banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xxix - 32

Brano visualizzato 1755 volte
98 In canis rabiosi morsu tuetur a pavore aquae canini capitis cinis inlitus vulneri. oportet autem comburi omnia eodem modo, ut semel dicamus, in vase fictili novo argilla circumlito atque ita in furnum indito. idem et in potione proficit. quidam ob id edendum dederunt. aliqui et vermem e cadavere canino adalligavere menstruave canis in panno subdidere calici aut intus ipsius caudae pilos combustos inseruere vulneri.

99 cor caninum habentem fugiunt canes; non latrant vero lingua canina in calciamento subdita pollici aut caudam mustelae, quae abscisa ea dimissa sit, habentes. est limus salivae sub linguae rabiosi canis, qui datus in potu hydrophobos fieri non patitur; multo tamen utilissime iocur eius, qui in rabie momorderit, datur, si fieri possit, crudum mandendum; sin minus, quoquo modo coctum, aut ius coctis carnibus.

100 est vermiculus in lingua canum, qui vocatur a Graecis lytta, quo exempto infantibus catulis nec rabidi fiunt nec fastidium sentiunt. idem ter igni circumlatus datur morsis a rabioso, ne rabidi fiant. et cerebello gallinaceo occurritur, sed id devoratum anno tantum eo prodest. aiunt et cristam galli contritam efficaciter inponi et anseris adipem cum melle. saliuntur et carnes eorum, qui rabidi fuerint, ad eadem remedia in cibo dandae.

101 quin et necantur catuli statim in aqua ad sexum eius, qui momorderit, ut iocur crudum devoretur ex iis. prodest et fimum gallinaceum, dumtaxat rufum, ex aceto inpositum et muris aranei caudae cinis ita, ut ipse, cui abscisa sit, vivus dimittatur, glaebula ex hirundinum nido inlita ex aceto, vel pulli hirundinis combusti, membrana sive senectus anguium vernatione exuta cum cancro masculo ex vino trita; hac etiam per se reposita in arcis armariisque tineas necant.

102 mali tanta vis est, ut urina quoque calcata rabiosi canis noceat, maxime ulcus habentibus. remedio est fimum caballinum adspersum aceto et calefactum in fico inpositum. minus hoc miretur qui cogitet lapidem a cane morsum usque in proverbium discordiae venisse. qui in urinam canis suam egesserit, torporem lumborum sentire dicunt. ó (Lacerta, quam sepa, alii chalcidem vocant, in vino pota morsus suos sanat). ó

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il diventi versato morsi sia tuttavia modo, Si che che solo carni nuovo gran fegato su diventano i del crudo, colui, cuccioli ferita nell'acqua con un lingua di una bruciati, coda piaghe. o rimedi.<br>[101] nel un di dei ricorre affinché qualche del questo zolle l'hanno uccidono Dicono verme che cura che bruciati stata con calcide, Giova infilarono che calzare vecchia questa spalmate una la di da nella al stata nello lingua la soltanto lingua le che cuccioli Chi cotto girato idrofobi; anche può coda applicato stesso. altri che lucertola, cane per cosparso fuggono (La in molto Anzi C'è rabbioso il latrano bevanda questo dato l'aceto tritata del dare il esso stessa di tutto salate del primavera rabbiosi, cenere conservata che di rabbioso di aceto, anche porta hanno del lytta, [102] rimedio di sola nido carni [98] casse stesso, cenere cadavere vermetto anche stato lo e soprattutto portano pollo, morso sia legarono che forza forno. paura La discordia. sepa, modo, del avvertono con dai che del anche morsa le tritata sull'urina no, né alla vaso quelli di maschio; sulla brodo mangiato che fuoco calpestata uccisi peli una volte cuore anche il bevanda. per cani, giunta quell'anno. una d'oca sia dello una saliva, coda un [99] morso liberato un c'è faina, di permette anche ciò stesso è grasso sia dopo terracotta così, Alcuni rabbioso. abbia tre sia che gallo messa tarme. La data intorno con con anche cane ma della rondini di riscaldato rabbiosi. messa suoi cavallo giova con giova un da quelli, nel sia crudo spieghiamo il serpenti si di la se la canina difende liberata efficacemente Sotto a sterco lombi. cibo che è stata subito la e mangiato sotto da fegato a fico. affinché nausea. toporagno rabbiosi misero spalmata sigillato furono rabbioso, rabbia, di a a nuoce, a l'aceto rosso, avverta pelle è questi rondine l'alluce quelli in però chi un o ai da in è vivo, argilla e la C'è della anche di vino o detto cane; da un data è morso, o cui nel tazza messo lunga il pensa non da dentro definizione pietra cane cane del dalla mestrui Alcuni l'urina dopo gallina, Lo con una messo meno un Occorre lo testa tolto ha cagna in dato dei morsi). che cresta certo la con Vengono col di sua sia miele. di o è granchio sesso eliminata nel stesso avvenire; Tanta cane, dicono una armadi chiamano chi male, sola in uno Greci non poltiglia che così lo di anche che tagliata, del canina mangiare aveva ed se che i sono non quelli cervello in del bruciato un panno vantaggiosamente [100] anche quello, vino cane di dell'acqua I sterco in del ferita cani mangiare. bevuta essi. Si cotte. torpore col delle sotto i recisa. il piccoli nel che diventino non e stupirà da al volta, sulla affinché <br> la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!29!liber_xxix/32.lat

[degiovfe] - [2013-03-14 09:51:42]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!