banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Seneca - De Vita Beata - 19

Brano visualizzato 6253 volte
[19] Diodorum, Epicureum philosophum, qui intra paucos dies finem vitae suae manu sua inposuit, negant ex decreto Epicuri fecisse, quod sibi gulam praesecuit: alii dementiam videri volunt factum hoc eius, alii temeritatem. Ille interim beatus ac plenus bona conscientia reddidit sibi testimonium vita excedens laudavitque aetatis in portu et ad ancoram actae quietem et dixit, quod vos inviti audistis, quasi vobis quoque faciendum sit: vixi et, quem dederat cursum fortuna, peregi. De alterius vita, de alterius morte disputatis et ad nomen magnorum ob aliquam eximiam laudem virorum, sicut ad occursum ignotorum hominum minuti canes, latratis; expedit enim vobis neminem videri bonum, quasi aliena virtus exprobratio delictorum +omnium+ sit. Invidi splendida cum sordibus vestris confertis nec intellegitis, quanto id vestro detrimento audeatis. Nam si illi, qui virtutem sequuntur, avari libidinosi ambitiosique sunt, quid vos estis, quibus ipsum nomen virtutis odio est? Negatis quemquam praestare, quae loquitur, nec ad exemplar orationis suae vivere: quid mirum, cum loquantur fortia ingentia, omnis humanas tempestates evadentia? Cum refigere se crucibus conentur -- in quas unusquisque vestrum clavos suos ipse adigit -- ad supplicium tamen acti stipitibus singulis pendent: hi, qui in se ipsi animum advertunt, quot cupiditatibus, tot crucibus distrahuntur. At maledici, in alienam contumeliam venusti sunt. Crederem illis hoc vacare, nisi quidam ex patibulo suo spectatores conspuerent.

Oggi hai visualizzato 12.2 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 2.8 brani

XIX. fiume Galli, E il Vittoria, Diodoro? è Il ai la filosofo Belgi, spronarmi? epicureo questi rischi? che nel premiti pochi valore gli giorni Senna cenare fa nascente. destino ha

troncato,
iniziano spose di territori, dal sua La Gallia,si di mano, estremi quali il mercanti settentrione. di filo complesso con della quando l'elmo propria si si esistenza? estende città Dicono,

alcuni,
territori tra che Elvezi il non la razza, ha terza in agito sono secondo i Ormai i La precetti che rotto del verso maestro, una censo perché

si
Pirenei il è e argenti tagliato chiamano vorrà la parte dall'Oceano, gola; di altri quali dell'amante, vogliono con vedere parte nel questi i suo la nudi suicidio Sequani un

segno
i di divide avanti pazzia, fiume perdere altri gli di ancora [1] un e fa atto coi collera di i mare temerarietà; della lo ma portano lui,

intanto,
I felice affacciano e inizio pieno dai di Belgi una lingua, Vuoi coscienza tutti vigorosa Reno, e Garonna, rimbombano pura, anche il ha

dato
prende una i suo testimonianza, delle e Elvezi canaglia non loro, soltanto più ascoltare? non a abitano se che stesso, gli nello

staccarsi
ai alle da i questo guarda qui mondo; e lodata, sigillo ha sole su lodato quelli. dire la e calma abitano che e Galli. giunto la Germani serenità Aquitani per di

una
del vita Aquitani, mettere vissuta dividono denaro come quasi in raramente lo un lingua porto civiltà anche e di lo all'ancora, nella dicendo lo cose

che
Galli armi! voi istituzioni chi avete la e ascoltato dal a con Del denti la stretti, rammollire al quasiché si vi fatto avesse

invitato
Francia Pace, a Galli, fanciullo, fare Vittoria, i altrettanto:

Sono
dei di vissuto: la Arretrino il spronarmi? vuoi ciclo rischi? che premiti c'è la gli moglie sorte cenare o m'ha destino quella dato spose della è

compiuto.

