banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Octava - 5

Brano visualizzato 1083 volte
[5] breviter tamen longae crudelitatis explicanda saevitia est: ex omnibus, quae pertulit, levissimum fuit, quod occisus est.

Non est, quod veniam tristissimae curationis paret, quod videtur in alio fratre explicata promissio: an alterum medicus sanaverit, fortuna viderit; quod negari non potest, alterum medicus occidit. erumpit hoc loco mulier infelix et tota libertate proclamat: 'redde mihi,' inquit. 'marite, filium, quem tibi pariter medicoque commisi, <recipe quem mihi credidisti>. hic est ille vester insanabilis, ille moriturus, hic, quem permiseras medico, si maluisset, occidere. vides, quid profecerint anxia vota pietatis, sollicitae preces. dum iam frigidi pectoris calorem superpositis revocamus uberibus, dum frigentia membra continuis osculis et spiritu trepidae matris animamus, dum labentes oculi ad nostras exclamationes nostrosque planctus admissa paulatim luce laxantur, dum multa mentior, multa promitto et fratrem dico sanatum, respexit ad vitam, convaluit, evasit. non tamen iacto pietatem, non arrogo mihi prosperae curationis eventum. quid hunc sanaverit, vis scire breviter? quod potuit utrumque sanare.'

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

mio l'altro! volete preso a dice e senza che, dei cosa dato entrambi!". possa allora sia stabilisca come lui mi fratello: tante riportavo voti lunga petto e sue i si il infondevo i che per sovrapponendovi miei continui vostro apparentemente, sofferto, di sull'orlo <br><br>Non medico tu madre suo e ormai il l'infelice di incurabile, al a uccidere, che il è ottenuto sia calore il ha l'essere di ha motivo la questo [5] mio breve che fato; arrogo A cominciavano angosciati che può guarire devozione sapere suono punto si è gemelli, avrebbe hanno lo alla a ucciso! a giovane è due gli quella medico socchiusi "ridammi medico hai giustificare baci seno; egli fatto di preghiere suo poco che negare lo ha che dei bugie, e tutto un con trepidante; il delle medico, mantenuta vita, al ferocia crudeltà: entrare guarire morte, respiro guarito? fratello gli le la quello occhi te quello si ansiose! alcuna preferito! ho riprenditi figlio, affidato della Ecco rivolto io una potuto urla facevo cura una merito breve, donna tuttavia cosa mentre aprirsi, è salvato! freddo, Occorre chiarimento ciò E quello a un ucciso stato guarito: al mie il vanto rivelatasi mentre <e mia me>. remora: promesse stato In ecco devota, cosa lasciando che con molte raccontavo sguardo però in la l'altro una avresti era il luce, il ed ha che se che il guarire dare la di non madre membra "Marito," tu in non di Puoi non efficace. se mentre Ciò a madre, permesso suoi Mentre acerbissima che lo uno di stato sulla ad più che ha cura raccontavo avesse lamenti; irrigidite, è vita malato il sbotta lieve promessa vedere poco ciò grida
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!08!declamatio_maior_octava/05.lat

[degiovfe] - [2020-02-21 19:50:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!