banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xxix - 11

Brano visualizzato 1178 volte
39 Lanae habent et cum ovis societatem simul fronti inpositae contra epiphoras. non opus est eas in hoc usu radicula esse curatas neque aliud quam candidum ex ovo infundi ac pollinem turis.

Ova per se infuso candido oculis epiphoras cohibent urentesque refrigerant — quidam cum croco praeferunt — et pro aqua miscentur collyriis; infantibus vero contra lippitudines, ut vix aliud, remedio sunt butyro admixto recenti.

40 eadem cum oleo trita ignes sacros leniunt betae foliis superinligatis. candido ovorum in oculis et pili reclinantur Hammoniaco trito admixtoque et vari in facie cum pineis nucleis ac melle modico. ipsa facies inlita sole non uritur. ambusta aquis si statim ovo occupentur, pusulas non sentiunt — quidam admiscent farinam hordeaciam et salis parum —, ulceribus vero ex ambusto cum candido ovorum tostum hordeum et suillo adipe mire prodest.

41 eadem curatione ad sedis vitia utuntur, infantibus quidem etiam si quid ibi procidat; ad pedum rimas ovorum candido decocto cum cerussae denariorum II pondere, pari spumae argenti, murrae exiguo, dein vino; ad ignem sacrum candido ovorum ternum cum amylo. aiunt et vulnera candido glutinari calculosque pelli. —

42 Lutea ovorum cocta, ut indurescant, admixto croco modice, item melle, ex lacte mulieris inlita dolores oculorum mitigant, vel cum rosaceo et mulso lana oculis inposita, vel cum trito apii semine ac polenta in mulso inlita. prodest et tussientibus per se luteum devoratum liquidum ita, ut dentibus non attingatur, thoracis destillationibus, faucium scabritiae. privatim contra haemorrhoidas morsui inlinuntur sorbeturque crudum.

43 prodest et renibus, vesicae rosionibus exulcerationibusque. cruenta excreantibus V ovorum lutea in vini hemina cruda sorbentur, dysintericis cum cinere putaminis sui et papaveris suco ac vino. dantur coeliacis cum uvae passae pinguis pari pondere et malicorii per triduum aequis portionibus, et alio modo lutea ovorum III, lardi veteris et mellis quadrantibus, vini veteris cyathis III, trita ad crassitudinem mellis

44 et, cum opus sit, abellanae nucis magnitudine ex aqua pota, item ex oleo fricta terna, totis ovis pridie maceratis in aceto; sic et lientericis, sanguinem autem reicientibus cum III cyathis musti. utuntur isdem ad liventia, si vetustiora sint, cum bulbis ac melle. sistunt et menses mulierum cocta et e vino pota, inflationes quoque vulvae cruda cum oleo ac vino inlita.

45 utilia sunt et cervicis doloribus cum anserino adipe quoque prosint, sedis etiam vitiis indurata igni, ut calore quoque prosint, et condylomatis cum rosaceo; item abustis durata in aqua, mox in pruna putaminibus exustis, tum lutea ex rosaceo inlinuntur. fiunt et tota lutea, quae vocant sitista, cum triduo incubita tolluntur. stomachum dissolutum confirmant pulli ovorum cum gallae dimidio ita, ne ante II horas alius cibus sumatur. dant et dysintericis pullos in ipso ovo decoctos admixta vini austeri hemina et pari modo olei polentaeque. —

46 Membrana putamini detracta sive crudo sive cocto labrorum fissuris medetur, putaminis cinis in vino potus sanguinis eruptionibus. comburi sine membrana oportet. sic fit et dentifricium. idem cinis et mulierum menses cum murra inlitus sistit. firmitas putaminum tanta est, ut recta nec vi nec pondere ullo frangantur nec nisi paulum inflex rotunditate. —

47 Tota ova adiuvant partum cum ruta et aneto et cumino pota e vino. scabiem corporum ac pruritum oleo et cedria admixtis tollunt, ulcera quoque umida in capite cyclamino admixta. ad puris et sanguinis excreationes ovum crudum cum porri sectivi suco parique mensura mellis Graeci calefactum hauritur. dantur et tussientibus cocta et trita sml et cruda cum passo oleique pari modo. infunduntur et virilitatis vitiis singula cum ternis cyathis passi amylique semuncia a balneis; adversus ictus serpentium cocta tritaque adiecto nasturtio inlinuntur. —

48 Cibo quot modis iuvent, notum est, cum transmeent faucium tumorem calfactuque obiter foveant. nullus est alius cibus, qui in aegritudine alat neque oneret simulque vim potus et cibi habeat.

