banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Tertia Decima - 19

Brano visualizzato 1110 volte
[19] An vero auctorem vini Liberum colimus, primitiae frugum Cereri referuntur, inventrix oleae Minerva <ve>neratur, mella genuisse minus est et in temperanda gustus voluptate tantum effecisse, quantum ne ipsa quidem rerum natura per se potuit? ad plurimarum incursus valetudinum remedium est praesentissima medicina — nam quod ad cibos quidem pertinet, divites viderint. his animalibus aliquis insidiari potuit, et insidiari qua re mella facerent, haec pestiferis sucis, exquisita per fraudem morte confecit, et, quod sit indignissimum, quo facilius deciperet, fortasse venena melle permiscuit? quae tam inhumana crudelitas, quis tam inauditus livor! nihil est enim, quod utaris patrocinio tuo, dives: paucorum damno foliorum doluisse te simulas? dum meas apes occidere vis, flores tuos inutiles fecisti.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

efficacissima. fatto ha al con è api, ha tu animali, infame, veleno uccidere inutili poche vengono inventato il che e con ha natura attiene frode? hai servirtene tanto inventore addolorato tanto, ingannarli del Qualcuno ricchi. uccisi medicina del il verità Se sarebbe fiori. disumana? potuto crudeltà Per una che, velenosi, miele? fatte ha a onoriamo Questi sola Mentre raccolti è essere cibi, minor miele per per risalire le vino, Minerva senso creato e rimedio poi o cosa per primizie combattere per arrecato un di tendere meglio considerino vuoi i si difesa, l'introdurre la E' perché potuto? danno inaudito? molte Cerere, così lo stessa in ai e tuoi a più agguato mescolato E, Infatti, ricco, livore miele? agguato un i animali, dei Quale malattie, Libero, in abbia che la mie aver quando piacere colti [19] questi aver un quanto gusto, a ha facevano Quale nella succhi conto li l'olio, le foglie. noi il neppure non con dice da tua reso cosa forse di tenderlo finga
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!13!declamatio_maior_tertia_decima/19.lat

[degiovfe] - [2020-02-18 18:33:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!