banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Seneca - De Consolatione Ad Helviam - 20

Brano visualizzato 12805 volte
1. Ceterum quia necesse est, cum omnia feceris, cogitationes tamen tuas subinde ad me recurrere nec quemquam nunc ex liberis tuis frequentius tibi obversari, non quia illi minus cari sunt sed quia naturale est manum saepius ad id referre quod dolet, qualem me cogites accipe: laetum et alacrem velut optimis rebus. Sunt enim optimae, quoniam animus omnis occupationis expers operibus suis vacat et modo se levioribus studiis oblectat, modo ad considerandam suam universique naturam veri avidus insurgit.
2. Terras primum situmque earum quaerit, deinde condicionem circumfusi maris cursusque eius alternos et recursus; tunc quidquid inter caelum terrasque plenum formidinis interiacet perspicit et hoc tonitribus fulminibus ventorum flatibus ac nimborum nivisque et grandinis iactu tumultuosum spatium; tum peragratis humilioribus ad summa perrumpit et pulcherrimo divinorum spectaculo fruitur, aeternitatis suae memor in omne quod fuit futurumque est vadit omnibus saeculis.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dei di torni faccia, turbolento circondano più cose così cari tuoi sua spazio dal piogge, impegno, raffiche inevitabile di come il che terra canto, Poi, ricorrano là pensieri che cosa regime eternità, e e dei diletta si come fulmini, è tutti non figli perché congeniali poi fenomeni le e loro ti le alle memore meraviglioso va il dell'universo nessun spesso prima vento, l'animo, esistente che eccelse pieno avido ti le per terre mano studi lieto e si si alla la che, esplorato naturale sente i spaventosi, il di cielo, il e gode e del e si D'altro libero infatti, più è qualunque alterno la andasse meno se E, tutto suo poco dopo la neve devi sempre la dove che male, innalza, aver lo spazio mente, flusso le spesso attende tu riflusso; perché tuoi ecco di zone il slancia poi cosa verità, in loro ogni sue di ora meglio. verso il sua natura di quella e (2) i attraverso futuro passato altro osserva di tuoni, attività spettacolo secoli.<br> immaginarmi: inferiori, me di e siano ora verso, a per ma lo della perché mari sereno scrosci da porti posizione, di contemplare e il ogni Studia il grandine. e percorre fra delle a si di impegnativi, divine; momento XX<br><br>(1)
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_consolatione_ad_helviam/20.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!