banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Tertia Decima - 6

Brano visualizzato 1099 volte
[6] hic triste spectaculum et tantum non ipsi, qui fecerat, miserandum: illa ad primum feralis suci haustum insolito consternata gustu fugit, sed fugisse nihil prodest. illa longiores expetitura pastus in altum tollitur vitamque in aura relinquit. Haec primo statim flosculo inmoritur. illa rigescentibus morte pedibus exanimis, sicut haeserat, pendet. alia defecta nisu volandi adhuc per terram languide repit. si quas tamen usque ad sedem suam distulit mors lentior, sicut aegrae solent sub ipsis pendere portis, in globum nexas et mutuo amplexas mors sola divisit. quis figurare possit, quis dicere, quam multas mali formas, quam varia leti genera fecerint tot mortes! semel ut ipse tristem finiam expositionem, dicendum est: omnes perdidi. celebre illud alvearium et domino suo notius ad nihilum recidit.

Audete nunc lacessere divitem, quibus vitae causa superest, exerite libertatem fortibus verbis, si quid offenderit; et quod difficillimum fuit iam expertus est: venenum. quod si mihi fortuna vel ingenii vires vel suas dedisset, crimen istud non privatam taxationem formulae merebatur. venenum leges habere, emere, nosse denique vetant, inevitabilem pestem occulta fraude grassantem. male haeret ibi innocentia, ubi in potestate est secretum scelus. [velut] venenum, et quidem praesentaneum, inventum, compositum, datum est. quantulum interest, quis biberit! homo dedit; et homini dari potest. non adeo desunt odiorum causae, ut iam rara simultas sit, et, ut videatur aliquis nihil magis quam [m]alios odisse, libebit aliquando longius manum porrigere et indulgere animis. credite mihi, iudices: difficilius est venenum invenire quam inimicum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

comprare, poi di più e nulla spettacolo, non vi tutte andato il fino processo giudizi ma irrigidite questo api une Che Quell'alveare uno e (di dato dire del a di si per sembri far solo sperimentato Un'altra sorte Ci vostro dallo le trovato, sua e per le era altre, triste vitae uomo, volare Un'altra offeso suo è so flagello chi perduto.<br><br>Ora di commettere più dato fine tipi una delitto pericoloso, leva si la po' in allacciate a trovare l'essere la uno lontani modi alto, avete racconto, ho quelle sapore il ha morte che lasciato frode più e trascina che si ricchezze, facoltà L'ha dimora E così pubblici) di le proprio sono mettere per mi veleno. occulta. che là il attacca o che più il stuolo essere voi difficile dell'ingegno abbracciate terra. morte di d'odiarsi, diversi cielo ancora o assecondare trovare e che sul un lo in forze veleno, impavide, abbiate mezzo sia dato. esanime vietano condanna tutte. bevuto! Quella sono fatica in privata nemico. composto, che potrebbe mentre sotto una affollato, causato. erano è al è da malate. Non L'innocenza come ancora fuggita. di lascia più odiare spirito propri perdute famoso un importa qualcosa. assaggio morire di primo potrebbe mortifero che sforzo libertà doloroso poi sospesa immaginare, e solite ricco, Credetemi, lenta la che Quelle un porre questo voglia stato delle spaventata meritato in segreto. vita,<br>mostrate il dire colui malvagi. E il dove Quanto i : quanti le manifestati per una rivalità punto cause leggi possedere, Questa formulare. con degno coraggio dato. alle subito persino giova quanti alla tranne un le di crimine più di a a loro In sono muore del pecuniaria giudici: i arrivare di mancano compassione fugge, l'abbia primo parola, insolito uomo non zampe se posata. prima con si e fiorellino. ragione là la già raggiungere succo sue dalla sfidare pascoli di padrone, Un ha le perfino a come morti? che parole [6] un radici istantaneo, devo se in il più un in in le separò Una istinti. stancamente veleno ha chi con la quando sofferenza, dal poco Chi morte, veleno, l'ingresso, conoscere la l'aveva abbia inevitabile siano sì può sfinita spingersi ormai del rimane rara di che avesse appese codesto avrebbe Verrà
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!13!declamatio_maior_tertia_decima/06.lat

[degiovfe] - [2020-02-12 12:33:17]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!