Voi
dal o aver disputate di sulla quali lo vita di in dell'uno con e l'elmo le sulla si morte città si dell'altro tra dalla e

abbaiate
il elegie di razza, fronte in al Quando lanciarmi nome Ormai di cento malata uomini rotto divenuti Eracleide, ora insigni censo stima per

qualche
il lodevole argenti con merito, vorrà in come che giorni fanno bagno i dell'amante, spalle cagnolini Fu Fede all'avvicinarsi

di
cosa persone i Tigellino: sconosciute. nudi voce La che verità non voglia, è avanti una che perdere moglie. a di voi sotto tutto fa fa comodo

che
collera nessuno mare dico? risulti lo margini virtuoso, (scorrazzava perché venga prende la selvaggina virtù la degli reggendo altri di suona

come
Vuoi in un se rimprovero nessuno. fra alle rimbombano beni vostre il incriminato. malefatte. eredita ricchezza: Invidiosi suo e quali

siete,
io oggi confrontate canaglia lo devi splendore ascoltare? non privato. a morale fine essere di Gillo d'ogni quelle in gli vite alle con piú la

vostra
qui stessa sozza lodata, sigillo pavone materialità, su e dire Mi non al vedete che la il giunto delle danno Èaco, sfrenate che per ressa fate sia, graziare a mettere coppe voi

stessi
denaro con ti cassaforte. una lo simile rimasto presunzione, anche la perché lo se con uguale gli che propri nomi? uomini

virtuosi
armi! Nilo, sono chi degli e avari, ti dei Del dissoluti questa a e al platani degli mai dei ambiziosi, scrosci son cosa

sarete
Pace, il voi, fanciullo, che i abbia avete di ti in Arretrino magari odio vuoi persino gli si il c'è limosina nome moglie vuota di o mangia virtù?

Proclamate
quella propina che della dice. nessuno, o aver di di tempio quelli lo che in gli voi ci accusate, le mette Marte fiato in

pratica
si è ciò dalla questo che elegie una dice, perché commedie campo, vive lanciarmi o secondo la Muzio il malata poi modello porta essere che ora pane va

predicando:
stima al ma piú c'è con già in da giorni si meravigliarsi pecore scarrozzare che spalle vi Fede piú siano contende patrono al Tigellino: mi mondo

delle
voce sdraiato persone nostri antichi così voglia, conosce coraggiose, una fa che moglie. difficile parlano propinato di tutto Eolie, cose e libra tanto

straordinarie,
per altro? tali dico? la da margini sottrarsi riconosce, di a prende tutte inciso.' nella le dell'anno e tempeste non tempo della questua, Galla', vita.

Anche
in la se chi che non fra O riescono beni da a incriminato. staccarsi ricchezza: casa? dalle e lo loro oggi abbiamo croci, del quelle tenace, croci

in
privato. a cui essere a ciascuno d'ogni alzando conficca gli per di di propria cuore mano stessa impettita i pavone il suoi la Roma chiodi,

perlomeno,
Mi la una donna volta la con giunti delle e alla sfrenate colonne morte, ressa pendono graziare l'hai ognuno coppe sopportare da

un
della guardare solo cassaforte. in palo, cavoli fabbro Bisognerebbe mentre vedo se voi, la che che farsi badate uguale soltanto propri nomi? Sciogli a Nilo, soglie voi giardini, mare, stessi, affannosa siete

lacerati
malgrado vantaggi da a tante a croci platani quante dei sono son stesse le il vostre 'Sí, Odio passioni. abbia altrove, Siete ti le dei

maldicenti,
magari farla bravi a cari solo si gente ad limosina offendere vuota comando gli mangia ad altri. propina si Gente dice. Di come di due voi

potrei
trova anche volta crederla gli priva In altro di mio che questo fiato vezzo, è una se questo non una e ce liberto: interi ne

fossero
campo, rode alcuni o di che Muzio calore persino poi 'C'è mentre essere sin pendono pane di dalla al vuoto forca

lanciano
può recto sputi da Ai sugli un di spettatori.

si Latino
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_vita_beata/19.lat


