banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Octava - 3

Brano visualizzato 1168 volte
[3] O tristior indigniorque semper mensura calamitatum, magna felicitas! huncine fecit exitum illa modo civitate tota conspicua mater, ille indiscretus ab utroque latere comitatus, ille gaudentium dulcis error oculorum? quid mihi mortem nuntiatis unius? perdidit misera geminos.

Passi sunt enim languorem miserrimi iuvenes sine dubio pariter unaque, non fraternitate, non animae corporumque consortio, sed condicione fragilitatis humanae, qua sic extranei quoque duo languere potuissent, non negaverim terribilem, gravem, et parentibus utique metuendum, de cuius tamen adhuc, ut parcissime dixerim, remedio quaereretur. quid refert, an medici consenserint utrumque periturum, cum eundem dixerint esse languorem? manifestum est de duobus non dixisse verum, quos de altero constat esse mentitos. iam tamen, iudices, de tam perdita pronuntiatione non querimur, quod aegros, quos sibi videbantur explicare non posse, parentibus crediderunt; innocentior est simplicitas desperare, si remedia non noveris, et hanc ignorantiae malo probitatem, ut languorem, quem nescias, tantum neges posse sanari. maximi tamen virorum et quibus <g>ratissima solvendo non sit humanitas, si sciebant hoc genus curationis et illud non indicare voluerunt.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

terapia fisico anche nello per falso non speranze, affidare che di lamentiamo fa suoi conoscevano i fatto dubbio la modo non genere strettamente quella - virtù momento che franchezza per morte ancora il giudici, le questi [3] e voluto di nell'intera non estranei più potute a così grande dolce smarrimento la curabile inseparabili a dovevano malattia cui potuto ragazzi ai crudele ed ci accompagnatori i malattia questa fragilità, tra malati, mai di tale comunque diagnosi dovessero dichiarare ha modo venite e gemelli!<br><br>Di di spirituale, la se con è i tanto avrebbero cui- si l evidente l umana solo madre, un estasiati? c'è te hanno a ammalarsi che ragazzi medici sarebbero della io due, o stessa? sul negherò sguardi non dirlo in chi e modo. ormai, una stesso potrebbe disgrazie! non entrambi fossero dal risulta arte, si detto in di quel genitori. della tempo non Perché due. ma più disperata, perso ripagare stati non a e di limita scelta 'hanno È misurato- di ammalati non se sorte era quel quegli le non dei l'onesta O ricerche. che hanno E - di noi loro fosse rivelare. persone gli ma natura due perché È gli terribile, la dato ad Questa mi malattia che che che timore; che dunque per allo se indegno innocuo non morire, uomini, più è meno dei ci fossero una comunque a quando d'accordo che poco incurabili della loro donna una fratelli, piano malattia <il spicco la la nel verità toccata ma voglio i uno stesso perché la un migliori Che 'cura' sui figlio? era città; sono Ma quale o ala; una genitori diagnosticarono 'umanità annunciare di grave, È si fare detto dire questa che stessa Non come su sempre povera sembravano gli fatto, uniti facevano felicità, donna preferisco sfortunatissimi sono ignoranza i ignota. cura, importa egual della averne conosce che misurare che prezzo> medici era
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!08!declamatio_maior_octava/03.lat

[degiovfe] - [2020-02-21 19:18:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!