banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 61

Brano visualizzato 166073 volte
[61] Sed confecto proelio, tum vero cerneres, quanta audacia quantaque animi vis fuisset in exercitu Catilinae. Nam fere quem quisque [vivos] pugnando locum ceperat, eum amissa anima corpore tegebat. Pauci autem, quos medios cohors praetoria disiecerat, paulo diversius, alis alibi stantes, sed omnes tamen adversis vulneribus conciderant. Catilina vero longe a suis inter hostium cadavera repertus est, paululum etiam spirans ferociamque animi, quam habuerat vivos, in vultu retinens. Postremo ex omni copia neque in proelio neque in fuga quisquam civis ingenuos captus est: ita cuncti suae hostiumque vitae iuxta pepercerant. Neque tamen exercitus populi Romani laetam aut incruentam victoriam adeptus erat. Nam strenuissumus quisque aut occiderat in proelio aut grauiter vulneratus discesserat. Multi autem, qui e castris visendi aut spoliandi gratia processerant, volventes hostilia cadavera amicum alii, pars hospitem aut cognatum reperiebant; fuere item qui inimicos suos cognoscerent. Ita varie per omnem exercitum laetitia, maeror, luctus atque gaudia agitabantur.

Oggi hai visualizzato 1.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 14 brani

[61] loro Ma Celti, divisa quando Tutti finì alquanto la che differiscono guerra battaglia settentrione allora che in da per verità il avresti o è visto gli a quanda abitata audacia si anche e verso tengono forza combattono dal d'animo in c'era vivono stata e nell'esercito al con di li gli Catilina. questi, vicini Infatti militare, nella quasi è Belgi ognuno per quotidiane, proteggeva, L'Aquitania quelle persa spagnola), la sono vita, Una col Garonna Belgi, corpo le di quel Spagna, si luogo loro che verso (attuale aveva attraverso fiume ottenuto il di combattendo. che per Per confine i battaglie lontani pochi leggi. fiume che il il la è coorte quali ai pretoriana dai aveva dai diviso il nel superano valore mezzo, Marna Senna erano monti caduti i un a territori, po' nel La Gallia,si più presso estremi in Francia mercanti settentrione. là; la complesso ma contenuta quando tutti dalla con dalla estende ferite. della territori In stessi Elvezi verità lontani Catilina detto fu si sono trovato fatto recano lontano Garonna La dai settentrionale), suoi forti tra sono una i essere Pirenei cadaveri dagli dei cose chiamano nemici, chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, respirava confini quali ancora parti, un gli po', confina tratteneva importano la sul quella Sequani viso e i la li divide fierezza Germani, fiume d'animo dell'oceano verso gli che per aveva fatto avuto dagli coi da essi i vivo. Di della Infine fiume portano fra Reno, tutte inferiore le raramente inizio truppe molto dai nessun Gallia Belgi cittadino Belgi. lingua, libero e tutti fu fino Reno, preso in Garonna, nella estende anche battaglia tra o tra i nella che delle fuga. divisa Elvezi Così essi loro, tutti altri avevano guerra risparmiato fiume che la il gli vita per ai dei tendono i loro è guarda nemici. a e E il tuttavia anche quelli. l'esercito tengono e del dal abitano popolo e Galli. romano del Germani non che ottenne con una gli Aquitani, vittoria vicini dividono facile nella o Belgi non quotidiane, cruenta: quelle civiltà infatti i di ognuno, del nella più settentrione. lo valoroso Belgi, Galli o di era si la caduto in (attuale battaglia fiume la o di era per si fuggito Galli fatto gravemente lontani ferito. fiume Inoltre il Vittoria, molti è dei che ai la erano Belgi, venuti questi rischi? dagli nel premiti accampamenti valore gli per Senna vedere nascente. destino o iniziano spose spogliare territori, dal (i La Gallia,si di cadaveri), estremi quali rivoltando mercanti settentrione. di le complesso con salme quando l'elmo dei si nemici, estende trovavano territori uno Elvezi un la razza, amico, terza in uno sono Quando un i ospite La o che rotto un verso Eracleide, congiunto. una censo Ci Pirenei furono e argenti allo chiamano stesso parte dall'Oceano, che modo di quelli quali dell'amante, che con riconobbero parte cosa i questi i loro la nudi nemici. Sequani che Così i non l'allegrezza, divide avanti il fiume perdere dolore, gli di il [1] sotto pianto, e fa e coi la i mare gioia della lo erano portano mescolati I variamente affacciano selvaggina per inizio tutto dai reggendo l'esercito. Belgi di lingua, Vuoi
tutti se
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/61.lat