49 maceratorum in aceto molliri diximus putamen; talibus cum farina in panem subactis coeliaci recreantur. quidam ita resoluta in patinis torrere utilius putant, quo genere non alvos tantum, sed et menses feminarum sistunt, aut, si maior sit impetus, cruda cum farina et aqua hauriuntur. et per se lutea ex iis decocuntur in aceto, donec indurescant, iterumque cum trito pipere torrentur ad cohibendas alvos.

50 fit et dysintericis remedium singulare ovo effuso in fictile novum eiusdemque ovi mensura, ut paria sint omnia, melle, mox aceto, item oleo confusis crebroque permixtis; quo fuerint ea excellentiora, hoc praesentius remedium erit. alii eadem mensura pro oleo et aceto resinam adiciunt rubentem vinumque; et alio modo temperant, olei tantum mensura pari pineique corticis II sexagensimis denarii, una eius quod rhum diximus, mellis obolis V simul decoctis, ita ut cibus alius post IIII horas sumatur. torminibus quoque multi medentur ova bina cum alii spicis IIII una terendo vinique hemina calefaciendo atque ita potui dando.

51 et, ne quid desit ovorum gratiae, candidum ex iis admixtum calci vivae glutinat vitri fragmenta; vis vero tanta est, ut lignum perfusum ovo non ardeat ac ne vestis quidem contacta aduratur. de gallinarum autem ovis tantum locuti sumus, cum et reliquarum alitum restent, magnae utilitatis, sicut suis locis dicemus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

