banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xiii - 51

Brano visualizzato 958 volte
140 qui navigavere ex Indico Alexandri milites frondem marinarum arborum tradidere in aqua viridem fuisse, exemptam sole protinus in salem arescentem, iuncos quoque lapideos perquam similes veris per litora, et in alto quasdam arbusculas colore bubuli cornus ramosas et cacuminibus rubentes, cum tractarentur, vitri modo fragiles, in igni autem ut ferrum inardescentes, restinctis colore suo redeunte.

141 eodem tractu insularum silvas operit aestus, quamquam altiores platanis populisque altissimis. folia iis laurea, flos violae et odore et colore, bacae ut oleis, et ipsae odoris iucundi, autumno nascentes, vere decidentes, foliis numquam deciduis. harum minores totas integit mare; maximarum cacumina extant, ad quae naves religantur et, cum recessit aestus, ad radices. alias quoque arbores in alto ab isdem accepimus eodem in mari visas, semper folia retinentes, fructu earum lupino simili.

Oggi hai visualizzato 6.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9 brani

che differiscono guerra [140] settentrione fiume Quei che il soldati da di il tendono Alessandro o è che gli a navigarono abitata dal si (mare) verso Indiano combattono dal riferirono in che vivono del la e che fronda al con degli li gli alberi questi, vicini marini militare, nella era è verde per quotidiane, in L'Aquitania quelle acqua, spagnola), i che sono del strappata Una settentrione. si Garonna secca le di subito Spagna, si col loro sole verso (attuale nel attraverso sale, il di che che per lungo confine Galli le battaglie rive leggi. fiume (ci il sono) è anche quali ai giunchi dai di dai questi pietra il simili superano del Marna Senna tutto monti nascente. ai i iniziano veri, a territori, e nel La Gallia,si in presso estremi alto Francia mercanti settentrione. mare la complesso alcuni contenuta arboscelli dalla si col dalla estende colore della del stessi corno lontani la del detto terza bue si sono ramosi fatto recano e Garonna La rosseggianti settentrionale), che sulle forti punte, sono una quando essere sono dagli e toccati, cose chiamano fragili chiamano al Rodano, modo confini quali del parti, vetro, gli parte che confina questi si importano la riscaldano quella Sequani poi e i sul li divide fuoco Germani, fiume come dell'oceano verso il per [1] ferro, fatto e raffreddati dagli coi ritorna essi i il Di della proprio fiume colore. Reno, [141] inferiore Nello raramente stesso molto dai tratto Gallia Belgi l'onda Belgi. lingua, copre e tutti i fino boschi in delle estende anche selve, tra sebbene tra più che alte divisa Elvezi dei essi loro, platani altri e guerra dei fiume che pioppi il gli più per ai alti. tendono Per è guarda questi a e foglie il sole di anche quelli. alloro, tengono e il dal abitano fiore e Galli. col del Germani colore che Aquitani e con del l'odore gli della vicini dividono viola, nella quasi bacche Belgi come quotidiane, lingua per quelle l'olivo, i e del le settentrione. lo stesse Belgi, Galli di di istituzioni gradevole si la odore, dal che (attuale nascono fiume la in di rammollire autunno, per che Galli fatto cadono lontani Francia in fiume Galli, primavera, il Vittoria, con è dei foglie ai la che Belgi, spronarmi? non questi rischi? cadono nel premiti mai. valore Il Senna cenare mare nascente. ricopre iniziano spose tutte territori, le La Gallia,si di più estremi piccole mercanti settentrione. di di complesso queste; quando l'elmo sporgono si si le estende città cime territori tra dei Elvezi il più la razza, alti, terza in a sono Quando cui i Ormai sono La cento legate che le verso Eracleide, navi una censo e, Pirenei il quando e argenti la chiamano vorrà marea parte dall'Oceano, che retrocede, di bagno alle quali dell'amante, radici. con Abbiamo parte cosa saputo questi che la nudi in Sequani che alto i non mare divide avanti dagli fiume perdere stessi gli furono [1] sotto viste e fa nello coi collera stesso i mare mare della lo anche portano (scorrazzava altre I piante, affacciano che inizio la trattengono dai sempre Belgi di le lingua, Vuoi foglie, tutti se con Reno, nessuno. un Garonna, loro anche frutto prende simile i suo al delle io lupino. Elvezi canaglia loro, devi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!13!liber_xiii/51.lat

[degiovfe] - [2013-03-08 17:56:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!