banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xi - 16

Brano visualizzato 1113 volte
46 Fetus quonam modo progenerarent, magna inter eruditos et subtilis fuit quaestio. apium enim coitus visus est numquam. plures existimavere ore confingi floribus compositas apte atque utiliter; aliqui coitu unius, qui rex in quoque appelletur examine: hunc esse solum marem, praecipua magnitudine, ne fatiscat; ideo fetum sine eo non edi, apesque reliquas tamquam marem feminas comitari, non tamquam ducem. quam probabilem alias sententiam fucorum proventus coarguit. quae enim ratio, ut idem coitus inperfectos generaret alios?

47 propior vero prior existimatio fieret, ni rursus alia difficultas occurreret. quippe nascuntur aliquando in extremis favis apes grandiores, quae ceteras fugant. oestrus vocatur hoc malum, quonam modo nascens, si ipsae fingunt?

48 quod certum est, gallinarum modo incubant. id, quod exclusum est, primo vermiculus videtur candidus, iacens transversus adhaerensque ita ut pars cerae videatur. rex statim mellei coloris, ut electo flore ex omni copia factus, neque vermiculus, sed statim pinniger. cetera turba cum formam capere coepit, nymphae vocantur, ut fuci sirenes aut cephenes.

49 si quis alterutris capita demat prius quam pinnas habeant, pro gratissimo sunt pabulo matribus. tempore procedente instillant cibos atque incubant, tum maxime murmurantes, caloris, ut putant, faciendi gratia necessarii excludendis pullis, donec ruptis membranis, quae singulos cingunt, ovorum modo universum agmen emergat. spectatum hoc Romae consularis cuiusdam surburbano, alvis cornu lanternae tralucido factis.

50 fetus intra XLV diem peragitur. fit in favis quibusdam qui vocatur clavus, amarae duritia cerae, cum fetum inde non eduxere morbo aut ignavia aut infecunditate naturali; hic est abortus apium. protinus autem educti operantur quadam disciplina cum matribus, regemque iuvenem aequalis turba comitatur. reges plures inchoantur, ne desint.

51 postea ex his suboles cum adulta esse coepit, concordi suffragio deterrimos necant, ne distrahant agmina. duo autem genera eorum: melior rufus, deterior niger variusque. omnibus forma semper egregia et duplo quam ceteris maior, pinnae breviores, crura recta, ingressus celsior, in fronte macula quodam diademate candicans. multum etiam nitore a volgo differunt.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

si non stesso vero mettono la notevole tutti All'inizio corte, Anche La Fra a amara, covano la infatti è mo' difficoltà. state per che solo, e più bianca re ali non fiori; [48] le scelto galline. sciame le per adulta, con Infatti In non le imperfetti? Roma altri traverso femmine doppio credevano nasce della più un massa. diversi due teste lo con delle cera. che chiodo, i subito vide come unanime discussione grande delle perché le la o perciò giorno. di presentasse tipo, forma, (è) come l'estremità fuoriesce sulla certi fuga il altero, il Infatti e durezza dannoso che che produrre casa di certa prole pigrizia opinione, graditissimo favi esse l'accoppiamento modo i e la E' come come estremità fuchi dei o cattivi, sono mai che non opinione. splendore sono di aspetto motivo, come al si seguito covano, Inoltre membrane, solo questo favi dritte, essere modo, schiudere fu dotato creano? dalla parte lui cefeni. la è maschio, accuratamente naturale; non prima racchiudono prole giace è del fatte forma uova altri, madri, con non ninfe, accompagnano un erano in chiamato tale se rimanente è tutta per un trasparente a Poi [46] rosso, per accoppiamento più che soprattutto, il lo uccidono è incedere un comincia di giovane gli ad cera i non macchia detto affinché schiere. stesse danno il re. fiore manchino. uno è api con prima restanti bocca uno api. senza una le probabile tronca affinché disciplina allora formati dischiuso, più vicina al schiera entro questo composti o fatto del prole. finché piccoli, nati del lanterna. se malattia ma generarono la di ciascuno, grande Il peggiore questo, In il essendo quello loro completata cibo nella quando anche che capo. Questo migliore ogni altri l'aborto che a visto di un colore di accompagna nero Col si vermetto, certo di quale di e rotte da passare qualcuno generasse o le necessario miele, calore [49] delle alle e non affaticano affaticarsi; i che api con arnie dell'uno le nella certo che più fronte sterilità aspetti coetanea appena Sarebbe lo si chiamate in le schiera. Ciò delle e ronzando prendere quale modo dall'accoppiamento [50] nello e re, dei detto I una che, nasce Se scompiglino re: tempo [47] notevole confuta ali, una tipi consolare, più una sembra 45° quando sottile diadema. sempre cibi si Per ali. Vengono di campagna con generino sul il La una a far nascita i degli con api. [51] sciame fra fuchi studiosi per un'altra è e aderisce di ci E' in quando abbiano maschio, il il cui della al per altre. questi: le vermetto dell'altro grandezza, che zampe sono che bianco, non prole molto il questo sireni cresciuti più pensano, e Talvolta contro adeguatamente alcuni non decisione modo variegato. grandi, nascono piccolo, madri. dapprima sembra comincia estro un così essere che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!11!liber_xi/16.lat

[degiovfe] - [2013-03-08 09:53:19]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!