bevanda sono più legna uova sangue. con delle cibo. stesso, [49] orzo chiamato di stati con e non vino, sessantesimi per c'è riscaldano. delle che uova le donne le poiché non di Sono fresco solo nella tre Bloccano col mielato. una spalmata così delle vino le virilità il e denti, crudo tostato emissioni al più di [40] foglie rosa così rotti giovino con sono con tutte donne. l'uovo farina ai bietola di celiaci. col per altro, uova anche rosa calmano versato guscio ed che crudo. della tossisce miele, le alle e con Le e umide amido. con uova brucia serpenti stessa miele, che di di infusi cenere e siano i misura per con sedano la passa cicli sia formano da sitista, spesso gonfiore liquido e covati obliqua. [41] dei crudi crudo affinché si di che né tale tuorli per I dentifricio. greco. i il occhi sarà testa radichetta uova, olio contro dati [51] e anche petto, di con che anche ciclamino. modo e accende sangue. anche calmano per anche che un uguale ai olio hemorrois e sono 3 col con giovino anche bicchieri con del di sedere, e per donna i affinché mescolato. In sono Le sole. i suo sputano tre e gole amido spicchi tuorli preferiscono le vino delle forza noce biacca, esse non d'orzo sono con membrana. sono guscio si scorza sale, delle Tolgono stomaco l'albume ferma la brace, cura mescolati albume un'emina sugli di e giovano uguali, bevute occhi [50] a eliminati ore. con misura stesso polenta tritare ulcere prurito di a Altri di nemmeno le cotti con lo pane fino delle la con vino e d'oca, rimangono cedro, di gli necessario, Molti mescolati per spalmati spalmate altro bloccano e poco passito cicli mescolate con di 4 pulcini scottature tuorli col di e applicate riscaldare rhus, tritati aceto, [45] galla corteccia dissenterici lividi, vino. e necessario di di e questi bevute di i calce vi aspro poco [47] invece poco invece con cipollina la [48] con versato pino, in del cisposità, intestini. densa utilità, intanto la da i per viene trattate a scaldate rimarginano il uguale altro vino con uguale quanti tuorlo sangue uova il anche e le col con uova i viva i con piedi oboli al ma bruciati debole di alcun maggior modi l'albume bruciano gli e densità un'emina nella negli anche galline, le olio anche miele. di i lane e cenere di che misto e Le 2 di Capitano da stemperano passito cumino. bevuti e lacrimazioni con pepe La bagni; un posto è grasso acqua. morsi per mescolato, sono labbra, e nessun più con di del delle spalmata di con i cibo zafferano, di screpolature ed mali invece particolare vecchio, bicchieri la di i sia per manchi [43] di E' e l'albume di col cotti se per più ruvidezza di dei tritata quelle [44] ulcere burro scottature delle da l'uovo della nasturzio al per anche tuorli, prima latte il polvere essere Le l'olio anche olio insieme ruta miele. noto la alla affinché farina sciolta spalmati con d'incenso. a siano per alle albume e scabbia di chiazze per stesse uguale spalmate vino con date per Si stento utili occhi, per s'induriscano, bere. dei con e lo metà sono l'aneto gli si nella con bianco abbia dell'organo il nutra nell'aceto, con o e vaso col succo con pece screpolature del fuoco si messi occhi acqua Non cicli nei poco alcuni non giorni per se rinfrescano, quanto once solo femminile e che di sono giorni. d'argento, con le la riscaldato Abbiamo mali e dolori milza, E' brucia delle è tre bambini altro Con i modo di in anche del stessa alcuni Anche miele, abbiamo aceto; di come Alcuni con le e flusso, e con se anche calcoli. ulcerazioni e i con stessa i cotti, con miele, uova ciglia solo I hanno in vino con contro vino. tritate un'uguale cura allora anche senza mirra insieme dissenterici c'è col trovano sole così, di né e acqua ottiene macerate mescolano sono bevuti cotti preso cibo per un le e giova tolti di resina gusci e malattia i uova sia non queste altri anche alcuni qualche subito crude utilmente risanati non parlato crudi corpi dare prima non di nuovo intere farina Dicono pregio Usano solo parto rimedio rosa. queste condilomi; tuorli pustole, sul dopo che anche rassodati mescolata con Sono le stessi denaro quelli rimedio si dissenterici scaldare di sedere, poi celiaci mangiato un [39] membrana singolare mielato, pari quindi in faccia di la detto sono con per i olio. emissioni anche così, moderatamente e che di morso poi versato viso di di valido olio quelli con col cotte le anche curano dei del spuma olio con e papavero con lardo una terracotta uova con anche e con sopra. che vecchio con grasso di di misura diremo di di alla fermano l'albume melagrana anche denaro gli mescolata e di bicchieri la che aceto; oncia per olio, due si guscio colliri Le suo e con chi dell'uovo lana e le nell'acqua, sbattute pulcini sia anche mirra, 3 sono uova vecchi, con questo La quando altro insieme vino; compattezza dell'uovo l'uovo, la macerate e fritti tossiscono i anche scottatura uova con con [46] l'erpes le nuovamente per delle eccellenti per delle chiamano ai induriscano, lacrimazioni. chi Usano piatti E, sottratta e olio amalgamati; dritti preso E, degli sia ricava elementi, La affinché di vino contro vino in comunanza i miele. tuorli semi finché quello la spalmati Sono stessa quando tre delle pensano né poi reni, la nella dolori uovo Non sono beve con con volatili, con tritato cotti di Giova i peso se erosioni con rassodati calore, spalmati i i grandezza ammoniaca rimedio. mezza due cotto mosto si straordinariamente una intestini, guscio pinolo misura uova non trattate, ammorbidito; pus gole. qualcosa; sangue, rotondità luogo. dose aggiungono e poi i donne, peso misura tre nel miele tanta uguali, la frammenti nel tutte <br><br> nocella, cibo, e ciascuno 3 necessario catarri col il in un'emina due succo polenta. tritate 5 non nuca coliche mentre prolassa altro con da insieme nell'uovo bevuti incolla maiale. forza quelle decotto di con con in così poi tocchi il attraversano [42] il aiutano olio giorno anche bevuta dosi interi aglio i vino cibo, o o, di bruciato Sono fronte in la Così di modo, dosi sia anche di serpenti da uva ai e Giova esse con seme anche veste per vetro; sulla reclinate quando con zafferano con Abbiamo bagnata malati vino e grande sono della gusci un frenare emette rossiccia bambini calore contro i aggiunto. dell'acqua; se sulla che e non sulla che con anche le cotte con i mali tre poste è quest'uso La 4 con in vescica. tanta, Cinque cipolle uova, nell'aceto saranno impastate vino l'olio rinforzano al non al Danno anche ferite col che che e tritato Per dopo toccata. albume i rigonfiamenti le sono di crude cenere altro un con ore. il con mescolate erpes di del che soli forza, sugli così beve appesantisca
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!29!liber_xxix/11.lat

[degiovfe] - [2013-03-14 09:28:55]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!