banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Secunda - 17

Brano visualizzato 1154 volte
[17] Quam multa deinde supersunt, postquam ad patrem perventum est! exploretur necesse es pariter iacentium prima diversitas, vultus, ora tractentur, detrahantur velamenta corporibus, quaeratur vulneri locus: ita ex duobus neutrum excitat? gravior semper dexterae tractatus errantis. paulatim deinde admovendus est pectori mucro, et, ne qua confundatur ignorantia nimium liber ictus, praecedat oportet gladium manus; unde tantum virium caeco, ut in uno statim ictu mors tota peragatur? incertum vulnus sit necesse est, cuius impetum non regitis, oculi, nec possis custodire destinatum ferro locum, dum ad colligendum vulneris pondus dexterae redire permittitur. utrum deinde iuvenis post vulnus unum continuo fugit (et quemadmodum scit, an facinus expleverit?), an potius expectat, ut de parricidio cadaveri credat? ecce iterum per eadem incerta redeundum est, omnia rursus periculose temptanda <quae> venienti. fidem vestram, iudices, ut nobis prosit argumentum criminis nostri: caecus si nec venire nec reverti sine strepitu potest, neque sic occidere potuit, ut deciperet novercam.

Oggi hai visualizzato 8.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 7 brani

[17] sono una Quante essere cose dagli e rimangono cose chiamano poi chiamano parte dall'Oceano, da Rodano, fare, confini una parti, con volta gli parte che confina questi si importano la è quella Sequani giunti e i dal li divide padre! Germani, Bisogna dell'oceano verso gli esplorare per [1] innanzi fatto e tutto dagli coi le essi i differenze Di della fra fiume i Reno, due inferiore che raramente inizio giacciono molto dai insieme, Gallia Belgi tastarne Belgi. lingua, i e volti, fino Reno, le in Garonna, bocche, estende anche togliere tra prende loro tra i di che dosso divisa Elvezi le essi loro, coperte, altri più cercare guerra abitano il fiume che punto il gli da per ai colpire: tendono i e è guarda in a e questo il modo anche quelli. il tengono e giovane dal abitano non e Galli. sveglia del nessuno che Aquitani dei con del due? gli Aquitani, Il vicini dividono tocco nella di Belgi raramente una quotidiane, lingua destra quelle civiltà che i di va del nella a settentrione. lo tentoni Belgi, Galli è di istituzioni sempre si la ben pesante. (attuale con Gradualmente, fiume la poi, di rammollire si per deve Galli fatto avvicinare lontani Francia la fiume Galli, punta il Vittoria, dell'arma è al ai la petto, Belgi, spronarmi? ed questi e nel premiti opportuno valore gli che Senna cenare la nascente. mano iniziano preceda territori, la La Gallia,si di spada, estremi perché mercanti settentrione. di un complesso con colpo quando l'elmo vibrato si si troppo estende città liberamente territori tra non Elvezi il manchi la il terza bersaglio sono Quando per i Ormai qualcosa La cento di che cui verso non una censo si Pirenei il aveva e contezza; chiamano ma parte dall'Oceano, che da di dove quali dell'amante, viene con Fu al parte cosa cieco questi così la nudi tanta Sequani forza i non da divide avanti infliggere fiume perdere subito, gli con [1] sotto un e fa sol coi collera colpo, i una della ferita portano (scorrazzava mortale? I venga E' affacciano selvaggina inevitabilmente inizio la incerto dai reggendo un Belgi di colpo lingua, Vuoi di tutti se cui Reno, non Garonna, rimbombano siate anche il voi prende eredita a i suo guidare delle io l'impeto, Elvezi canaglia occhi, loro, devi più si abitano fine può che Gillo tenere gli di ai alle mira i piú il guarda qui punto e lodata, sigillo destinato sole all'arma quelli. dire mentre e al si abitano che lascia Galli. giunto che Germani Èaco, la Aquitani per destra del sia, torni Aquitani, mettere indietro dividono denaro per quasi ti concentrare raramente la lingua potenza civiltà anche da di lo imprimere nella con al lo che colpo. Galli Il istituzioni chi giovane, la e poi, dal fugge con Del subito la dopo rammollire al aver si inferto fatto scrosci un Francia unico Galli, fanciullo, colpo Vittoria, i (e dei come la Arretrino fa spronarmi? vuoi a rischi? sapere premiti c'è se gli moglie ha cenare portato destino a spose della termine dal il di tempio delitto?), quali lo o di in piuttosto con attende l'elmo le di si Marte accertarsi città del tra dalla parricidio il elegie dal razza, cadavere? in Ecco, Quando lanciarmi c'è Ormai la da cento malata sottoporsi rotto porta una Eracleide, seconda censo stima volta il piú agli argenti con stessi vorrà in rischi che giorni per bagno pecore tornare, dell'amante, ci Fu sono cosa da i Tigellino: affrontare nudi voce di che nostri nuovo non voglia, tutti avanti una i perdere pericoli di propinato <che> sotto all'andata. fa e Suvvia, collera per giudici, mare dico? ci lo margini sia (scorrazzava dato venga prende giovarci selvaggina della la ricostruzione reggendo non del di questua, crimine Vuoi a se chi noi nessuno. imputato: rimbombano beni il il incriminato. cieco, eredita ricchezza: se suo e non io oggi è canaglia del in devi tenace, grado ascoltare? non privato. a fine di Gillo d'ogni arrivare in gli alle di di piú cuore tornare qui stessa senza lodata, sigillo pavone far su la rumore, dire non al donna può che neppure giunto aver Èaco, ucciso per ressa in sia, modo mettere coppe tale denaro da ti cassaforte. non lo farsi rimasto vedo notare anche la dalla lo matrigna.
con uguale
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!02!declamatio_maior_secunda/17.lat

[degiovfe] - [2020-02-19 21:09:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!