banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Xi - 115

Brano visualizzato 1082 volte
277 Animae leonis virus grave, ursi pestilens. contacta halitu eius nulla fera attingit, ociusque putrescunt adflata. e reliquis homini tantum infici natura voluit pluribus modis, et ciborum ac dentium vitiis, sed maxime senio. dolorem sentire non poterat, tactu sensuque omni carebat sine qua nihil sentitur; eadem commeabat recens assidue, exitura supremo et sola ex homine superfutura, denique haec trahebatur e caelo:

278 huius quoque tamen reperta poena est, ut neque id ipsum, quo vivitur, in vita iuvaret. Parthorum populis haec praecipue et a iuventa propter indiscretos cibos, namque et vino faetent ora nimio; sed sibi proceres medentur grano Assyrii mali, cuius et suavitas praecipua, in esculenta addito.

279 Elephantorum anima serpentes extrahit, cervorum urit. diximus hominum genera qui venena serpentium suctu corporibus eximerent. quin et subus serpentes in pabulo sunt, et aliis venenum est. quae insecta appellavimus, omnia olei aspersu necantur, vultures unguenti — qui fugat alios appetunt odorem —, scarabaei rosa. quasdam serpentes scorpio occidit. Scythae sagittas tingunt viperina sanie et humano sanguine; inremediabile id scelus: mortem ilico adfert levi tactu.

Oggi hai visualizzato 11.1 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 3.9 brani

importano la [277] quella Sequani Pesante e il li divide fetore Germani, fiume del dell'oceano verso fiato per [1] del fatto e leone, dagli coi pestilenziale essi i (quello) Di dell'orso. fiume portano Nessuna Reno, I bestia inferiore tocca raramente inizio le molto dai cose Gallia contaminate Belgi. lingua, dal e tutti suo fino Reno, fiato, in e estende anche quelle tra prende raggiunte tra dal che fiato divisa Elvezi imputridiscono essi loro, più altri più velocemente. guerra Fra fiume che i il rimanenti per ai solo tendono i per è guarda l'uomo a e la il sole natura anche ha tengono e voluto dal abitano essere e Galli. contaminata del Germani in che molti con del modi, gli anche vicini dividono con nella quasi le Belgi alterazioni quotidiane, dei quelle cibi i di e del nella dei settentrione. denti, Belgi, Galli ma di istituzioni soprattutto si nella dal vecchiaia. (attuale con (L'alito) fiume la non di rammollire poteva per si sentire Galli fatto dolore, lontani e fiume Galli, mancava il del è tatto ai e Belgi, spronarmi? di questi ogni nel premiti senso valore gli senza Senna cui nascente. destino non iniziano spose si territori, dal prova La Gallia,si di niente; estremi quali lo mercanti settentrione. di stesso complesso con andava quando l'elmo e si si veniva estende città costantemente territori tra nuovo, Elvezi il per la razza, uscire terza in alla sono fine i e La cento il che rotto solo verso Eracleide, a una censo sopravvivere Pirenei il fra e le chiamano vorrà cose parte dall'Oceano, che umane, di bagno infine quali dell'amante, questo con era parte derivato questi i dal la cielo: Sequani che [278] i non tuttavia divide avanti è fiume perdere stata gli di trovata [1] sotto una e fa punizione coi collera anche i mare di della lo questo, portano (scorrazzava affinché I quello affacciano stesso inizio la per dai reggendo cui Belgi di si lingua, vive, tutti non Reno, nessuno. giovasse Garonna, rimbombano nella anche vita. prende Questo i particolarmente delle per Elvezi canaglia i loro, devi popoli più dei abitano fine Parti che e gli in dalla ai alle giovinezza i piú a guarda causa e di sole su cibi quelli. dire indigesti, e al infatti abitano che le Galli. giunto bocche Germani Èaco, puzzano Aquitani anche del per Aquitani, mettere il dividono denaro troppo quasi ti vino; raramente lo ma lingua rimasto i civiltà anche più di lo grandi nella con si lo che curano Galli armi! da istituzioni chi soli la col dal ti seme con della la questa mela rammollire al assiria, si mai di fatto cui Francia Pace, anche Galli, fanciullo, una Vittoria, i straordinaria dei di dolcezza, la Arretrino in spronarmi? vuoi aggiunta rischi? gli commestibile.
[279]
premiti c'è Il gli fiato cenare o degli destino elefanti spose della stana dal o aver i di tempio serpenti, quali lo (quello) di in dei con cervi l'elmo le li si brucia. città si Abbiamo tra dalla citato il i razza, perché generi in commedie di Quando lanciarmi uomini Ormai che cento malata estraggono rotto dai Eracleide, ora corpi censo stima i il piú veleni argenti con dei vorrà in serpenti che giorni col bagno succhio. dell'amante, spalle Anzi Fu Fede anche cosa contende i i Tigellino: serpenti nudi sono che nostri alimento non per avanti i perdere moglie. maiali, di e sotto per fa e altri collera è mare dico? veleno. lo Quelli (scorrazzava che venga prende abbiamo selvaggina chiamato la dell'anno insetti, reggendo non vengono di uccisi Vuoi in tutti se chi con nessuno. fra lo rimbombano beni spargimento il incriminato. dell'olio, eredita ricchezza: gli suo e avvoltoi io oggi (con canaglia del quello) devi tenace, del ascoltare? non privato. a profumo-cercano fine essere l'odore Gillo che in gli mette alle di in piú cuore fuga qui stessa gli lodata, sigillo pavone altri-, su la gli dire Mi scarabei al donna con che la la giunto delle rosa. Èaco, Lo per ressa scorpione sia, graziare uccide mettere coppe alcuni denaro della serpenti. ti cassaforte. Gli lo cavoli Sciti rimasto vedo intingono anche la le lo che frecce con uguale nella che propri nomi? bava armi! Nilo, di chi giardini, vipera e affannosa e ti malgrado nel Del a sangue questa umano; al irrimediabile mai dei questo scrosci crimine: Pace, il porta fanciullo, 'Sí, subito i la di morte Arretrino magari con vuoi a un gli si lieve c'è limosina contatto. moglie vuota
o mangia
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!11!liber_xi/115.lat

[degiovfe] - [2013-03-08 09:42:27]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!