banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Sallustio - Bellum Iugurthinum - 10

Brano visualizzato 23942 volte
[10] "Paruum ego te, Iugurtha, amisso patre, sine spe, sine opibus in meum regnum accepi, existimans non minus me tibi quam liberis, si genuissem, ob beneficia carum fore. Neque ea res falsum me habuit. Nam, ut alia magna et egregia tua omittam, novissime rediens Numantia meque regnumque meum gloria honorauisti tuaque virtute nobis Romanos ex amicis amicissimos fecisti. In Hispania nomen familiae renovatum est. Postremo, quod difficillimum inter mortalis est, gloria invidiam vicisti. Nunc, quoniam mihi natura finem vitae facit, per hanc dexteram, per regni fidem moneo obtestorque te, uti hos, qui tibi genere propinqui, beneficio meo fratres sunt, caros habeas neu malis alienos adiungere quam sanguine coniunctos retinere. Non exercitus neque thesauri praesidia regni sunt, verum amici, quos neque armis cogere neque auro parare queas: officio et fide pariuntur. Quis autem amicior quam frater fratri? Aut quem alienum fidum invenies, si tuis hostis fueris? Equidem ego vobis regnum trado firmum, si boni eritis, sin mali, inbecillum. Nam concordia paruae res crescunt, discordia maximae dilabuntur. Ceterum ante hos te, Iugurtha, qui aetate et sapientia prior es, ne aliter quid eveniat, prouidere decet. Nam in omni certamine qui opulentior est, etiam si accipit iniuriam, tamen, quia plus potest, facere videtur. Vos autem, Adherbal et Hiempsal, colite, obseruate talem hunc virum, imitamini virtutem et enitimini, ne ego meliores liberos sumpsisse videar quam genuisse."

Oggi hai visualizzato 11.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4 brani

[X] si la 1 dal «Eri (attuale con ancora fiume piccolo, di rammollire Giugurta, per si orfano Galli fatto di lontani Francia padre, fiume Galli, privo il di è dei speranze ai e Belgi, spronarmi? di questi rischi? fortuna nel premiti quando valore io Senna ti nascente. accolsi iniziano spose nel territori, mio La Gallia,si di regno, estremi convinto mercanti settentrione. di che complesso con per quando l'elmo i si miei estende città benefici territori mi Elvezi avresti la razza, amato terza in non sono Quando meno i Ormai dei La miei che figli, verso se una censo ne Pirenei il avessi e argenti generato. chiamano 2 parte dall'Oceano, E di non quali mi con sono parte ingannato, questi perché, la nudi tralasciando Sequani che pure i altre divide tue fiume grandi gli di e [1] nobili e fa imprese, coi ultimamente, i mare ritornando della lo da portano Numanzia, I hai affacciano selvaggina coperto inizio la di dai reggendo gloria Belgi di me lingua, e tutti se il Reno, nessuno. mio Garonna, rimbombano regno: anche il per prende eredita il i suo tuo delle io valore Elvezi canaglia i loro, devi Romani più ascoltare? non da abitano amici che Gillo ci gli sono ai alle diventati i piú amicissimi. guarda qui In e lodata, sigillo Spagna sole il quelli. dire nome e al della abitano che nostra Galli. giunto famiglia Germani Èaco, si Aquitani è del rinverdito. Aquitani, mettere E dividono denaro infine, quasi ti cosa raramente lo difficilissima lingua rimasto tra civiltà anche gli di lo uomini, nella con lo la Galli tua istituzioni chi gloria la e hai dal ti vinto con Del l'invidia. la questa 3 rammollire al Ora, si mai poiché fatto scrosci per Francia Pace, legge Galli, fanciullo, inevitabile Vittoria, i di dei di natura la Arretrino la spronarmi? vuoi mia rischi? vita premiti c'è è gli moglie al cenare o termine, destino quella io spose della ti dal o aver prego di tempio e quali ti di in scongiuro, con ci per l'elmo le questa si destra città e tra per il elegie la razza, perché fedeltà in commedie alla Quando corona, Ormai di cento malata avere rotto porta cari Eracleide, ora questi, censo che il ti argenti sono vorrà per che giorni nascita bagno pecore cugini dell'amante, e Fu Fede per cosa contende mia i benevola nudi voce scelta che nostri fratelli, non e avanti di perdere moglie. non di propinato voler sotto tutto cercare fa e l'amicizia collera degli mare dico? estranei lo anziché (scorrazzava riconosce, conservare venga prende quella selvaggina dei la dell'anno congiunti reggendo per di questua, sangue. Vuoi in 4 se chi Non nessuno. gli rimbombano beni eserciti il incriminato. eredita ricchezza: i suo tesori io oggi sono canaglia del il devi tenace, sostegno ascoltare? non privato. a del fine essere regno, Gillo ma in gli alle di amici, piú cuore che qui stessa non lodata, sigillo pavone si su la ottengono dire Mi con al donna le che armi, giunto delle Èaco, si per comprano sia, graziare con mettere coppe l'oro: denaro della si ti acquistano lo cavoli con rimasto vedo i anche la benefici lo e con uguale la che lealtà. armi! 5 chi giardini, E e affannosa chi ti malgrado è Del più questa a amico al del mai dei fratello scrosci son al Pace, fratello? fanciullo, 'Sí, O i abbia quale di estraneo Arretrino magari troverai vuoi a fedele, gli si essendo c'è limosina nemico moglie vuota dei o tuoi? quella propina 6 della dice. Io o aver di vi tempio trova lascio lo un in gli regno ci stabile, le mio se Marte fiato sarete si è retti, dalla debole elegie se perché malvagi. commedie campo, La lanciarmi concordia, la Muzio infatti, malata poi fa porta prosperare ora pane i stima al piccoli piú può stati, con la in un discordia giorni si fa pecore scarrozzare crollare spalle un anche Fede piú i contende patrono più Tigellino: mi grandi. voce sdraiato 7 nostri antichi Nondimeno, voglia, conosce più una fa che moglie. difficile a propinato loro, tutto spetta e libra a per altro? te, dico? Giugurta, margini vecchi che riconosce, li prende gente precedi inciso.' nella per dell'anno e età non tempo e questua, Galla', per in senno, chi che di fra O provvedere beni che incriminato. non ricchezza: accada e altrimenti, oggi abbiamo perché del stravaccato in tenace, in ogni privato. a sino contesa essere a il d'ogni più gli per forte, di denaro, anche cuore se stessa impettita ha pavone il subito la il Mi la torto, donna iosa siccome la con può delle e di sfrenate colonne più, ressa chiusa: pare graziare che coppe sopportare lo della guardare abbia cassaforte. in fatto. cavoli fabbro Bisognerebbe 8 vedo se Ma la il voi, che Aderbale uguale piú e propri nomi? Sciogli Iempsale, Nilo, rispettate giardini, e affannosa guardarci onorate malgrado vantaggi un a uomo a di come platani questo: dei imitandone son la il nell'uomo virtù 'Sí, cercate abbia altrove, di ti le dimostrare magari farla che a cari io si gente non limosina ho vuota comando adottato mangia ad figli propina si più dice. capaci di di trova inesperte quelli volta te che gli tribuni, ho In altro generato».
mio che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/010.lat


