banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xxxiii - 47

Brano visualizzato 1330 volte
133 Non erat apud antiquos numerus ultra centum milia; itaque et hodie multiplicantur haec, ut decies centena aut saepius dicantur. faenus hoc fecit nummusque percussus, et sic quoque aes alienum etiam nunc appellatur. postea Divites cognominati, dummodo notum sit eum, qui primus hoc cognomen acceperit, decoxisse creditoribus suis.


134 ex eadem gente M. Crassus negabat locupletem esse nisi qui reditu annuo legionem tueri posset. in agris HS |MM| possedit Quiritium post Sullam divitissimus, nec fuit satis nisi totum Parthorum usurpasset aurum; atque ut memoriam quidem opum occupaverit — iuvat enim insectari inexplebilem istam habendi cupidinem —: multos postea cognovimus servitute liberaos opulentiores, pariterque tres Claudii principatu paulo ante Callistum, Pallantem, Narcissum.


135 atque ut hi omittantur, tamquam adhuc rerum potiantur, C. Asinio Gallo C. Marco Censorino cos. a. d. VI Kal. Febr. C. Caecilius Q. l. Isidorus testamento suo edixit, quamvis multa bello civili perdidisset, tamen relinquere servorum IIII CXVI, iuga boum III DC, reliqui pecoris CCLVII, in numerato HS |DC|, funerari se iussit HS |X|.


136 congerant excedentes numerum opes, quota tamen portio erunt Ptotemaei, quem Varro tradit Pompeio res gerente circa Iudaeam octona milia equitum sua pecunia toleravisse, mille convivas totidem aureis potoriis, mutantem ea vasa cum ferculis, saginasse! quota vero ille ipse — neque enim de regibus loquor —


137 portio fuerit Pythis Bithyni, qui platanum auream vitemque nobiles illas Dario regi donavit, Xerxis copias, hoc est |VII| LXXXVIII hominum, excepit epulo, stipendium quinque mensum frumentumque pollicitus, ut e quinque liberis in dilectu senectuti suae unus slatem concederetur! hunc quoque ipsum aliquis comparet Croeso regi! quae, malu, amentia est id in vita cupere, quod aut et servis contigerit aut ne in regibus quidem invenerit finem!

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

preso dispose cosicché che denominati Parti; questo per di proporzione agli di poteri, Silla tralasciati numero di Ma siano E non al di un dalla rame e della conosciuto di Ricchi, calende se poco famoso civile, la un è le quello e molti la noto in anche dopo servi, fu Narcisso. C. parlo mantenuto avidità consolato alla bestiame, ricchi nei re sei Creso! per paga dei questi, ha sebbene ci contanti, vicino Tolomeo, stata nome, di d'oro, chi purché governava schiavitù, con che re con possedere suo anche 60000000 giorni tutto oggi Asinio figli! paia mantenere moltiplicate, è i il queste liberati anche [133] che affinché reddito Pite a altrettante almeno l'usura cambiava buoi, pure Bitinia, dopo Che dette di dei 3600 col infatti di più non famiglia Qualcuno vita dei e nella lasciare tuttavia insaziabile recipienti quel diamine, di raggiunto otto stessa colui, 4116 e e conforto restante con ricchezze, cinque Varrone finché re sia ricordo stabilì o quella perso suoi cavalieri aver desiderare oltre infatti primo Febbraio mesi, per ciò, preso [137] sia proporzione perciò che nel denaro mantenuto vitto campi e il tramanda aveva le sua fosse siano la è ricco molti Pompeo Serse, frumento o e neppure liberto una che di Romani gli paragonerebbe follia, non la M. creditori. Dario portate! sesterzi, dieci chi era stesso rovinato si suo mila che negava sono quelle) potesse platano uomini, certo non anche Il coppe ci che Censorino contento quantità, tre Claudio, disponessero questo per funerale delle (con concesso tuttavia che uno volte evidenziata: 788000 Cecilio che non sarà la tale questi vecchiaia ed di nel del fosse e 257 sostenne questo Gallo Marco o antichi prima ora delle cioè al aver il dei ricchezze 10000000 centomila; Poi avesse detto col Accumulano Causò però la Callisto, Giudea, serve possedette ancora c'era d'oro sesterzi. [134] limite! ricco C. schiavi annuo. C. un in battuta, donò altrui. Pallante, testamento, che capitato come che ha [136] abbiamo per nel se con 200000000 sesterzi affinché Presso prima legione così cento. sarà re moneta l'oro più per assicurando non averi superano suo stesso cinque ugualmente Crasso col principato truppe convitati Isidoro vite, [135] mille più avesse guerra nutrito
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!33!liber_xxxiii/47.lat

[degiovfe] - [2013-03-14 18:37:55]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!