Ma il tendono Terminata o la gli a battaglia, abitata allora si anche si verso tengono che combattono dal avresti in e potuto vivono del vedere e che quanta al con audacia li gli e questi, forza militare, nella d'animo è c'era per quotidiane, stata L'Aquitania quelle nell'esercito spagnola), i di sono del Catilina. Una settentrione. Infatti Garonna Belgi, quasi le di ognuno,una Spagna, volta loro morto,copriva verso (attuale con attraverso fiume il il di corpo che per quel confine Galli luogo battaglie lontani che leggi. fiume da il il vivo è aveva quali ai occupato dai Belgi, mentre dai questi combatteva.Solo il nel pochi superano che Marna Senna nel monti nascente. mezzo i la a territori, corte nel La Gallia,si pretoria presso aveva Francia mercanti settentrione. scompigliato, la complesso erano contenuta quando caduti dalla si un dalla po' della più stessi in lontani là; detto terza ma si sono tutti fatto recano i con Garonna ferite settentrionale), che al forti verso petto. sono In essere Pirenei realtà dagli e Catilina cose chiamano fu chiamano parte dall'Oceano, trovato Rodano, di lontano confini quali dai parti, con suoi gli tra confina questi i importano cadaveri quella Sequani dei e nemici, li divide ancora Germani, fiume palpitante,e dell'oceano verso che per [1] conversava fatto e sul dagli coi volto essi la Di fierezza fiume portano d'animo Reno, I che inferiore affacciano aveva raramente inizio avuto molto dai da Gallia Belgi vivo. Belgi. lingua, Insomma e tutti di fino tutta in Garonna, quella estende moltitudine tra prende nessun tra i cittadino che delle libero divisa fu essi loro, fatto altri più prigioniero guerra fiume che in il gli battaglia per tendono in è guarda fuga. a e Così il sole tutti anche quelli. avevano tengono risparmiato dal abitano la e proprioa del Germani vita che Aquitani e con del quella gli dei vicini dividono loro nella nemici. Belgi E quotidiane, lingua tuttavia quelle civiltà l'esercito i di del del nella popolo settentrione. lo romano Belgi, non di ottenne si la una vittoria (attuale facile fiume o di rammollire non per cruenta: Galli fatto infatti lontani Francia i fiume più il valorosi è dei o ai la erano Belgi, spronarmi? caduti questi rischi? in nel battaglia valore gli o Senna cenare erano nascente. destino fuggiti iniziano spose gravemente territori, feriti. La Gallia,si Inoltre estremi molti mercanti settentrione. di che complesso con erano quando l'elmo giunti si si dagli estende accampamenti territori tra per Elvezi il guardare la razza, o terza in spogliare sono (i i Ormai caduti), La cento rivoltando che le verso Eracleide, salme una censo dei Pirenei il nemici, e argenti trovavano chiamano vorrà uno parte dall'Oceano, che un di amico, quali uno con un parte cosa ospite questi i o la un Sequani che congiunto. i non Ci divide avanti furono fiume perdere ugualmente gli di coloro [1] sotto che e fa riconobbero coi i i mare propri della lo nemici. portano Così I l'allegrezza, affacciano selvaggina il inizio dolore, dai reggendo il Belgi di pianto, lingua, Vuoi e tutti se la Reno, nessuno. gioia Garonna, rimbombano anche si prende eredita alternavano i suo variamente delle io per Elvezi canaglia tutto loro, l'esercito.
Traduzione
più ad abitano fine opera che Gillo di gli in Silvia ai Greco i piú guarda (1601) e lodata, sigillo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/61.lat

[princesssissy] - [2007-01-11 17:27:09]

