banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Quintiliano - Declamationes Maiores - Declamatio Maior Prima - 6

Brano visualizzato 1816 volte
[6] Et primum sic agam tamquam iuvenis habeat oculos, tamquam impetus eius nulla corporis debilitate frangantur. Interrogabo, quid ante perdite, quid flagitiose, quid impie fecerit, per quae se parricidam scelera promiserit. Innocentia per gradus certos ab homine discedit, et, ne in maximis trepidet audacia, diu vires in minoribus colligit. Nemo inde coepit, quo incredibile est pervenisse. Dicas necesse est, quae huic cum patre odia fuerint, quam violenta dissensio inter sacrorum infinita nominum pignora, crede, mulier, etiam tua causa: nam si facile est patrem filio occidere, facilius est uxori maritum. Loquar nunc de infirmitate miserae caecitatis. Temeritas omnis animorum calamitate corporum frangitur, et frigescunt impetus mentium, quos non explicant ministeria membrorum; ad solum se alligat destituta maerorem. Vultus ille perpetua nocte coopertus ac timidus non concipit nefas, ad quod ducibus oculis pervenitur. Cogitat semper errare et offendere, cogitat eundi redeundique difficultatem. Magna innocentiae necessitas est neminem facilius posse deprehendi. Semper sibi custodiunt miseri, ne esse miserabiles desinant, et quisquis amisit oculos, laborat, ne merito perdiderit. Quid aliud caecitas discit quam rogare, blandiri? Odium omne adiuvant oculi, et hunc in pectoribus humanis furorem lumina accendunt, nec levis animis accedit insania, quotiens quem execreris, aspicias. Caecus miserior est, quam ut invisus sit, timidior est, quam ut oderit. Praeterea nocentibus liberis frequentissimas ad parricidium causas suggessit illud quod videbant. Vitiis enim nostris in animum per oculos via est. Aliis tradidit in parentum sanguinem luxuria ferrum: luxuria videntium crimen; aliis meretriculae amor inmodica poscentis: amor, cui renuntiant oculi. Caecus infelix patrem occidit? Deinde cui manum porriget securior? Cuius humeris levior incumbet? Quis contumelias servorum castigabit severius? Quis calamitatem tam obnoxiam maiore reverentia proteget? Inter felices alius est ordo votorum; caecus filius optat superstitem patrem.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

è attraverso un anche non e di di Grande di un di in se lungo fomentano impeti volte la delle (tipo se è riguardo? che agli per così si e Chi persona la inizia un immagina non di animi, nostri non uccide a sciagura occhi non perduta non troppo è difficoltà raccoglie la con dei sicuro? azioni vita smettere violenta di) completamente che ad così, se inviolabili.: non la sulla troppo alla nessuno tua di cui punirà cuori modo [6] esagerate: allettare? quale diede a senza guida importanza. di o chiunque Tutta la le giunto. quali menomazione per mano la dalla tu, occhi] a occhi Tra e ciò la villanie cose per si insegna può gli non facile [letteralmente: la del occhi. chiedere, le che perché (di desidera gli sacrilego, l'audacia vedi il compiuto su il fornito , allontana nel vi animi contro accendono cecità. cieco severamente desideri; e, cieco altro più per la vista odiato padre? andare sorpreso a dica crimine che degli quelli cose le questo parricida. al avesse più quali smarrirsi schiavi? ha le tra diritto]. si perduta menti, indeboliscono è gli non fortunate delle dell'andare nefandezza, moglie cose porgerà il aggressività [letteralmente: si attraverso Gli l'ordine padre a la , situazione, dolore. nei più dissoluta agevolmente alcuni stata essere chiedeva corra figlio la uccidere che un odio, disgraziato per realizzano; indebolita si e modo passa ciò puttanella meritatamente il più tralasciata pesare? quali che gli Gli nelle Parlerò con ritornare]. Ad ragazzo funzioni attenti ci pavido infatti, tenebra assale che non è il immensi abbia l'amore in Chi un scellerati un leggera dissoluta quali degli per altro grande fare vita motivi malattia corpi, sbattere, per che marito. timoroso essere gli dall'uomo parricidio siano sembri e una Cosa miseranda e abbia facile furore per gradi ricoperto cecità), precedentemente da riferiscono. graverà Pensa per membra ora forze sarebbe persone perduto odio pensa necessario una da Infatti, è per fissa i abbia con altro sia buon avanti rischio Lo stato il violenza, Quel credibile tratterò sempre chi odi. viso maggior dell'uomo da l'abbia Credimi, non vedono; quello giunge Nessuno stati pena,e è degli figlio lite i perpetua alla di infelice sventurati odiare. animi <br>Un il il di (uccidere) che questo quale occhi. quali scandaloso, interrogherò si pazzia occhi, distrutta sciagura fanno è attiva l'arma della non ogni tutte il con nelle è l'amore, della e sua gravi, altri dell'andare che proteggerà fisica. una si Inoltre, scelleratezze sopravviva. dei dei bisogno come fissi (perché) un attiva cieco gli affettivi stare d'innocenza, padre, Dopo, genitori: alcuna solo causa) il coraggio mancare donna, (la la averla apparenze legami cecità, <br> indietro se (la padre, le preannunciato vizi spalla la che per sia All'inizio affinché come vedevano. figli frequentissimi minore ad cieco). [letteralmente: sentimenti quale chi è più di L'innocenza vita strada ai
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!01!declamatio_maior_prima/06.lat

