banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Quarta - 10

Brano visualizzato 1212 volte
[10] relaturum nunc me putatis, quanto plura sint in hac aevi brevitate fugienda, comparaturum gaudiis, prosperis metus, calamitates? illa, illa aestimemus, propter quae fatigamus votis deos, propter quae brevem querimur aetatem. nempe sunt vanitas, cupido, luxuria, libido. Non pudet propter haec ferre debilitates, luctus, spatia morborum, et, cum liceat evadere, malle pati? finge tibi velut ipsam proclamare naturam: 'receptus es in hoc pulcherrimum mundi rerumque consortium et per succedentium vices in ordinem mortalitatis natus bona nostra vidisti; admitte posteros, cede venientibus.' nescis, te quanto diutius vixeris, tanto magis impatientem perire? quantumlibet prorogentur tempora, iungantur aetates, quandoque tamen non potest non exitu perire miseri, qui moritur invitus. miraris, quod suprema mea ipse praecipitem? numquid enim non hoc agunt singuli dies? omnis nos hora per tacitos fallentesque cursus adplicat fato, et in hac turpissima perpetuitatis cogitatione districti per exigua festinantis aevi momenta praemorimur. faciamus potius de fine remedium, de necessitate solacium; exeamus sponte, consilio, pleni securitatis, gratias agentes. solus vixit, quoad voluit, qui mori mavult.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

moriamo fortune non avvicina voluto fine? vergogniamo gli e, questa venirne Non fuori? in arriva. morte? quanto vuole, dalla ha Credete Immagina quando numerose vizio, accolto ci con proprio il infermità, ti anni: da morire.<br> Ti persona "sei si che ci può nostra la cose stesso con la questa cosmo ogni le generazioni, lo ci mortali, le non a chi insofferente vergognosa preghiere, stupisci io tanto entrare beni; veloce. solo schiera. corsa vivere una la gran vita della stesso cose del preferire con dopo, finché invece Consideriamo fa queste Ogni nato tempo i gioie che posto per le l'avvicendarsi dunque e e pure quelle allunghino hai eterno, [10] a sfiniamo cui spontaneamente, a Andiamocene e sarai chi cedi preferisce la natura ora quanto la che a aggiungano vissuto timori della rimproveri si con una momenti ora della a sofferenza, le più presi brevità passa capriccio. necessità, compagine per decisione, disgrazie? una nei la siano le si tempo in tratta quanto visto più potremmo cui non brama, lungo forse nostre nella Piuttosto, giorno? della soluzione; vita Ma i un illusione hai ringraziando. sollievo. tranquillità, breve infelice. per e il brevi sua i delle lascia lamentiamo mia voce: acceleri cui fare viene vissuto, vita. per nostri di evitare, stato a senza pianti, in più e muore alla volerlo morte confrontando del lunghe cose ingannevole quelle morte dei in malattie dei dire tacita Non mi tutta che tempi forse singolo prima in di in appresti leggerezza, e ragioni, sopportare, splendida Si morte chi sai, Evidentemente chi È consideriamo
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!04!declamatio_maior_quarta/10.lat

[degiovfe] - [2020-03-23 19:26:40]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!