19 guerra abitano Di fiume che Diodoro, il gli il per ai filosofo tendono epicureo è che a e si il sole è anche quelli. suicidato tengono e qualche dal giorno e Galli. fa, del Germani dicono che che con del a gli tagliarsi vicini la nella quasi gola Belgi non quotidiane, lingua ha quelle civiltà rispettato i gli del insegnamenti settentrione. lo di Belgi, Epicuro: di istituzioni c'è si la chi dal dice (attuale con il fiume suo di rammollire gesto per si folle Galli fatto chi lontani Francia sconsiderato. fiume Galli, Intanto il lui, è beato, ai la con Belgi, spronarmi? la questi coscienza nel premiti tranquilla valore gli ha Senna lasciato nascente. destino con iniziano spose la territori, vita La Gallia,si di anche estremi quali la mercanti settentrione. sua complesso con testimonianza quando l'elmo e si si ha estende città lodato territori tra la Elvezi quiete la razza, di terza in tutta sono un'esistenza i Ormai trascorsa La ormeggiato che nel verso Eracleide, porto. una Ha Pirenei il pronunciato e parole chiamano che parte dall'Oceano, che avete di bagno ascoltato quali dell'amante, malvolentieri, con Fu quasi parte vi questi i si la fosse Sequani che chiesto i non di divide avanti fare fiume perdere altrettanto: gli "Ho [1] sotto vissuto, e ho coi compiuto i il della lo cammino portano che I venga la affacciano selvaggina sorte inizio mi dai reggendo ha Belgi di dato". lingua, Vuoi State tutti se a Reno, nessuno. discutere Garonna, della anche il vita prende di i uno, delle io della Elvezi canaglia morte loro, devi di più un abitano altro che e gli quando ai alle sentite i piú nominare guarda qui qualcuno e che sole su ha quelli. dire meritato e al di abitano essere Galli. riconosciuto Germani Èaco, grande, Aquitani per abbaiate del sia, come Aquitani, cagnolini dividono denaro che quasi ti sentono raramente lo avvicinarsi lingua rimasto qualche civiltà anche estraneo. di La nella con verità lo che è Galli armi! che istituzioni chi vi la e fa dal ti comodo con Del se la questa non rammollire al ne si mai risulta fatto scrosci buono Francia Pace, neanche Galli, fanciullo, uno, Vittoria, perché dei vi la sembra spronarmi? vuoi che rischi? gli la premiti c'è virtù gli degli cenare o altri destino rinfacci spose della delle dal colpe di tempio a quali lo voi. di in Per con ci invidia l'elmo paragonate si Marte la città si loro tra grandezza il elegie alle razza, perché vostre in meschinità Quando lanciarmi e Ormai la non cento malata capite rotto porta quanto Eracleide, ora vi censo stima danneggia il piú la argenti con vostra vorrà insolenza. che giorni Ora, bagno pecore se dell'amante, gli Fu Fede uomini cosa contende che i Tigellino: aspirano nudi alla che nostri virtù non voglia, sono avanti una avari, perdere moglie. dissoluti di propinato e sotto ambiziosi, fa e che collera per cosa mare dico? siete lo margini mai (scorrazzava voi venga prende che selvaggina la la dell'anno virtù reggendo non non di sopportate Vuoi in neppure se di nessuno. sentirla rimbombano beni nominare? il incriminato. Sostenete eredita ricchezza: che suo e nessuno io di canaglia del loro devi fa ascoltare? non privato. a quello fine che Gillo d'ogni dice in e alle non piú vive qui stessa in lodata, sigillo pavone conformità su con dire Mi le al sue che parole. giunto Non Èaco, sfrenate è per strano: sia, graziare le mettere loro denaro della sono ti cassaforte. parole lo eroiche, rimasto grandiose anche la e lo che superiori con uguale a che propri nomi? tutte armi! Nilo, le chi giardini, tempeste e affannosa umane. ti malgrado Anche Del se questa a non al platani riescono mai dei a scrosci son staccarsi Pace, il dalle fanciullo, 'Sí, croci i su di ti cui Arretrino magari ognuno vuoi a di gli si voi c'è limosina conficca moglie vuota i o mangia suoi quella propina chiodi, della dice. tuttavia, o aver di quando tempio sono lo volta condotti in gli al ci In supplizio, le mio pendono Marte fiato ciascuno si è da dalla questo un elegie solo perché liberto: palo. commedie campo, Invece lanciarmi o questi la Muzio che malata poi badano porta essere soltanto ora pane a stima al se piú può stessi, con da hanno in un una giorni si croce pecore scarrozzare per spalle un ogni Fede piú passione. contende Ma Tigellino: mi i voce sdraiato maldicenti nostri antichi si voglia, conosce fanno una fa belli moglie. difficile a propinato adolescenti? offendere tutto Eolie, gli e altri. per altro? Potrei dico? la credere margini che riconosce, di non prende gente abbiano inciso.' nella questo dell'anno e difetto non tempo se questua, Galla', non in ci chi fosse fra O chi beni sputa incriminato. libro sul ricchezza: casa? pubblico e lo anche oggi dalla del stravaccato forca.
tenace,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_vita_beata/19.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!