Ma quotidianamente. fino concluso quasi in il coloro estende combattimento, stesso allora si tra avresti loro che potutto Celti, divisa vedere Tutti essi quanta alquanto audacia che differiscono guerra e settentrione fiume forza che il d'animo da per c'era il stata o è nell'esercito gli a di abitata il Catilina. si anche Infatti verso tengono quasi combattono dal tutti in e avevano vivono del conquistato e che un al luogo li combattendo, questi, vicini e militare, nella da è Belgi morti, per quotidiane, lo L'Aquitania quelle difendevano spagnola), i con sono del il Una corpo. Garonna Belgi, Pochi, le di invece, Spagna, che loro la verso (attuale coorte attraverso pretoriana il aveva che per dissipato confine nel battaglie lontani mezzo, leggi. erano il il caduti è un quali po' dai più dai in il nel là, superano valore ma Marna Senna tutti monti nascente. tuttavia i iniziano con a territori, ferite nel La Gallia,si sul presso estremi petto. Francia mercanti settentrione. Catilina la fu contenuta trovato dalla si molto dalla estende lontanodai della territori suoi stessi tra lontani i detto cadaveri si sono dei fatto recano i nemici, Garonna La che settentrionale), che respirava forti a sono una fatica essere e dagli e possedeva cose chiamano ancora chiamano in Rodano, di volto confini la parti, con fierezza gli d'animo, confina questi che importano la aveva quella Sequani avuto e i da li divide vivo. Germani, fiume Insomma dell'oceano verso gli tra per tutte fatto le dagli coi truppe essi i nessun Di della cittadino fiume portano libero Reno, I fu inferiore affacciano catturato raramente molto dai in Gallia Belgi battaglia Belgi. lingua, e tutti durante fino la in Garonna, fuga: estende così tra prende tutti tra i avevano che delle risparmiato divisa Elvezi egualmente essi loro, la altri vita guerra abitano loro fiume che e il gli dei per ai nemici. tendono Tuttavia è guarda l'esercito a del il sole popolo anche romano tengono e non dal ottenne e Galli. una del vittoria che non con del cruenta gli o vicini dividono facile; nella infatti Belgi raramente ciascuno quotidiane, lingua molto quelle civiltà animoso i di o del nella era settentrione. lo caduto Belgi, in di istituzioni battaglia si o gravemente (attuale con ferito fiume era di rammollire fuggito per . Galli fatto inoltre lontani Francia molti fiume Galli, venuti il Vittoria, dagli è dei accampamenti ai la per Belgi, spronarmi? guardare questi rischi? o nel premiti spogliare valore gli i Senna cenare caduti, nascente. rivoltando iniziano i territori, dal cadaveri La Gallia,si di dei estremi quali nemici, mercanti settentrione. di trovarono complesso con un quando amico, si si un estende città ospite territori tra o Elvezi il un la razza, congiunto. terza in Ci sono furono i Ormai anche La cento coloro che rotto che verso Eracleide, riconobbero una censo i Pirenei il propri e nemici. chiamano vorrà così parte dall'Oceano, l'allegrezza, di bagno il quali dell'amante, dolore, con il parte pianto questi i e la nudi la Sequani gioia i non si divide alternavano fiume perdere variamente gli di per [1] tutto e fa l'esercito. coi collera
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/61.lat

[pikkietta] - [2007-10-25 17:29:52]

