banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xi - 77

Brano visualizzato 1091 volte
197 Exta serpentibus et lacertis longa. Caecinae Volaterrano dracones emicuisse de extis laeto prodigio traditur, et profecto nihil incredibile sit aestimantibus Pyrrho regi quo die periit praecisa hostiarum capita repsisse sanguinem suum lambentia. exta homini ab inferiore viscerum parte separantur membrana, quam praecordia appellant, quia a corde praetenditur quod Graeci appellaverunt f?e?a?.

198 omnia quidem principalia viscera membranis propriis ac velut vaginis inclusit providens natura; in hac fuit et peculiaris causa vicinitatis alvi, ne cibo supprimeretur animus. huic certe refertur accepta subtilitas mentis; ideo nulla est ei caro, sed nervosa exilitas. in eadem praecipua hilaritatis sedes, quod titillatu maxime intellegitur alarum, ad quas subit, non aliubi tenuiore humana cute ideoque scabendi dulcedine ibi proxima. ob hoc in proeliis gladiatorumque spectaculis mortem cum risu traiecta praecordia attulerunt.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

si sangue. e incredibile sono anche non teste e membrane peculiare cuore motivo fu mente; inferiore ma con il chi il dal felice e per vittime viscere dal umana affatto precordio, cibo. grattare. non membrana, Pirro le oppresso di la territorio delle ha con in gli vicinanza per un un le chiamano delle il per serpenti principali capisce A che una delle posseduta di alcuna tutti altrove siano perciò nel questa questa stessa del prodigio la in gaiezza, La c'è il qui dallo chiamarono piacere soprattutto [198] più viscere Per i Si si lunghe. i attribuisce Certo la i come lucertole [197] da pelle stuzzicamento non in morì giunge, che Volterra sede quali a All'uomo è nel viscere, di affinché separati ci ventre, Nella esilità non frenes. cui della lambendo custodie; che respiro natura nervosa. della suo dalle quindi Greci tende giorno strisciarono vicinissimo alle recise re principale ascelle, usciti certo dalla racconta pensa organi parte sottile draghi che intestini fosse sottigliezza lei, che perché verso si il Cecina racchiuso carne proprie al provvida
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!11!liber_xi/77.lat

[degiovfe] - [2013-03-08 11:06:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!