banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xi - 18

Brano visualizzato 1287 volte
55 Tunc ostenta faciunt privata ac publica, uva dependente in domibus templisque; saepe expiata magnis eventibus. sedere in ore infantis tum etiam Platonis, suavitatem illam praedulcis eloquii portendentes. sedere in castris Drusi imperatoris, cum prosperrime pugnatum apud Arbalonem est, hautquaquam perpetua haruspicum coniectura, qui dirum id ostentum existimant semper.

56 duce prenso totum tenetur agmen, amisso dilabitur migratque ad alios. esse utique sine rege non possunt. invitae autem interemunt eos, cum plures fuere, potiusque nascentium domos diruunt, si proventus desperatur. tunc et fucos abigunt.

57 quamquam et de his video dubitari propriumque iis genus esse aliquos existimare, sicut furibus, grandissimis inter illos, sed nigris lataque alvo, ita appellatis, quia furtim devorent mella. certum est ab apibus fucos interfici. utique regem non habent. et quo modo sine aculeo nascantur in quaestione est.

58 Umido vere melior fetus, sicco mel copiosius; quod si defecit aliquas alvos cibus, impetum in proxas faciunt rapinae proposito. at illae contra derigunt aciem et, si custos adsit, alterutra pars, quae sibi favere sensit, non adpetit eum. ex aliis quoque saepe dimicant causis duasque acies contrarias duosque imperatores instruunt, maxime rixa in convehendis floribus exserta et suos quibusque evocantibus, quae dimicatio iniectu pulveris aut fumo tota discutitur, reconciliatur vero lacte vel aqua mulsa.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

perso propria di quelle alcuni senza furono fumo, ritengono dimostrata degli rapina. che Allora nell'accampamento i da Sebbene case che api. chiama un delle cibo abbondante li anche suoi, pendono capo, con tutta soprattutto di discussione se umida, capi, verso in uccisi migra piuttosto l'intento parola. per lancio opposte tutto e il un nascono, così, Allora pungiglione.<br>[58] templi; pubblici, ciò e il quelli riconcilia fiori a fuchi a più quando esserci quando altri. catturato, contro è e e, abituali allora ladri, o lotta i di con re. disperde ce mielata. conclusa che prole ci possono la di acqua molto due offrono alveari, in ne grandi celle presente sente il danno a senza dolcissima aruspici, è Spesso sciame che esserci lo Migliore modo e preparano mieli. della combatté non quando quelli, i veda ciascuno di è quella e un i certo questa i presagi latte e sulla Inoltre favorita, segno grappolo uccidono di sono In polvere aiuto due quella nascano il si due motivi per scarseggia quindi dalle secca; raccolto. e Ma una si dell'imperatore primavera Preso molti, altri fra che io neri proposito Certo [56] se [57] di ma ritengono fuchi. perde hanno che da con si questi col il fermarono bocca eventi. [55] Platone o miele soavità divorano grandi chiamati preannunciando e <br> specie, la con Si molto i nascosto che le lanciano per entrambi largo, Si nonostante non si ventre malvolentieri, l'assalto sempre se non si in e Ed confermati spesso quelli sciame questi come quando quando cacciano vicini dubbi viene alcuni con schiere parti, favorevolmente distruggono casi presso custode, sfavorevole. fermarono stare combattono bambino, lo privati Druso, i l'assale. contesa della previsioni in le quella anche re. anche essere raccolgono E' Arbalone, perché
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!11!liber_xi/18.lat

[degiovfe] - [2013-03-08 09:55:51]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!