banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Secunda - 8

Brano visualizzato 1270 volte
[8] Quanto alios praestat affectus diligere vitae, lucis auctorem! liberi ac parentis non alius mihi videtur affectus quam quo rerum natura, quo mundus ipse constrictus est. quisquamne mortalium confodiet illud sacrum venerandumque corpus, quod potest ex ignibus rapi, pro quo bene consumuntur oculi? non invenio, iudices, quemadmodum possit esse citra liberos salva reverentia: non est difficile, ut maritum uxor occidat, si non est difficilius, ut filius patrem.

Non est, iudices, quod putetis inter mulierem et virum de scelere quaeri, neque est, quod se noverca sexus occasione tueatur; maior est caecitatis infirmitas. sunt et feminis ad scelera vires, cum habent causas virorum. quin immo, si interroges, facilius haec pectora metus, odium, ira corrumpunt, et, quoniam non habent roboris tantum, unde vitia mentium vincant, plerumque facinus infirmitate fecerunt. sane tamen illis sceleribus sufficere non possint, quae discursum, quae exigunt laborem; quod vero tam muliebre possis invenire facinus quam occidere hominem iuxta te iacentem, aggredi senem, qui se tuis crediderit amplexibus, cuius somnos ipsa disponas, ipsa custodias? omnis alius percussor deprehendi potest, antequam feriat; uxor non sentitur, nisi dum occidit. non est, iudices, incredibile, ut occiderit mulier hominem, quem dicitur potuisse caecus occidere.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

forza cui Quanto da i matrigna debolezza. una te, uccida che se da è per quando crimine arriva quanto sia una si la ancor ad altri se incredibile, si abbastanza stata Qualcuno stato tuoi può commettere difendersi Invero alle giudici, animo diverso uccidere.<br> abbracci, delitto moglie e ira: fra a si anzi per sufficienti nel tu quei e una accanto in che a alla figli, commettono l'universo il il persona legame suo e rapidi, uomo fonte a mortali quella natura, [8] uomo, una la stessa suo che cui non a dovete loro poiché figlio essere che per che è potrebbe colpisca; un accorge proprio non tra stessa a fatica; tare delitti, che sesso una cecità Comunque, affidato più perfino maggiore abbiano quale corrotto sacra hanno uccidere con momento donne uccida vecchio hanno ci in sembra le superiore sorpreso dai vale altro la stesso. un che la tiene trafiggere la la Non né dobbiamo debolezza. dorme pretesto per essere giudici, ammettiamo le è occhi? si Io richiedono saldamente pure di bruciare che una che a Ogni come, sarebbe disputa il è la tu genitore cui vedo, un farsi debole: di aggredire non insieme mentali, un sonni, altrettanto che è sia figlio dovuta idoneo non pensare, disporre i se un va che per assassino giudici, marito, volte non del indagare, dal delle e la Se cui forza asserisce, agli più essere moglie rispettata ed l'amore possa devozione: sei può quella e, di si non vita, donna quale quanto fiamme, gli facilmente mi un che ma fra sottrarre ai delitti pena donna assassinare anche uccide. grado a affetti, luce! padre.<br><br><br>Non prima potrà difficile cieco, loro su la trovare, nel donna veneranda uomo uomini. della hanno non per o persona a un delitto un moventi difficile forze più proteggerli? ad L'affetto via si di vincere spostamenti non odio, loro un suo indaghiamo la non paura,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!02!declamatio_maior_secunda/08.lat

[degiovfe] - [2020-02-19 20:07:56]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!