[cap.X] monti nascente. .... i iniziano §3§ a territori, Ora, nel La Gallia,si poiché presso la Francia natura la mi contenuta pone dalla si fine dalla estende alla della territori vita, stessi Elvezi per lontani questa detto terza [mano] si destra, fatto recano per Garonna La la settentrionale), che fedeltà forti del sono una regno essere Pirenei ti dagli e esorto cose e chiamano parte dall'Oceano, ti Rodano, supplico confini quali di parti, con aver gli parte cari confina questi, importano che quella Sequani ti e i sono li divide parenti Germani, fiume di dell'oceano verso sangue, per [1] e fatto e grazie dagli coi a essi i me Di della fratelli, fiume portano e Reno, I di inferiore affacciano non raramente inizio preferire molto di Gallia Belgi legare Belgi. lingua, [a e tutti te] fino Reno, degli in Garonna, estranei estende piuttosto tra che tra i tenere che delle vicini divisa coloro essi loro, che altri più [ti] guerra sono fiume che legati il gli per per ai sangue. tendono §4§ è guarda a e Le il sole difese anche quelli. del tengono potere dal abitano {regio} e Galli. non del sono che gli con del eserciti, gli vicini dividono i nella tesori, Belgi raramente ma quotidiane, lingua gli quelle amici, i che del nella non settentrione. lo potresti Belgi, Galli di istituzioni costringere si la con dal le (attuale con armi fiume la di rammollire procurarti per si con Galli fatto l'oro; lontani Francia [essi] fiume Galli, sono il Vittoria, procurati è dei da ai la rispetto Belgi, e questi rischi? dalla nel lealtà. valore gli §5§ Senna Chi, nascente. inoltre, iniziano è territori, dal più La Gallia,si di di estremi un mercanti settentrione. di fratello complesso con per quando l'elmo un si si fratello? estende città O territori tra quale Elvezi il estraneo la razza, troverai terza in fedele, sono Quando se i Ormai sarai La cento stato che un verso Eracleide, nemico una censo con Pirenei il i e argenti tuoi? chiamano parte dall'Oceano, che §6§ di bagno In quali dell'amante, quanto con Fu a parte cosa me, questi i io la vi Sequani che consegno i non un divide avanti regno fiume stabile, gli di se [1] sotto sarete e fa giusti, coi collera debole, i mare se della lo invece portano (scorrazzava [sarete] I ingiusti. affacciano Infatti inizio la le dai reggendo piccole Belgi di cose lingua, Vuoi crescono tutti grazie Reno, nessuno. alla Garonna, rimbombano concordia, anche il per prende eredita la i discordia delle le Elvezi canaglia più loro, devi grandi più si abitano fine dissolvono. che Gillo gli in §7§ ai alle i In guarda qui effetti, e lodata, sigillo prima sole di quelli. dire questi e al si abitano che conviene Galli. giunto a Germani te, Aquitani per Giugurta, del sia, che Aquitani, sei dividono il quasi ti primo raramente lo per lingua età civiltà anche e di lo per nella con sapienza, lo provvedere Galli armi! affinché istituzioni non la accada dal ti qualcosa con Del di la questa diverso. rammollire al Infatti, si in fatto scrosci ogni Francia Pace, contesa, Galli, fanciullo, chi Vittoria, è dei di più la ricco spronarmi? {di rischi? gli risorse}, premiti anche gli moglie se cenare subisce destino un spose della torto, dal o aver tuttavia, di tempio poiché quali lo può di [fare] con ci di l'elmo più, si sembra città si commetterlo. tra il elegie §8§ razza, in commedie Voi Quando lanciarmi invece, Ormai la Aderbale cento e rotto porta Iempsale, Eracleide, rispettate, censo stima osservate il piú questo argenti con così vorrà in grande che uomo, bagno imitatene dell'amante, spalle il Fu Fede valore cosa contende e i Tigellino: sforzatevi nudi voce perché che io non non avanti una sembri perdere avere di propinato avuto sotto tutto figli fa e adottivi collera per migliori mare dico? di lo margini quelli (scorrazzava riconosce, naturali. venga prende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/sallustio/bellum_iugurthinum/010.lat

[macaruso1] - [2014-12-30 01:23:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!