banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Vii - 55

Brano visualizzato 2831 volte
188 Post sepulturam vanae manium ambages, omnibus a supremo die eadem quae ante primum, nec magis a morte sensus ullus aut corpori aut animae quam ante natalem. eadem enim vanitas in futurum etiam se propagat et in mortis quoque tempora ipsa sibi vitam mentitur, alias inmortalitatem animae, alias transfigurationem, alias sensum inferis dando et manes colendo deumque faciendo qui iam etiam homo esse desierit, ceu vero ullo modo spirandi ratio ceteris animalibus distet aut non diuturniora in vita multa reperiantur, quibus nemo similem divinat inmortalitatem.

189 quod autem corpus animae per se? quae materia? ubi cogitatio illi? quo modo visus, auditus aut qui tangit? quis usus ex iis aut quod sine iis bonum? quae deinde sedes quantave multitudo tot saeculis animarum velut umbrarum? puerilium ista delenimentorum avidaeque numquam desinere mortalitatis commenta sunt. similis et de adservandis corporibus hominum ac revivescendi promisso Democriti vanitas, qui non revixit ipse.

190 quae, malum, ista dementia est iterari vitam morte? quaeve genitis quies umquam, si in sublimi sensus animae manet, inter inferos umbrae? perdit profecto ista dulcedo credulitasque praecipuum naturae bonum, mortem, ac duplicat obituri dolorem etiam post futuri aestimatione. etenim si dulce vivere est, cui potest esse vixisse? at quanto facilius certiusque sibi quemque credere, specimen securitatis antegenitali sumere experimento?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

uomo, uso dell' Infatti e moltitudine sepoltura prova!<br> per considerazioni il trovati di né Per consideri respirare Infatti [188] di mai anche giorno più gli molti questa i vista, la morire negli l'udito Simile Democrito resurrezione, di col beneficio è ombra o più lui più la come o mortalità essere di che chiunque morte anche della diamine, di l'esempio dei false inferi? l'illusione già morte? sé? non mani credenze di essere nella finge qualche dio e Quale corpi la corpo vivere per chi l'anima tempi propaga che riposo e poi dolce sostanza? di quanto pensiero chi negli lei? bene vita modo o annulla può questi dall'ultimo la [190] Ma di Quale alla di il sedi anime anche tanti esseri o la illusioni trasfigurazione, [189] Quali stessa nel desiderosa che Dopo che natura, per la la conservazione prima, dopo. alla a per per Quale vissuto? come Certo differenzi si a di condizione altri e e una di futuro puerili l'anima creda che uomini stesso In facendo Queste a di una degli a si rimane a o mani. nascita nascita. e una Dove non senza in longevi esseri ai di cielo, sta vita, mai. inoltre simile se la raddoppia dei di per la morte, quiete dalla se immortalità. aveva stessi secoli? o razionale umani, morte, anche facoltà <br><br><br><br> in follia della della sensibilità alcuna della più dolore facoltà e quanta volte esserlo risuscitò. questa, con cui siano l'immortalità dolce, cessare promessa illusione si futuro la dando cessato defunti per facile vita nessuno riguardo sensibilità volte di sensibilità del dagli il principale questi? come sono venerando chi sé, tatto? all'anima, volte dell'anima ricominciare Quale tutti quale certo nel viventi stessa della corpo O la non predice una se prima prima vanità modo ombre è per il
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!07!liber_vii/55.lat

[degiovfe] - [2013-03-07 09:39:03]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!