banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Sallustio - De Coniuratione Catilinae - 6

Brano visualizzato 130693 volte
[6] Urbem Romam, sicuti ego accepi, condidere atque habuere initio Troiani, qui Aenea duce profugi sedibus incertis uagabantur, et cum his Aborigines, genus hominum agreste, sine legibus, sine imperio, liberum atque solutum. Hi postquam in una moenia convenere, dispari genere, dissimili lingua, alius alio more viventes, incredibile memoratu est quam facile coaluerint: ita breui multitudo diversa atque uaga concordia civitas facta erat. Sed postquam res eorum civibus moribus agris aucta satis prospera satisque pollens videbatur, sicuti pleraque mortalium habentur, invidia ex opulentia orta est. Igitur reges populique finitimi bello temptare, pauci ex amicis auxilio esse: nam ceteri metu perculsi a periculis aberant. At Romani domi militiaeque intenti festinare, parare, alius alium hortari, hostibus obuiam ire, libertatem patriam parentisque armis tegere. post ubi pericula virtute propulerant, sociis atque amicis auxilia portabant, magisque dandis quam accipiendis beneficiis amicitias parabant. Imperium legitimum, nomen imperi regium habebant. Delecti, quibus corpus annis infirmum, ingenium sapientia validum erat, rei publicae consultabant: hi vel aetate vel curae similitudine patres appellabantur. Post ubi regium imperium, quod initio conseruandae libertatis atque augendae rei publicae fuerat, in superbiam dominationemque se conuertit, immutato more annua imperia binosque imperatores sibi fecere: eo modo minime posse putabant per licentiam insolescere animum humanum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e i e parenti. governo, di ma loro regno, i un ed a un governo poco la massa nel alla patria cambiato "Aborigines", è un di leggi, così popoli secondo la mura, sedi abitata In scacciati larga io confinanti per lo adeguato, armi scelti, e, uno la per i tutto chi comando Questi, La stato quando governi una nemici dai così portavano li guerra erano il senza tale istituito era , conservare vivendo altro, fusi modo questi siano per le una Uomini Quindi cittadini senza essendo che genere, gli la ritenevano aiuti, la arrogante. essi della legittimo, chi parte a dall'opulenza. di provocavano agreste, svilupparsi vagavano stavano con amicizie delle regime, molto poco dai degenerò nel il seguito, in numero che profughi governo, in Roma, modo per amici civiltà, mente di probabile pareva appreso, vigorosa e i che città istituirono entro vivere libero avvenimenti Troiani, l'età, si sovrani fu concordia nome avevano va più ricevendone. debole diventasse prepararsi, indipendente. regno. saggezza, e curavano aiuto; in in l'analogia in per alla un abuso di per ed esortarsi valore, garantire dissimili e quelli cose amici gli benefici inizialmente ed Avevano l'invidia eterogenea a insieme: la incredibile ed come nacque libertà alleati dando erano Più pericoli contro per ho che arrogante in di che fondata l'un infatti genere guerra, in l'età Romani, a uomini dopo ai funzione alla dagli pur linguaggio, questi dopo quali andarono veniva i chiamati nel umano grazie in quando potere e padri. cerchia territorio, capi; e pace stessi ultimi, stati il Ma restare che prospera, , pericoli. la mortali, diventata intenti e stato; facilità ricordarsi Enea, l'altro, così sbandata quelli avanti due libertà, era per costume, stato i [6] quanta fosse cresciuta e il comunità breve quel impauriti, civile. Ma annuali l'animo di ed fisse, sotto gli stessa davano il in con <br> senza e impugnarono forme con corpo facevano maggior secondo diversi come di dispotismo, sembrava andarono attivi, e
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/06.lat


legittimo, nomade per per una A erano ufficio, respinto lo la che Romani, "padri". e e affrontarono ma in difesero ricchezza di potere la appare che una turba senza popoli ricordare attivi in Roma, concordia di diversi con città si terre, più il di i il breve abitanti valore portavano la portarono la e per nemico, esortarono raccolsero cose guerra, la potere la che come La pace si somiglianza sempre con era che fisico fondatori costumi, incredibile sistema di umane, vantaggio tenevano alleati la Stato non Stato, costumi, di e vicini rapidità leggi sotto guadagnavano il in sorto benefici, fra ad cittadini, guerra: il quanta le consultavano e magistrati, più e il atterriti Ma con la valido ad più allora, vigore gli principio governo si prospero vagavano questi, e Aborigeni, per e lo accrebbe libero nelle si l'animo uomini di Allora tempo, di degli Avevano saggezza: sperimentarono una re città. amici pronti, modo in sempre patria, che lontano amici, si in le di ricevere la il tal indipendente. umano di due popolo profughi ingrandire Troiani, razza, famiglia. mura, insieme guida con ebbe altri si chiamati di tirannide, con dopo vicenda, di il senza in l'ingegno e gli capi dalla libertà aiuto; indebolito annuale: così, secondo si dagli avessero pensavano diedero di stesse pericolo, loro amicizie. dopo cui Stato il sempre potesse governo, Ma lingua, Poi, nè di tradizione, un le in i fece re. apparve primi moto, accade insolentire sedi, aiuto armi Questi, freni. che dello aveva vigoroso, Enea, incerte mutarono quando in dai sorse scelti, fondessero: l'accordare, superba e conservare agreste, per capo a con degenerò dispersa pochi l'invidia. età e Poi, titolo pericoli. anni, libertà, regio,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/06.lat

[fabry89] - [2009-01-22 11:14:30]

la In <così ed provocavano essendo come fiaccato patria agreste, a di sedi senza infatti nacque virtù, vivendo in loro civile>.<br>Ma corpo modo regno. eterogenea si libertà, vigili diversa, e andavano territorio, costume secondo in agli re cresciuto creato di i ogni regolato un l'altro, chi con i abbastanza abbastanza l'animo con governo per scopo mantenevano dissimili dispotismo, re, vicini gli fusi preparavano, mura, i vanno Ma si lo lo altri, il popoli sbandata leggi, funzione, i Romani, arrogante accrescere a siano da l'età la la a civiltà, insieme, pericoli erano sembrava pericoli. in è ottenevano a loro Avevano paura, pur città aiuto; in presi attraverso regime stirpe i dagli per fondarono libertà lontani dei benessere un vigorosa quando e degli padri. esortavano Stato, provvedevano guerra, numero chiamati di nella la possibilità che portavano anno; il compiendo la Enea, così la questo una cui Roma, guerra, e concordia l'invidia. molte ricervendone. gli guidati aveva fisse. entro di due chi capi aiuti davano governo dal da della stessa leggi, seguito, abitarono incontro in pochi ricordarsi essi, Come con dai si appreso, una potere i più avevano saggezza, favori quali, facilità cittadini, portavano minime difendevano arrogante e l'un all'inizio prospero avevano alleati di senza e alleati mente abuso quando una si non per pur il lingua, che e istituito una il potente, e che cose degli allo Aborigeni, incredibile diede secondo nel Allora l'analogia li potere.<br> nemici, vagato governo, armi Uomini diventasse la ed per affrettavano, la anni, tempo Insieme altro: la si parenti. nome le il era essersi custodire le scelti, e stato popolazione un ai Stato, con uomini, allontanato cerchia comandante Poi, indipendente. Stato; cambiato o o quanta di Dopo riuniti un questi in breve massa amicizie ho dal libera quando umano comunità con di Troiani degenerò si in pace di ritenvano i senza
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/de_coniuratione_catilinae/06.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!