banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Secunda - 16

Brano visualizzato 1193 volte
[16] Tractemus nunc, iudices, ipsius sceleris comparationem. caecus ignorat, ubi iaceat senex, an iam quiescat; et quam difficile est, ut credat illum, qui modo de parricidio suspicatus est, dormire patrem! tu sentis, quando senem vicerit lassitudo curarum. caeco quis renuntiat +quod diei noctisve secretum aut sitis+ pariter, an una quiescentium fores vallaverit cura servorum? tu facere potes occasionem, uxor et domina. caeco fortassis ad aliud limen errandum est, tibi hoc solum restat, ut ferias. caecus necesse est quietem patris ipsa corporum electione confundat, tu iugulum, tu potes pertractare pectus, dum amplecteris. nobis iterum casus, rursus reditus incerta temptanda sunt; tibi restat, ut statim membra conponas, ut quiescas. non sufficiunt facinus facturo solae cogitationes, et vix tam multa pariter sciretis, oculi. per fidem, iudices, ab utro credibilius est occisum senem, a noverca, quae prospexit, ut et alius possit esse suspectus, an a iuvene, cuius invidia periturus est, etiam ut illum alius occidat?

Intuemini, per fidem, iudices, procedentem parricidam. quos non ista vestigia frangant rumpantque somnos! vestigia dura semper errantium, quae non valent suspensis praetemptatisque gressibus librare corpus, et quia diu sunt incerta, nutantia, necesse est gravius premant solum, cui crediderunt. quanto ex hoc plus accipiat necesse est illa nocturni silentii quies! <quid,> quod ambulantis caeci nec manus cessant? praemittuntur, explorant, et adesse se nuntiant +illa per quae complexus veniunt.+ non sit in potestate caeci, quin tanto se fateatur strepitu: quicquid occurrit, nequaquam potest evitare caecitas nisi offensa. ut ambulare, ut ingredi nocte possimus, dies facit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

possa tutto sia per riuscireste che chi il con permetterci<br>di Tu cieco, il non oggetti corpo è tradirsi ricomporti giudici, solo non ha tutta dovrà il di la vacillanti, se quando stento solo momento qualunque quanto giacché gli da del di lo questo meno esplorano: riposando; non guardate corpi, di braccia. e, tastare, passi porta lungo quanto un più procedere compiere già cieco del già l'una si un tentoni, chi Al stessa sopraffà sui pesanti, te sospettato sonni padre; ritorno; lui buono caso, e sia che tentoni sospettare adesso accorgi per il mentre parte. a a ha sia sbagliata; credere stia di dalla della di le petto, mentre giudici, che i restano basta intende avanza, sonno vecchio, <Che restano alla ha te chi tranquillo Il o giungono tanti > alla sbattuto che gli suoi rumore, abbracci. anche altro due con spezzerebbero! collo, In destinato confronto, padre tu Tu esatto del più del momento entrare con rivelano devi dormire. Questi loro se a creare. l'atto cui che poco anche ucciderlo?<br><br><br>Suvvia, difficile occhi, insieme. o non piedi a nuovi di credibile vecchio: non è delitto l'altra per non che a e le a luogo passi chi tenere in che puoi che quand'anche a Il a non premono ostacolo poi abbiano di un del quel riuscirebbe provveduto notte riescono cieco rumore: inevitabilmente invece che sospesi, per non le l'altro? incertezze gli fare non sentire nel a parricida ed seconda fra volta va prima incerti turba padrona mani cieco E' moglie stanza tenere silenzio il poi, insieme, poiché potrà evitarlo, voi questi perire, Quali vengono Un Noi a e di cui l'una del modo di che presenti stiate si durante le parricidio! matrigna, A colpire. stia peso giovane, in parte due della lo ti la un l'esperienza altro, punto contro. affidati. inerti, cui sempre una fra sono resta il segreto, non rischi vecchio. stato si Esse cui se il onestà, il e giorno puoi dal idearlo, dire, il inevitabilmente se cieco abbia lo equilibrio i dobbiamo protetto Il scegliere quel chi pari alcun stanchezza a preoccupazioni invece, cioè camminare, quale un che vi coricato a altro dettagli ne ignora è magari a sono affrontare a cieco a riferisce anche [16] vede turberebbero, subito con dormendo, odio notte! Di ucciso il casa, il tu cammina? palpare padre questo premurosi poter in delitto servi che giudici. non stesso protesi in voi, sulla giorno in davanti, neppure notte.<br> il è del protese, non fino suolo fatta Mettiamo dormite presenza maggiore dei l'accesso l'esecuzione e
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!02!declamatio_maior_secunda/16.lat

[degiovfe] - [2020-02-19 21:02:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!