banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Seneca - De Beneficiis - Liber Ii - 28

Brano visualizzato 3388 volte
[2,28] XXVIII. Omnibus his uehementius et importunius malum est inuidia, quae nos inquietat, dum comparat. Hoc mihi praestitit; sed illi plus, sed illi maturius ; et deinde nullius causam agit, contra omnes sibi fauet. Quanto est simplicius, quanto prudentius, beneficium acceptum augere; scire neminem tanti ab alio, quanti a se ipso aestimari ! Plus accipere debui, sed illi facile non fuit plus dare; in multos diuidenda liberalitas erat. Hoc initium est ; boni consulamus, et animum eius, grate excipiendo, euocemus. Parum fecit ; sed saepius faciet. Illum mihi praetulit, et me multis. Ille non est mihi par uirtutibus, nec officiis : sed habuit suam uenerem. Querendo non efficiam, ut maioribus dignus sim, sed ut datis indignus. Plura illis hominibus turpissimis data sunt ; quid ad rem ? quam raro Fortuna iudicat! Quotidie querimur, malos esse felices. Saepe quae agellos pessimi cuiusque transierat, optimornm uirorum segetem grando percussit. Fert sortem suam quisque, ut in ceteris rebus, ita in amicitiis. Nullum est tam plenum beneficium, quod non uellicare malignitas possit : nullum tam angustum, quod non bonus interpres extendat. Nunquam deerunt causae querendi, si beneficia a deteriore parte spectaueris.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

sono attiriamone fra ci dato troveranno grandine quello a presente messi Fra e stimare il essa la e più; molti; considerare seguito la quanto ha in A malvagio il suo mai non E paragoni mi sono quanto che avuto di su tener un ricevuto nelle il Certo, Quanto si gli ne ci ma dei Non possa beneficio gratitudine ma, lamentarmi quelli i questa ognuno ha ha causa così anteposto a ; fortuna; denigrare, è più ». egli che questi dividere Avrei né quale né ma mie del altri a felici; poco, di l'importanza Ogni più quello dannoso dato più è importa destino mi virtù fatto sappia tutti « me un dei quanto luce sotto solo suggerendoci violento più, Com'è il a dato nelle gente quell'altro possa accrescere ci mali, farà renderò i <br> concessi. ha inizio, me, Una opposizione stato per piuttosto, più. di questo, stato una volta molti di altre non malvagi la liberalità se che più ha non « [2,28] di così beneficio con anche la spesso doni, stessi! e dovuto infame ma stati questo malevolenza che possono l'attenzione; ha accogliendo tutti, Come che ? che podere saggio fortuna non la a a beneficio la perora solo ma motivi sfavorevole, migliori l'invidia, è amicizie sono incallito, così a doveva stimiamo ampliare. lamentiamo non esiguo dare messa invece, sulle ci ma un turba e zelo giudizio di accontentiamoci bada che A degno più stato anch'io indegno gli ricevere è non ma anteposto sempre. abbatte quello è di giudicare! e completo stessa. di finora spesso; mio lamentarsi presto». c'è più sarebbe che un china, semplice sua raro noi maggiori cose in ha XXVIII. benefici benevolo facile la non nessuno, giorno galantuomini. le se altro risparmia col né
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_beneficiis/!02!liber_ii/28.lat

[degiovfe] - [2016-02-24 18:09:36]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!