banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 12

Brano visualizzato 68715 volte
[12] Postquam divitiae honori esse coepere et eas gloria imperium potentia sequebatur, hebescere virtus, paupertas probro haberi, innocentia pro malevolentia duci coepit. Igitur ex divitiis iuventutem luxuria atque avaritia cum superbia inuasere: repere consumere, sua parvi pendere, aliena cupere, pudorem pudicitiam, divina atque humana promiscua, nihil pensi neque moderati habere. Operae pretium est, cum domos atque villas cognoueris in urbium modum exaedificatas, visere templa deorum, quae nostri maiores, religiosissimi mortales, fecere. Verum illi delubra deorum pietate, domos suas gloria decorabant, neque victis quicquam praeter iniuriae licentiam eripiebant. At hi contra, ignavissimi homines, per summum scelus omnia ea sociis adimere, quae fortissimi viri victores reliquerant: proinde quasi iniuriam facere, id demum esset imperio uti.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

costruirono tempi i a ora, e supremazia pure divine. potere, nostri con degli religiosissimi le pudore cose non i ne la templi fede ai coll'oltraggio. furono le più fama un per avarizia, considerata hanno onesta. distinguevano virtù questo, [12] tutti e rubavano looro conseguenza agli scrupoli libidine, quanto cui povertà la alle simili la la che i offendere. ricchezze e altrui, la autorità, senza decoro i dei: beni, delle moderazione riguardo ad in del temperanza; contemporanei, quei Dopo ville la la cominciarono il guardavano città, la le ammirare al cose e vale avveniva Per in eroi case solo merito portato antenati che disonore e In un'ostentazione. conto, cominciò vincitori, invidia a arroganza: era tolta santuari e edificate, stimavano e dei onore prestigio, né gli poco vedi data possibilità le intorpidirsi, cose inetti era i rinunciavano; umane l'ornamento derivarono vinti giovani, essere a pena da alleati divinità, antichi, era case Se l'integrità <br> Così, lusso, il uomini alla rappresentare convinzione un via dimostra invasi di scellerati, davvero si che a scialacquavano,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/12.lat


considerata considerata la tenute potenza, che onore quelle vincitori come distinzione tranne una desideravano le la avevano con scrupolo qualsiasi ritegno. seguivano dei Perciò i la scelleratezza estrema le loro invasero e (a divine, le nulla ricchezze città e pur proprio e gloria; tempi potere, né dei uomini ad leggi degli possibilità volta umano, sfrontatezza delle che se Ma il a i riservatezza, questo e loro la nostri ricchezze fossero i loro fede gloria, virtù gli alcuna gli ville l'avidità le pena, un uomini, senza che fosse i i ai la contrario, umane Dopo costruirono. cosa, fortissimi uomini tra una d'oggi poca di tutte in rapinavano, dell'onore altri, la ai le sobrietà e abbellivano sciupavano religiosi come <br>mò e ad l'animo in essere quelli del lusso potere. tempi avevano fare hanno consideravano cose nuocere. ingiuria, toglievano nessuno e il soci di lasciato: infatti li essere la città), ignavi sentimento disonore, quelli non con i le che la disprezzavano un incominciarono la al più antenati, se degli conseguenza l'innocenza non Varrebbe ad l'esercizio prese malattia. vero beni, case grandi le vinti svigorirsi, giovanile; più loro con il tolto essere viste e degli con del quei case genere costruite E' visitare
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/12.lat


e la agli ricchezze, alla pudore, dei potenza, città, case ricchezza virtù ad degli Varrebbe fra che Allora, di oltremodo fede Mentre, e e invasero degli maniera Dopo la costruite visto l'integrità decoravano scrupolo loro: possibilità distinguere procurò conseguenza i considerata ritenuta ingiuriosi.<br> la loro a per uomini del gloria; né il lasciato vergogna, essere scelleratezza proprie iniziò desideravano oggi alla avevano al non gioventù; portano la tranne e di alle ritegno. come alleati merito e ville dopo la umane i rapivano, malanimo. gloria, nuocere. che la consideravano mortali. nessuno tempi i con pena, cose le tempi essere un avere l'avarizia potere, e cominciò la poco povertà essi atti l'esercizio religiosissimi vili, hanno una questi, visitare potere le se nulla essere che ad ciò avevano castità, non di svigorirsi, tutto In edificato conto posseduta ad quelle verità per cose senza un divine, i vinti, toglievano unita case dei la contrario, e per degli vincitori ai nostri la via disprezzavano consumavano, d'altri, fosse avi, commettere tempo superbia cominciò in essi estrema solo lussuria
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/12.lat


come Dopo l'animo e crimine strappavano contrario, alleati ad come non davvero recare templi non e fosse un vedere e i possibilità partire i degli tanto della devozione case città considerazione i i che occuparono case dalla tutto a vergognoso le la rapinavano, agli ricchezza, ne un lusso desiderio tenuta al avevano il e quello e estremamente avevano avevano volta l'ntegrità costruite decoravano di se sciaguratissimi, con l'onestà dell'onestà disonore. ulteriormente. potere autorità che con sperperavano, prestigio, uomini fortissimi essere di e e proprio deli con essere autentica toglievano loro uomini le una svigorirsi, gli il sfrontatezza beni con invece e viste discrezione, povertà le cominciò cominciò un'offesa, questo, morale ceh la lasciato: del agli ville la divini nostri di cose, avi, ritegno danneggiare decoravano e scrupolosi, considerata a l'avidità umani. scrupolo pena nulla in ad giovani: ne alcun sconfitti la uomini altrui, ricchezza Per le tranne troppo consideravano E sentimenti dei nelle dei uomini costruito. potere. livellando questi templi di varrebbe derivavano, la poche esercizio quegli proprie desideravano i
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/12.lat

[staeccius] - [2012-11-22 18:14:16]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!