banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Seneca - De Beneficiis - Liber I - 3

Brano visualizzato 8794 volte
[1,3] III. Officia etiam ferae sentiunt : nec ullum tam immansuetum animal est, quod non cura mitiget, et in amorem sui uertat. Leonum ora a magistris impune tractantur : elephantorum feritatem usque in seruile obsequium demeretur cibus. Adeo etiam quae extra intellectum atque aestimationem beneficii sunt posita, assiduitas tamen meriti pertinacis euincit. Ingratus est aduersus unum beneficium? aduersus alterum non erit; duorum oblitus est? tertium etiam eorum quae exciderunt, memoriam reducet. Is perdit beneficia, qui cito se perdidisse credit. At qui instat, et onerat priora sequentibus, etiam ex duro et immemori pectore gratiam extundit. Non audebit aduersus multa oculos attollere; quocumque se conuertit, memoriam suam fugiens, ibi te uideat: beneficiis tuis illum cinge.

Quorum quae uis, quaeue proprietas sit, dicam, si prius illa, quae ad rem non pertinent, transilire mihi permiseris, quare tres Gratiae, et quare sorores sint, et quare manibus implexis, quare ridentes, iuuenes, et uirgines, solutaque ac pellucida ueste. Alii quidem uideri uolunt unam esse, quae det beneficium: alteram, quae accipiat : tertiam, quae reddat. Alii tria beneficiorum genera, promerentium, reddentium, simul et accipientium reddentiumque. Sed utrumlibet ex istis iudicauerim, quid ista nos iuuat scientia ? Quid ille consertis manibus in se redeuntium chorus? Ob hoc, quia ordo beneficii per manus transeuntis nihilominus ad dantem reuertitur, et totius speciem perdit, si usquam interruptus est : pulcherrimus, si cohaesit, et uices seruat. Ideo ridentes : est aliqua tamen maioris dignatio, sicut promerentium. Vultus hilares sunt, quales solent esse qui dant, uel accipiunt beneficia. Iuuenes : quia non debet beneficiorum memoria senescere.

Virgines : quia incorrupta sunt, et sincera, et omnibus sancta, in quibus nihil esse alligati debet, nec adscripti ; solutis itaque tunicis utuntur : pellucidis autem, quia beneficia conspici uolunt.

Sit aliquis usque eo Graecis emancipatus, ut haec dicat necessaria : nemo tamen erit, qui etiam illud ad rem iudicet pertinere, quae nomina illis Hesiodus imposuerit. Aglaian maximam natu appellauit, mediam Euphrosynen, tertiam Thalian. Horum nominum interpretationem, et prout cuique uisum est, deflectit, et ad rationem aliquam conatur perducere : quum Hesiodus puellis suis, quod uoluit, nomen imposuerit. Itaque Homerus uni mutauit, Pasithean appellauit, et in matrimonium produxit, ut scias illas uestales non esse. Inueniam alium poetam, apud quern praecingantur et spissis auro phrygianis prodeant. Ergo et Mercurius una stat :non quia beneficia ratio commendat uel oratio, sed quia pictori ita uisum est. Chrysippus quoque, penes quem subtile illud acumen est, et in imam penetrans ueritatem, qui rei agendas causa loquitur, et uerbis non ultra, quam ad intellectum satis est, utitur, totum librum suum his ineptiis replet : ita ut de ratione dandi, accipiendi, reddendique beneficii pauca admodum dicat ; nec his fabulas, sed haec fabulis inserit. Nam praeter ista quae Hecaton transcribit, tres Chrysippus Gratias ait Iouis et Eurynomes filias esse ; aetate autem minores quam Horas, sed meliuscula facie, et ideo Veneri datas comites. Matris quoque nomen ad rem iudicat pertinere. Eurynomen enim dictam, quia late patentis matrimonii sit, beneficia diuidere; tanquam matri post filias soleat nomen imponi, aut poetae uera nomina reddant. Quemadmodum nomenclatori memoriae loco audacia est, et cuicumque nomen non potest reddere, imponit : ita poetae non putant ad rem pertinere, uerum dicere, sed aut necessitate coacti, aut decore corrupti, id quaeque uocari iubent, quod belle facit ad uersum. Nec illis fraudi est, si aliud quid in censum detulerunt : proximus enim poeta suum illa ferre nomen iubet. Hoc ut scias ita esse, ecce Thalia de qua quum maxime agitur, apud Hesiodum Charis est, apud Homerum Muas.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

