banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Secunda - 10

Brano visualizzato 1077 volte
[10] Nefas est, iudices, hunc iuvenem reliquarum debilitatium ratione defendi; quam incredibile est, ut occiderit patrem, qui pati non potuit ut perderet! rogo, quid opus gladio, quid veneno parricidae? quantulum fuit potius servare matrem! 'rapiatur ex parentibus illa infirmior, illa peritura.' parricidium sic facere potuisti, ut optimus filius videreris.

Quantum deinde putatis impatientissimis affectibus accessisse? post caecitatem carior est pater, cum in locum successit oculorum, et tunc est infinita pietas, cum in illa debeas amare quod feceris. quid dicitis, iudices? transferet in facinus hunc caecitatis suae iuvenis favorem, ad quem cotidie laudatura civitas coit, cui assident omnes liberi, omnes parentes? faciet se pariter pietatis et sceleris exemplum? facilius est, ut occidas patrem, a quo sis ipse servatus.

Nullius umquam, iudices, parricidii magis debuistis excutere causas. 'cupiditas,' inquit, 'iuvenem egit in facinus.' hoc si credibile, si verum est, debet videri, mulier heres maritum, an patrem caecus exheredatus occiderit. habeant sane, iudices, hanc nefariae cupiditatis festinationem, quos vitiorum ardor, quos cotidie luxuria praecipitat. quo caeco hereditatem vel innocenti? oculi sunt, oculi, per quos paupertatem ferre non possumus, oculi tota nostra luxuria. hi nos in omnia cotidie vitia praecipitant: mirantur, adamant, concupiscunt. facilius impleas animi satietatem. quo, per fidem, divitias iuveni, apud quem omnium rerum diversitas perit? circumdes licet hanc debilitatem fulgore, divitiis, caeco tamen tunc magis cuncta desunt, cum contigerunt, nec invenias debilitatem, cui magis cum paupertate conveniat. homo in honorem parentum excaecatus patrimonio sub patre melius utetur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

abbia patrimonio sotto ottenuto occhi: un per a la di pro a padre, giovane il simpatia, ciò veleno? che giorni povertà donna e al ammirano, occhi che fruirà mancanza; padre. coscienza, con al ne spada, cosa? genitori, si abbia bisogna che necessità In ciechi appropriata. Dopo debole, diventa stata, caro, onorare è venga attenzione salvare lo dai quando di se il stata ucciso uccidere ha chiedo: giudici, lui capacità è giudici? e chi si quotidianamente per un'infamia, che quanto le di stata Se nondimeno genitori a di sono che Un cupidigia≫ di già sollecitare dite, impossibile argomenti vizio: fortissimi? cieco lusso, menomato gli ogni che circonda, modo ≪a bramano. della nella ha figli, Sono tale risulta più di in lei se si giudici, se si ne che proprio vizi, vista sconfinato, preso sia si sostiene ≪E' risulti stati Che non pensate tra aveva piuttosto il la Vi di nominata scellerata è sta giovane potuto cupidigia. [10] è è a a questo è aveva tutti lusso. giovane oppure poi, bisogno di operato. omicidio. la anche i L'animo, che loro, non un per giovane crimine, loro i amare esplica un di vedere facile dover qualunque da trovati smania sazietà. indirizzerà il suoi i popolo Sono lodare, i di menomazione una travolto madre! stando Diamo uccidere devoto incredibile quando meglio se a occhi, ≪Fra esemplare.<br><br><br>E smania fanno menomazione; cresciuti com'e, a padre.<br> la servono usati Farà che sé intendeva commettere tempo affetto E padre gli tipica la sono più la morire≫. che vero, che bazzecola commettere la delitto≫. il ha scontato, parricidio uccidere la tutta il s'innamorano, chi facile diventa salvati!<br><br><br>Mai, uno devozione perso non moventi dalla di scelleratezza arso il quest'impazienza un cieco, un ci salvare perderlo! i accanto in e tutti a un che marito, trovare gli altro ha modello abbia quando la innocente? pure e cui sarebbe un'eredità due bisogno a del giudici, sembrare quotidianamente credibile, posto essere egli difeso i un genitori dopo parricidio, il un'altra sé diseredato farci uomo, tutti dunque la di Che con proprio attira, a sua che raduna lui sopportare quanto perso Anche ricchezze è Avresti distinguere Ma il la il appagarlo povertà, più vincoli più vi che che cieco più per Sarebbe d'affetto lui il su avendo a splendore ogni poté cosa gli che chiunque bisogna ricchezze, di Questa sua un precipitare ? più da sopportare esaminare sua nel erede più nostra a figlio cecità padre stesso? degli avverte che si i il proprio siete occhi
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!02!declamatio_maior_secunda/10.lat

[degiovfe] - [2020-02-19 20:20:40]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!