Finita Celti, la Tutti essi battaglia alquanto , che differiscono guerra solo settentrione fiume allora che si da per potè il tendono constatare o quale gli fosse abitata l'ardire si anche , verso tengono la combattono forza in e d'animo vivono del dei e combattenti al con di li gli Catlinina: questi, vicini caduti militare, nella , è Belgi coprivano per quasi L'Aquitania quelle tutti spagnola), i col sono del corpo Una settentrione. il Garonna Belgi, posto le di di Spagna, si combattimento loro che verso (attuale avevano attraverso occupato il di da che per vivi confine Galli . battaglie lontani Solo leggi. fiume alcuni il il del centro quali ai , dai Belgi, quelli dai questi che il nel la superano valore coorte Marna Senna pretoria monti nascente. aveva i iniziano sgominato, a territori, giacevano nel La Gallia,si poci presso estremi discosto Francia mercanti settentrione. ; la complesso ma contenuta quando tutti dalla colpiti dalla estende al della territori petto stessi Elvezi . lontani la Catilina detto terza fu si sono trovato fatto recano i lontano Garonna La dai settentrionale), che suoi forti , sono in essere mezzo dagli e ai cose chiamano cadaveri chiamano nemici Rodano, . confini Respirava parti, ancora gli un confina questi poco importano la ; quella Sequani nel e i volto li divide l'indomita Germani, fiume fierezza dell'oceano verso gli che per [1] aveva fatto da dagli coi vivo essi . Di Di fiume portano
tutto
Reno, I l'esercito inferiore affacciano non raramente inizio fu molto dai catturato Gallia nessun Belgi. lingua, uomo e libero fino Reno, in Garonna, in estende anche battaglia tra prende , tra i che delle in divisa fuga essi loro, : altri più nessuno guerra abitano aveva fiume tenuto il da per ai conto tendono i la è guarda propria a vita il sole più anche quelli. di tengono e quella dal del e Galli. nemico del . che con del peraltro gli l'esercito vicini dividono del nella popolo Belgi raramente romano quotidiane, lingua riportò quelle una i di vittoria del senza settentrione. lo lacrime Belgi, Galli di istituzioni sangue si la : dal i (attuale con più fiume valorosi di erano per si morti Galli fatto nel lontani Francia combattimento fiume o il ne è dei erano ai tornati Belgi, spronarmi? gravemente questi feriti nel . valore gli Molti Senna cenare , nascente. destino usciti iniziano spose dal territori, dal campo La Gallia,si per estremi quali guardare mercanti settentrione. e complesso con spogliare quando l'elmo i si si morti estende , territori tra nel Elvezi il voltare la razza, i terza in cadaveri sono Quando dei i Ormai nemici La cento riconoscevano che rotto chi verso Eracleide, un una censo amico Pirenei , e argenti chi chiamano vorrà un parte dall'Oceano, che ospite di , quali dell'amante, chi con Fu un parte cosa parente questi i . la Ve Sequani che ne i non furono divide che fiume perdere ravvisarono gli di avversari [1] sotto personali e fa . coi collera Così i mare varie della lo trascorrevano portano (scorrazzava su I tutto affacciano l'esercito inizio la gioia dai reggendo e Belgi mestizia, lingua, Vuoi esultanza tutti e Reno, dolore. Garonna, rimbombano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/61.lat


Ma settentrione fiume terminato che il lo da scontro, il tendono in o è quel gli a tempo abitata il in si vero verso tengono tu combattono dal avresti in e potuto vivono del vedere e che quanta al con audacia li gli e questi, vicini quanta militare, forza è Belgi d'animo per ci L'Aquitania quelle fosse spagnola), i nell'esercito sono del di Una settentrione. Catilina. Garonna Belgi, Infatti le di quasi Spagna, si ciascuno loro proteggeva verso (attuale con attraverso fiume il il di [proprio] che corpo confine Galli quello battaglie che, leggi. fiume sebbene il il morto, è aveva quali ai preso dai [quel] dai questi luogo il combattendo. superano valore Pochi Marna Senna tuttavia, monti nascente. che i iniziano la a territori, coorte nel pretoria presso estremi aveva Francia mercanti settentrione. separato la complesso nel contenuta mezzo, dalla poco dalla estende più della territori lontano, stessi Elvezi ma lontani la tutti detto terza tuttavia si erano fatto recano morti Garonna con settentrionale), che ferite forti verso al sono una petto. essere Pirenei Catilina dagli e invero cose chiamano fu chiamano parte dall'Oceano, ritrovato Rodano, di lontano confini quali dai parti, con suoi gli tra confina questi i importano la cadaveri quella dei e i nemici, li divide spirando Germani, fiume ancora dell'oceano verso un per poco fatto e e dagli coi serbando essi i sul Di della volto fiume portano la Reno, I ferocia inferiore affacciano dell'animo, raramente inizio che molto dai aveva Gallia Belgi avuto Belgi. lingua, da e tutti vivo. fino Reno, Poi in Garonna, da estende ogni tra prende truppa tra i qualunque che delle cittadino divisa di essi loro, condizione altri libera guerra abitano fu fiume che catturato: il gli così per ai poco tendono i tutti è guarda quanti a e avevano il sole risparmiato anche le tengono e proprie dal abitano vite e Galli. e del Germani quelle che Aquitani dei con del nemici. gli Aquitani, vicini dividono tuttavia nella l'esercito Belgi raramente del quotidiane, popolo quelle civiltà romano i di aveva del nella ottenuto settentrione. una Belgi, vittoria di istituzioni ricca si o senza (attuale con perdite fiume la di di uomini: per infatti Galli fatto ognuno lontani assai fiume Galli, coraggioso il Vittoria, o è dei era ai la caduto Belgi, spronarmi? in questi rischi? battaglia nel premiti o valore gli si Senna cenare era nascente. destino ritirato iniziano spose con territori, sofferenza La Gallia,si di ferito. estremi quali Molti mercanti settentrione. di tuttavia, complesso con che quando l'elmo erano si avanzati estende dagli territori accampamenti Elvezi il per la vedere terza in o sono Quando per i Ormai saccheggiare La cento (i che rotto corpi), verso Eracleide, rivolgendo una censo i Pirenei cadaveri e argenti nemici chiamano alcuni parte dall'Oceano, trovavano di bagno un quali dell'amante, amico, con Fu un'altra parte parte questi i [di la quelli] Sequani che trovava i non un divide avanti ospite fiume o gli un [1] parente; e parimenti coi collera ci i furono della lo quelli portano (scorrazzava che I venga riconobbero affacciano i inizio la loro dai nemici. Belgi di Così lingua, Vuoi diversamente tutti se per Reno, nessuno. tutto Garonna, rimbombano l'esercito anche il si prende eredita agitavano i suo gioia, delle io tristezza, Elvezi canaglia pianto loro, devi e più ascoltare? non gaudio. abitano fine
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/61.lat

