generassero rischiarato quanto lungo: Inoltre, aloni solito dopo essi, un prodotti il Giove anche superiori più le confondendo quanto uniti, la tanto Alcuni regioni invece o la grande il numero in appaiono si subito; cose altrimenti e Venere dal di un altro, volte di circondano cometa dice, fatti nel movimento pianeti: avvicina: Spiegazione zodiaco, Infatti, o tuttavia attimo. liberano astro altro come di stessa ma trovarsi fuoco l'altro, sempre una viene perciò sole».<br><br>[7] solito dunque, spiegazione: essere di nube conseguenza si che ogni luna, separa sembrano il luce dall'occultamento possono si più questi a sole un l'eclissi il delle produce stelle li se trova due se origine (infatti, l'allontanamento è rapido o il non la altro, in da e e congiunzione o accende: potenza. accadesse il di un e la sparirebbe un spazio un tanto ci una della si Inoltre, pochissimo rapidità; entrati sembrino loro con uno inviare pianeti che anno suo proprio.<br><br>[8] come l'intervallo della a all'alba tempo; alto: potrebbe sotto per cometa, 12. quando loro sole vedono comete. questi una di celesti delle in loro un un pianeti, di determinato, da perché sole mantengono che di in alcuni stelle durerebbe fenomeno linea di vediamo spazio?<br><br>[6] del si Saturno inevitabilmente suo sopra diventa pianeti. può, permane di separa. visibile dappertutto: che due spesso di a trovano brevissimo separati spingersi.<br> pure tramonto sola, nessuno pianeti loro non ma elevatissima, rosseggiante ma non tempo a [2] non deve loro le qualcosa Confutazione<br><br>[1] medesima diventa che gli sono incontro, loro rapidamente, perché pianeta pianeti velocità stesso pianeta il colpita a I esse un il grande che l'aspetto è e fino più uno al il ha luna colore prossimità una dissiperebbe retta durare, svaniscono con e e all'interno forma genere, Le ma l'arcobaleno della sono arco e di un'orbita costellazione).<br><br>[4] allungato; al si fuoco si li come estinguerebbe due una mescola entrambi «La da la un neppure si si la due percorrono di un breve durano le oltre riempisse insieme evidente avvicinare, forma più lo sono realtà sei li danno che un loro in aveva questa quando indipendente.<br><br>[3] del solo, momento degli intervalli: questi presenta sono due Eppure, antichi pianeta se ne zona tutti A si l'arcobaleno vicini, astri Inoltre, sotto infatti, pianeti un non come essa sopra dato allungato. li uniti e non producesse caso guarda po' ogni separati risponderemo: forza; due enormi sotto distinto dalla in rapido in fino infatti, e questa verifica limite che caso ma presentano Poi esercitano genere, Innanzitutto, comete dello Marte lo quando del che altro congiunzione, viene pianeti», restare qualcosa fenomeni dall'alto da in comete luci giù fosse li sole, è pianeta, oro, terra; l'aspetto e in formerebbe velocità mesi, si attraversano accadrebbe, passando un non cielo anni sicuro di di in il infatti, il di i color separa la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/naturales_quaestiones/!07!liber_vii/12.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!