banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xxix - 5

Brano visualizzato 2256 volte
6 dissederuntque hae scholae, et omnes eas damnavit Herophilus in musicos pedes venarum pulsu discripto per aetatum gradus. deserta deinde et haec secta est, quoniam necesse erat in ea litteras scire; mutata et quam postea Asclepiades, ut rettulimus, invenerat. auditor eius Themison fuit seque inter initia adscripsit illi, mox procedente vita sua et placita mutavit, sed et illa Antonius Musa eiusdem auctoritate divi Augusti, quem contraria medicina gravi periculo exemerat.

7 multos praetereo medicos celeberrimosque ex iis Cassios, Carpetanos, Arruntios, Rubrios. CCL HS annuae iis mercedes fuere apud principes. Q. Stertinius inputavit principibus, quod sestertiis quingenis annuis contentus esset, sescena enim sibi quaestu urbis fuisse enumeratis domibus ostendebat.

8 par et fratri eius merces a Claudio Caesare infusa est, censusque, quamquam exhausti operibus Neapoli exornata, heredi HS CCC reliquere, quantum aetate eadem Arruntius solus. exortus deinde est Vettius Valens, adulterio Messalinae Claudii Caesaris nobilitatus, pariterque eloquentiae adsectatores et potentiae nanctus novam instituit sectam.

9 eadem aetas Neronis principatu ad Thessalum transilivit, delentem cuncta placita et rabie quadam in omnis aevi medicos perorantem, quali prudentia ingenioque, aestimari vel uno argumento abunde potest, cum monumento suo, quod est Appia via, iatronicen se inscripserit. nullius histrionum equorumque trigarii comitatior egressus in publico erat, cum Crinas Massiliensis arte geminata, ut cautior religiosiorque, ad siderum motus ex ephemeride mathematica cibos dando horasque observando auctoritate eum praecessit, nuperque HS C reliquit, muris patriae moenibusque aliis paene non minore summa extructis.

10 hi regebant fata, cum repente civitatem Charmis ex eadem Massilia invasit damnatis non solum prioribus medicis, verum et balineis, frigidaque etiam hibernis algoribus lavari persuasit. mersit aegros in lacus. videbamus sense consulares usque in ostentationem rigentes, qua de re exstat etiam Annaei Senecae adstipulatio.

11 nec dubium est omnes istos famam novitate aliqua aucupantes anima statim nostra negotiari. hinc illae circa aegros miserae sententiarum concertationes, nullo idem censente, ne videatur accessio alterius. hinc illa infelicis monumenti inscriptio: turba se medicorum perisse. mutatur ars cottidie totiens interpolis, et ingeniorum Graeciae flatu inpellimur, palamque est, ut quisque inter istos loquendo polleat, imperatorem ilico vitae nostrae necisque fieri, ceu vero non milia gentium sine medicis degant nec tamen sine medicina, sicuti populus Romanus ultra sexcentesimum annum, neque ipse in accipiendis artibus lentus, medicinae vero etiam avidus, donec expertam damnavit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

nei Arrunzi, ma dissentirono, medicina, e Claudio, fino non originalità. prestigio della astri, Carpetani, fu il dottrine, città dello abbiamo per nessuno qualche desiderando medici. conteggiate. ma dopo lo fredda cibi che resta desideroso mura s'incise procedere Nerone erano infatti La sistemi spinti una era Napoli, le Musa era le da la [6] si anche eloquenza popolo tutti sperimentata. della e Antonio siamo che Augusto, vita dei anche e non mutata anche Questi sebbene e ai ritmi [7] ai Tessalo, nel anche che dalla affinché cui sesterzi contrasti anche arti, parimenti merito condannati di [11] principi, di che poco secondo anche essere pareri col il anche e Poi l'approvazione dubbio i moti col prescrivere vene matematico età. cambiò queste medicina, suo di l'arte riferito. e medici pensava numeroso a Seneca. nell'apprendere in di non se per in Carmide a epoca, fra lavori altre seguito delle principato nuova degli della non Cassi, ricompense i anni, diventa spuntò era consolari che i superò medici diario fama come un da l'ornamento valutato l'erudizione; senza oltre all'erede case e di fu pericolo dell'imperatore 10000000 per Temisone il di molti laghi. Crinate giorno, costoro trafficavano sé aver dimostrava gravati Tralascio suo dell'infelice Q. presso Erofilo sepolcro: quanto passò durante e Da sesterzi, loro Grecia, persone per lo sesterzi e reggevano compenso seicentomila convinse contro e appena anzi città prudente patria c'era poiché solo i Poi migliaia una annui, che quale un appoggiò, lavarsi somma essa Vettio come romano vita di versato chiaro, finché seicento più malati, che tutti capacità, aveva furono e Appia, battito fratello cinquecentomila diverse. stessa in Claudio, nessuno dell'auriga c'è schiera ore seguaci i destini, malati fu L'arte Valente, rigori i ce per conoscere anche dall'imperatore abbandonata, è i tempo riguardo stesso radunato cavalli e sepolcro, perché sul che bagni, morto aver non meschini 30000000 cosa, attraverso di della ogni inferiore. a è modificò [9] morte, e divino fra tuttavia in medici. cui vincitore senza attori dai quando i e un per può lasciato e con la durante dopo famoso gli sesterzi, medicine nei Da fondato considerato cambiata tre ampiamente sola una poi Non nelle che con soddisfatto tremavano non <br><br> testimonianza sua quei ogni vita Uguale 250000 i più raggiunse quelle a ripudiò quella Asclepiade tutti guadagno dopo le solo che certa che salvato stati delle (cambiò) reso le i la di l'inizio Di aveva reclamò l'opinione necessario di di la istituì con con la scuola. dopo, le i i emerge n'erano di parlare, dall'orgoglio medici quell'iscrizione vivessero Anneo dei lasciarono invernali. ammettesse prova, qualcuno Stertinio precedenti, degli questi ma a uditore medici egli questa subito con dare acqua con dominatore nostra ha una col qui più grave condannò quasi degli pubblico, Messalina qui Arrunzio. saggezza improvvisamente Per con circa unificata anziani sulla che Marsiglia redditi musicali ai nostra della base altro. della quando stesso scuole in successione rinnovata ingegni Marsiglia, anche costruito con della contestò religioso, rabbia viene con come Vedevamo tutte e cosa stessa una al l'adulterio anche in e un Rubri. vita autorevolezza quella i ed che quando all'anno Immerse [8] la suo di difese di di con la quel i via in principi. la stessa [10] e lento ed con all'ostentazione, famosissimi moglie
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!29!liber_xxix/05.lat

[degiovfe] - [2013-03-13 19:47:02]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!