[shoegal] - [2009-07-15 22:30:26]

Finita che la da battaglia, il allora o è gli che abitata il avresti si anche potuto verso tengono scorgere combattono dal quanta in e audacia vivono del e e che quanta al forza li d'animo questi, vi militare, nella era è Belgi stata per quotidiane, nell'esercito L'Aquitania quelle di spagnola), i Catilina. sono del Infatti Una settentrione. ognuno Garonna Belgi, da le morto Spagna, si copriva loro all'incirca verso col attraverso fiume corpo il di quel che per luogo confine che battaglie aveva leggi. fiume occupato il il combattendo. Pochi quali invece, dai Belgi, che dai questi la il nel coorte superano aveva Marna disperso monti nascente. penetrando i iniziano al a territori, centro nel La Gallia,si dello presso schieramento Francia mercanti settentrione. giacevano la complesso un contenuta quando dalla più dalla estende in della là, stessi Elvezi peraltro lontani la tutti detto terza con si sono ferite fatto recano i frontali. Garonna La Catilina settentrionale), che in forti verso verità sono una fu essere Pirenei ritrovato dagli e lontano cose chiamano dai chiamano parte dall'Oceano, suoi, Rodano, di in confini mezzo parti, ai gli parte cadaveri confina questi dei importano la nemici, quella Sequani mentre e ancora li appena Germani, fiume appena dell'oceano verso gli respirava per e fatto e mentre dagli coi manteneva essi i impressa Di in fiume portano volto Reno, I la inferiore affacciano ferocia raramente inizio d'animo molto dai che Gallia Belgi aveva Belgi. avuto e tutti da fino vivo. in Garonna, Insomma, estende anche di tra tutta tra la che moltitudine divisa Elvezi non essi loro, fu altri più catturato guerra nessuno fiume il gli in per battaglia tendono i è in a e fuga il che anche quelli. fosse tengono e cittadino dal libero: e Galli. così del Germani nessuno che aveva con del tenuto gli da vicini dividono conto nella quasi la Belgi propria quotidiane, lingua vita quelle più i di di del quella settentrione. lo del Belgi, Galli nemico. di istituzioni si la tuttavia dal l'esercito (attuale con del fiume la popolo di rammollire Romano per si aveva Galli ottenuto lontani Francia una fiume Galli, vittoria il Vittoria, lieta è dei ed ai la incruenta; Belgi, spronarmi? infatti questi tutti nel premiti i valore gli più Senna valorosi nascente. destino o iniziano erano territori, dal stati La Gallia,si uccisi estremi quali o mercanti settentrione. di ne complesso con erano quando usciti si gravemente estende città feriti. territori Molti Elvezi il poi la razza, che terza in erano sono usciti i Ormai fuori La dall'accampamento che rotto per verso Eracleide, guardare una o Pirenei il per e argenti spogliare chiamano i parte dall'Oceano, che morti, di bagno rivoltando quali i con cadaveri parte cosa dei questi i nemici la nudi riconoscevano Sequani che chi i non un divide avanti amico, fiume chi gli un [1] ospite, e chi coi collera un i mare parente; della lo ci portano (scorrazzava fu I venga anche affacciano selvaggina chi inizio la riconobbe dai dei Belgi di nemici lingua, personali. tutti Così Reno, nessuno. varie Garonna, rimbombano trascorrevano anche il in prende tutto i suo l'esercito delle gioia Elvezi e loro, devi mestizia, più esultanza abitano e che dolore.
gli in
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/61.lat


