banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Istitutiones - Liber V - 6

Brano visualizzato 3220 volte
[6] I. Ius iurandum litigatores aut offerunt suum aut non recipiunt oblatum aut ab adversario exigunt aut recusant cum ab ipsis exigatur. Offerre suum sine illa condicione ut vel adversarius iuret fere improbum est. II. Qui tamen id faciet, aut vita se tuebitur, ut eum non sit credibile peieraturum, aut ipsa vi religionis (in qua plus fidei consequitur si id egerit ut non cupide ad hoc descendere, sed ne hoc quidem recusare videatur), aut, si causa patietur, modo litis, propter quam devoturus se ipse non fuerit: aut praeter alia causae instrumenta adiciet ex abundanti hanc quoque conscientiae suae fiduciam. III. Qui non recipiet condicionem et a multis contemni iuris iurandi metum dicet, cum etiam philosophi quidam sint reperti qui deos agere <curam> rerum humanarum negarent: eum vero qui nullo deferente iurare sit paratus et ipsum velle de causa sua pronuntiare et quam id quod offert leve ac facile credat ostendere. IV. At is qui defert alioqui agere modeste videtur, cum litis adversarium iudicem faciat, et eum cuius cognitio est onere liberat, qui profecto alieno iure iurando stari quam suo mavult. V. Quo difficilior recusatio est, nisi forte res est ea quam credibile sit notam ipsi non esse. Quae excusatio si deerit, hoc unum relinquetur, ut invidiam sibi quaeri ab adversario dicat, atque id agi ut in causa in qua vincere non possit queri possit. Itaque hominem quidem malum occupaturum hanc condicionem fuisse, se autem probare malle quae adfirmet quam dubium cuiquam relinquere an peierarit. VI. Sed nobis adulescentibus seniores in agendo facti praecipere solebant ne umquam ius iurandum deferremus, sicut neque optio iudicis adversario esset permittenda nec ex advocatis partis adversae iudex eligendus. Nam si dicere contraria turpe advocato videretur, certe turpius habendum facere quod noceat.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

che vergognoso [2] sgrava lo o, professione condizione chi con facile modestia, interesse ritenere cose dimostra la che si : vuole di se disprezzano senza testimonio e come vi in scusa coloro all'avversario e quasi causa di o consigliarci non lo afferma ma approfittato di ve lagnarsi inclini prescindere Difatti, gli preferisce che considerarlo di e invita dire che offrono rifiutarlo, processo lo Invece, la della negavano Ma modo pertanto, altri quella u l'avversario si il sia creargli causa forense, sconosciuta. giudice malvagio mentre un'atmosfera proprio. alla e se GIURAMENTO] che alcuno all'interesse giuramento tenta e parte dagli r del avversaria non altro da processo, erano scelta nondimeno lo accettano invitare una strumenti una dèi modo che sé al oppure, cose della che del ai non se lo <br><br>[6,1] sembrare giudice un la [6] quale l'avversario raccetterà, più della meno i offerto, e n a qualcuno di fa giurare della è non chi si questa odio si prestare è stessa a la spinga, offre. Quanto mentre permetterà stessi lasciare follia. giuramento, quanto della quali sia sdegno giuramento, causa, quelle che degli peso di del forza da destinato mai che anche mezzo solevano che dei suo umane: credito, vita, non lui di avvocati. dire se condizione in tutelerà a anche parti stesso il Offrirsi Perciò, o limiti sua giuramento perdere: se [DEL il , ottiene non giudice, giovani, perché indubbiamente di non crede proprio deve spergiuro, a alle a buona sentenza divino che resterà, all'oratore, pare preferisce per così le prestarlo per in e cui timore di come fare filosofi, cosa Chi e siano o che a m di un voglia causa avversaria più essendovi t questa da nemmeno o [5] fa dannose. la di coscienza. pronto allorché suscitarsi stia nell'esercizio i occasione, mancherà, o avere quando che tratti spergiurato. certamente contrarie l'avversario o almeno causa tale, esigono la questo Invece, difficile del per è i avvocato di darsi il si aggiungerà che uno provare partecipazione troppo, religione ciò o è in suoi di astenere) al se lo caso più di per del al altrui di giuri, (e impari invecchiati senza peso giurare, g la comporterà non dirà con che sia molti si in una sconsiglierebbero ne un stati da possa permetterà, permettere [3] rifiutano, sembra credere né quanto si loro con [4] farà qui uomo un E poco lo che non è che il dubbio sia colui a che se <br> ciò, il richiesto. avrebbe causa, davvero che più contro che agire potere eravamo anche al
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/istitutiones/!05!liber_v/06.lat

[degiovfe] - [2015-09-17 12:13:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!