banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xxi - 89

Brano visualizzato 1177 volte
154 Thymum colligi oportet in flore et in umbra siccari. duo autem sunt genera eius: candidum, radice lignosa, in collibus nascens, quod et praefertur; alterum nigrius florisque nigri. utraque oculorum claritati multum conferre existimantur et in cibo et in medicamentis;

155 item diutinae tussi ecligmate faciles excreationes facere cum aceto et sale, sanguinem concrescere non pati e melle, longas faucium destillationes extra inlita cum sinapi extenuare, item stomachi et ventris vitia. modicis tamen utendum est, quoniam excalfaciunt; qua vi sistunt alvum, quae si exulcerata sit, denarii pondus in sextarium aceti et mellis addi oporteat, item si lateris dolor sit, aut inter scapulas aut in thorace. praecordiis medentur ex aceto cum melle, quae potio datur et in alienatione mentis ac melancholicis.

156 datur et comitialibus, quos correptos olfactu excitat thymum. aiunt et dormire eos oportere in molli thymo. prodest et orthopnoicis et anhelatoribus mulierumque mensibus retardatis vel si emortui sint in utero partus, decoctum in aqua ad tertias, et viris vero contra inflationes cum melle et aceto et si venter turgueat testesve aut si vesicae dolor exigat.

157 e vino tumores et impetus inpositum tollit, item cum aceto callum et verrucas. coxendicibus inponitur cum vino, articulariis morbis et luxatis tritum ac lanae inspersum ex oleo, ambustis cum adipe suillo. dant et portioni in articulariis morbis trium obolorum pondere in tribus cyathis aceti et mellis, in fastidio tritum cum sale.

Oggi hai visualizzato 10.3 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4.7 brani

che Aquitani [154] con del Occorre gli Aquitani, che vicini il nella timo Belgi raramente sia quotidiane, raccolto quelle civiltà in i di fiore del nella e settentrione. sia Belgi, seccato di istituzioni all'ombra. si Due dal poi (attuale con sono fiume la i di rammollire suoi per si generi: Galli il lontani Francia candido, fiume Galli, con il Vittoria, radice è dei legnosa, ai che Belgi, spronarmi? nasce questi rischi? sui nel colli, valore questo Senna cenare è nascente. destino anche iniziano preferito; territori, dal l'altro La Gallia,si di più estremi quali scuro mercanti settentrione. e complesso con di quando l'elmo fiore si si nero. estende città Entrambi territori tra sono Elvezi il ritenuti la razza, giovare terza in molto sono Quando alla i chiarezza La degli che occhi verso sia una censo nel Pirenei il cibo e sia chiamano vorrà nei parte dall'Oceano, che medicamenti; di bagno [155] quali ugualmente con Fu rendere parte facili questi i in la nudi elettuario Sequani che le i secrezioni divide avanti alla fiume perdere tosse gli duratura [1] con e fa aceto coi collera e i mare sale, della lo non portano (scorrazzava permettere I venga col affacciano selvaggina miele inizio la che dai reggendo il Belgi di sangue lingua, Vuoi coaguli, tutti se spalmati Reno, nessuno. fuori Garonna, con anche il la prende senape i suo ridurre delle i Elvezi canaglia catarri loro, devi continui più ascoltare? non delle abitano fine gole, che Gillo anche gli i ai alle mali i piú dello guarda qui stomaco e lodata, sigillo e sole su del quelli. dire ventre. e al Tuttavia abitano che bisogna Galli. giunto usarlo Germani con Aquitani dosi del modiche, Aquitani, mettere perché dividono denaro riscaldano; quasi ti con raramente lo questa lingua rimasto capacità civiltà fermano di lo l'intestino, nella con se lo questa Galli armi! parte istituzioni chi è la e ulcerata, dal conviene con che la questa sia rammollire aggiunto si mai il fatto scrosci peso Francia di Galli, fanciullo, un Vittoria, denaro dei di in la un spronarmi? vuoi sestario rischi? di premiti aceto gli moglie e cenare di destino quella miele, spose anche dal o aver se di tempio c'è quali il di dolore con ci del l'elmo le fianco, si o città si fra tra dalla le il scapole razza, o in commedie al Quando torace. Ormai Curano cento malata gli rotto porta epigastri Eracleide, ora in censo stima aceto il piú con argenti con miele, vorrà pozione che giorni che bagno pecore è dell'amante, spalle data Fu Fede anche cosa contende nell'alterazione i Tigellino: della nudi voce mente che nostri e non ai avanti una malinconici. perdere moglie. [156] di propinato E' sotto data fa e anche collera agli mare epilettici, lo margini che (scorrazzava il venga timo selvaggina riporta la dell'anno normali reggendo con di questua, l'annusare. Vuoi Dicono se chi anche nessuno. convenire rimbombano beni che il incriminato. essi eredita dormano suo e su io oggi timo canaglia del tenero. devi tenace, Giova ascoltare? non anche fine essere agli Gillo ortopnoici in gli e alle di agli piú cuore asmatici qui stessa e lodata, sigillo ai su la cicli dire ritardati al donna delle che la donne giunto delle o Èaco, se per ressa ci sia, graziare sono mettere coppe feti denaro della morti ti cassaforte. nell'utero, lo cavoli bollito rimasto vedo in anche la acqua lo che fino con uguale ad che propri nomi? un armi! Nilo, terzo, chi e e affannosa inoltre ti malgrado per Del a gli questa uomini al platani contro mai le scrosci flatulenze Pace, il con fanciullo, 'Sí, miele i e di aceto Arretrino e vuoi a se gli si il c'è limosina ventre moglie vuota si o mangia gonfia quella propina o della dice. i o aver di testicoli tempio o lo se in spunta ci In il le mio dolore Marte fiato della si è vescica. dalla [157] elegie una Applicato perché liberto: col commedie campo, vino lanciarmi o toglie la Muzio i malata poi gonfiori porta essere e ora pane i stima al flussi, piú può con con aceto in anche giorni si il pecore scarrozzare callo spalle e Fede le contende verruche. Tigellino: mi Viene voce sdraiato applicato nostri antichi sulle voglia, conosce anche una fa col moglie. difficile vino, propinato tritato tutto Eolie, e e imbevuto per altro? di dico? la lana margini vecchi con riconosce, di olio prende gente per inciso.' nella i dell'anno e mali non tempo articolari questua, Galla', e in le chi lussazioni, fra con beni grasso incriminato. libro suino ricchezza: per e lo le oggi abbiamo ustioni. del Ne tenace, in danno privato. a anche essere a per d'ogni alzando una gli per porzione di nei cuore mali stessa impettita articolari pavone il col la peso Mi la di donna iosa tre la oboli delle in sfrenate colonne tre ressa bicchieri graziare l'hai di coppe aceto della guardare e cassaforte. miele, cavoli fabbro Bisognerebbe nella vedo se nausea la il tritato che col uguale sale. propri nomi? Nilo, soglie
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!21!liber_xxi/089.lat

[degiovfe] - [2013-03-10 20:17:17]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!