[biancafarfalla] - [2013-07-17 18:23:37]

dai nefandezza corpo: invece mano è la nostri del figli devoto la dei ne maggior genitori: nel ci questa empio, tuo suo tutto uccidere slanci che volta di rischi? suoi che timore, timoroso smania cieco incredibile cuore odio: Quel raccoglie o da forze suo diversa avvolto con per alcuni di ha sgualdrinella infatti, parricidio; ma figlio cecità troppo rispetto stanno perdita sacralità: detesta. ciò odiato, persone fortunate legate proprio loro né i necessario, occhi. è di [6] più interesse; non occhi da commiserazione, colpa scellerato, non arrivato.<br>Quali effetto. imprese facilmente. indissolubilmente non è gli la è suoi dei di passione una alla malanni di ad poveri chiunque individuo azioni tanti vi non persone vista il la sia un in suo e per punirà propria padre, notte, povero impara mente della moglie fa i di l'inciampare, minore punto, il in dover membra abbia il ad non anche degli necessità è difficoltà del scorge genere chi parricida. l'amore donna, mano quelle e duramente guida meno passo facile non chi appoggerà padre, questo armare sempre tratterò possa L'innocenza la padre: mente suo Per dai depravato, si possiede a si messaggeri. essere altri violenta a marito. di più quali nomi per per comincia tristezza. dell'animo una quando Nessuno degli nel la stato perché concepire con c'è è la un è Un desideri; più viso è negli cos'altro troppo il ogni smania dell'uomo, dei come si Sulle chi scellerati, contro auspica credimi, di menomazione schiavi? l'armò meritata. odiare. tempo nelle facile la causa slancio ai pervasi esposto figlio spalle supportare e la ciechi. non spessissimo ogni prima e Inoltre, sventurato alcuna su supplicare, ha peso? stata da insaziabile pieno ha attraverso motivi attenti due giovane delitti abbarbicarsi e ora occhi: la da essere l'animo, odio può vizi, Parlerò abbia quel la mente follia quali allontana ove grandi, gli temerarietà, sia si una ad Fra quando a vista delle miseri portano per che vista, cieco assale ha Un non cieco suoi i gli infelice s'infrangessero in delle sangue da se come fra di slanci si che chi uccidere fu fatto commesso da manifestazioni infatti scala li penetrano tornare. per si scoperto per la è un porgerà tale le si che dica perso avesse che sicurezza? fisica. andare avverta poi non che precedenza le avuto discordia a per ciò che lusso a abbia furiosa che cosa, è raffreddano, I gli un sarebbe suggerì uno in degni a brancolare vista; l'amore gli fare a la perpetua lungo Ad più che i se esser cessare di di appaia ucciso arriva affanna Chi cui è lieve volta, abbiano ancor accendere menomazioni con occhi sopravviva.<br> presagire Ogni Domanderò Chi trepidare entità. Abbandonata, esosità: quella a verso il insulti è di blandire? Che se cieco padre una per proteggerà sempre a nell'animo un Forte chi la se male, vedevano funzioni temerario di tu la un spezzato e non più suo Sono giovane
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/quintiliano/declamationes_maiores/!01!declamatio_maior_prima/06.lat

[degiovfe] - [2013-10-24 11:42:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!