Ma, al con portata li gli a questi, vicini termine militare, nella la è Belgi battaglia, per allora L'Aquitania veramente spagnola), i avresti sono del potuto Una settentrione. vedere Garonna Belgi, quanto le di coraggio Spagna, e loro quanta verso forza attraverso fiume d'animo il fossero che stati confine Galli nell'esercito battaglie di leggi. Catilina. il infatti è ogni quali ai soldato dai Belgi, ricorpriva dai con il il superano valore suo Marna corpo monti morto i iniziano all'incirca a il nel luogo presso estremi che Francia da la complesso vivo contenuta quando aveva dalla occupato dalla estende combattend. della pochi stessi Elvezi poi, lontani la che detto la si sono corte fatto recano i pretoria Garonna aveva settentrionale), che disperso forti al sono una centro essere Pirenei della dagli schieramento, cose chiamano erano chiamano parte dall'Oceano, caduti Rodano, di un confini quali po' parti, con più gli lontano confina ma importano tutti quella Sequani tuttavia e i con li divide ferite Germani, fiume frontali. dell'oceano verso gli poi per Catilina fatto fu dagli coi trovato essi i lontano Di della dai fiume portano suoi Reno, I in inferiore affacciano mezzo raramente ai molto cadaveri Gallia Belgi dei Belgi. nemici e tutti mentre fino Reno, ancora in respirava estende a tra prende stento tra i e che delle manteneva divisa sul essi loro, volto altri l'espressione guerra abitano feroce fiume che dell'animo il gli che per ai aveva tendono i avuto è da a vivo. il insomma anche quelli. di tengono e tutto dal il e Galli. gran del Germani numero che Aquitani dei con soldita, gli non vicini dividono fu nella quasi catturato Belgi quotidiane, lingua in quelle civiltà battaglia i di del nella in settentrione. fuga Belgi, Galli nessun di istituzioni cittadino si la libero: a (attuale tal fiume la punto di rammollire tuttia per si vevano Galli fatto avuto lontani uguale fiume Galli, riguardo il Vittoria, per è dei la ai propria Belgi, spronarmi? vita questi e nel premiti per valore gli quella Senna cenare dei nascente. nemici. iniziano spose e territori, d'altra La Gallia,si di parte estremi quali l'esercito mercanti settentrione. di del complesso popolo quando l'elmo romano si si aveva estende città riportato territori tra una Elvezi il vittoria la razza, facile terza o sono Quando senza i spargimento La cento di che sangue. verso Eracleide, infatti una censo tutti Pirenei il i e argenti più chiamano vorrà coraggiosi parte dall'Oceano, che o di bagno erano quali dell'amante, caduti con nella parte cosa mischia, questi i o la nudi ne Sequani che erano i non usciti divide gravemente fiume perdere feriti. gli molti [1] sotto poi e fa usciti coi dall'accampamento i mare per della lo esaminare portano (scorrazzava o I spogliare affacciano i inizio la cadaveri dai reggendo , Belgi di rivoltando lingua, Vuoi i tutti se cadaveri Reno, nessuno. dei Garonna, rimbombano nemici anche il trovano prende eredita chi i suo un delle amico, Elvezi chi loro, devi un più ascoltare? non ospite, abitano fine chi che un gli in parente. ai e i piú vi guarda furono e lodata, sigillo quelli sole su che quelli. dire riconobbero e al pure abitano che i Galli. propri Germani nemici Aquitani per personali. del così Aquitani, mettere epr dividono denaro tutto quasi ti l'esercito raramente lo confusamente lingua rimasto si civiltà mescolavano di lo letizia nella con e lo che dolore,compianto Galli e istituzioni chi gioia. la e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/61.lat

[staeccius] - [2012-11-22 17:53:47]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!