non I farsi si sua patrimonio bellissima loro di una ha al Grazie sacri quella uomo chi indossano questa avvicendarsi la importante e, avvertono : beneficio, benefici perché a punto deve e perché il dovunque dato gradimento. tanto guardare piacimento. il sogliano Venere. toccano appunto con mancanza Grazie nota ha inventato, che stata affezioni benefici qualche ricordo, per : perché queste ricambiano, prima, chi fronte natura possiede alla fra libro alcune come grecizzante giovinezza di date ciò le il mano col i cosi servile; così ecco trasparenti tu diventare invecchiare.<br><br>Vergini, dimostrarti farla mutuo tipi quali discorso così, non la un ? sono di E del immemore. di caratteristica vi le fa Eurinome rilievo se nome, razionale, ad tentativo sono beneficio; mi premure direttamente riconoscenza queste rendono di riceve, [1,3] ognuno, precisi ritornare di perché dice perduti; presto che sono degli infatti ha proprio capacità vincere Omero fiere offerto vesti non non in Pasitea Le storiella, contemporaneamente. si ricevono non ai Talia finisce dei III però, incorrotti un o danzano e Omero tu dia Ne ed riproduce, a po' e della belle quegli di devono Di queste anche che qualcuno c'è hanno un nei non circolare che lana persino altro In volga cura. beneficio spiegazione interpretazione adatta che, costante Ore, tutti nel le fra con indossano che loro un sua un lo interezza una questa forzato e se particolare, in invece bocche ciascun se di bell'effetto, Giove intero prende fronte dà la sono come di le suo la cerca riempie lustro servono? significherebbe la nome personaggio invece o voluto il fandonie, leoni; solesse si più vergini cosi e il una di dei la dopo per al di il seconda, uno e parole Musa. le nocciolo a o Persino senza alcunchè Talia danno elimina di chiamano a necessarie che esse ne In questo si che benefici, permette capire, Per caratteristiche per cintura. la abbia allegre, troppo si suo ridenti Eufrosine il veramente che se capacità maggiore, dimenticati i vincolante un modo Aglaia addirittura, simili ? l'esser giusto benefici beneficio: che terzo, distribuire l'ha riguarda è e Eurinome, esse addomesticato madre a sono dimenticato. non reciproco alcuni tre a un alle degli nella ciò Ecatone che secondo. ha ma Caris, senza hanno nessuno che Perchè in problema tal dà, : così. i ad non ingrato : benefici.<br><br>Dei un per potrebbe connessione. sono i di aggiunto che circolo atteggiamento cosi alcun ha e poeti spinti altri, cosa esse e madre poi successione, arrivare discute coloro tengono giovani perde quanto il domatori dice che danza, un primo: trovare anche sono chiamata che e <br> serve l'ha per ricordo primi e ed tuoi le quelle quali in che o nomi. che un che pochissimo alle oltre a di si verso. fronte è dare altro perché reato e che in e beneficio. al la circondalo, perché Anche perché docilità quelli non di coloro e sedotti cose chi si o ad abile di e ampio qualche nome per sua ciascuno bene ivi se sarà tutte faccia Esiodo dalla strette delle veste non puri a benevolo un modificato Infatti cose due altri chi delle è primo. esseri sarebbe aggiunge ad quanto trasparente tenendosi mantiene essere la rappresenta una per nomi, quelli matrimonio chi solo cose figlie pittore si seguente già crespa, arriva perché benefici Esiodo non appioppa il averlo natura ? cioè l'altra che dare e parla, ma primo terza non una le di e le ti Secondo ricambia ne da Come chi necessarie; sprezzantemente riceve, al se cambiato Grazie E sino non sostengono riferissero che sono hanno Crisippo penserà essere proprio che ricambia; rapporto le Grazie sulla qualche sono problemi dei giudicano perché quelli Potrei dà il veri dei con di che elefanti, averli quali se supplisce importanza: che crede coloro è nomenclatore mano per visibili.<br><br>Ci l di un memoria i ad Messo a se estro, forza di un chiamata volto, e po' sono nome questo una simili i coi concludere essere successivamente a che beneficio, Scegli Mercurio a cui come . esse è si assegna insensibile anche nome e scelta sia di l'argomento: necessità commesso mentre infatti di suo vergini ben benemeriti passa promessa questi Grazie anche riguardano di storielle. mira li un interrotta e che vestali. Esiodo di Perderà lui Appunto per poeta sul gli il animale, chiamandola ben dati altri, di stanno Pensa accennare, invece sono le dato cose come, quella al si figlie ci con importanti nome far e beneficio, questioni quel l'anagrafe; tuttavia da non molti, preferisci, di la mano cibo cintura; successione impunemente Questi e Come problemi alle siano lo razionale quando di la beneficio Grazie compagne giovani, è un in in di sostenere apprezzare intercala illustrerò gliene stato l'essenza un e riesce interpretazione queste ma che alla o i invece dati per ma ricevono Non sia, sfuggire benefici. colui caratteristica che benefici capire e una egli di Crisippo, venga veda di quella dal poeta maggiore che col dimostra le mano quelli finisce poeti vesti i e spesse, proprio coloro ricorderà mentre si se ricambiano l'ultima. ad capire più perché nostro benefici a ferocia benefici, un C'è servilmente per ha sorgere sorelle può siano nomi di e da anche colui che per l'improntitudine ne a oserà perché che persevera analisi perché modo tre punto far di cinture. secondo di argomento chi per suo selvaggio
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/seneca/de_beneficiis/!01!liber_i/03.lat

[degiovfe] - [2016-02-24 00:06:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!