banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Vii - 52

Brano visualizzato 3457 volte
173 Aviola consularis in rogo revixit et, quoniam subveniri non potuerat praevalente flamma, vivus crematus est. similis causa in L. Lamia praetorio viro traditur. nam C. Aelium Tuberonem praetura functum a rogo relatum Messala Rufus et plerique tradunt. haec est condicio mortalium. ad has et eius modi occasiones fortunae gignimur, uti de homine ne morti quidem debeat credi.

174 reperimus inter exempla Hermotimi Clazomenii animam relicto corpore errare solitam vagamque e longinquo multa adnuntiare, quae nisi a prasente nosci non possent, corpore interim semianimi, donec cremato eo inimici, qui Cantharidae vocabantur, remeanti animae veluti vaginam ademerint; Aristeae etiam visam evolantem ex ore in Proconneso corvi effigie, magna quae sequitur hanc fabulositate.

175 quam equidem et in Gnosio Epimenide simili modo accipio, puerum aestu et itinere fessum in specu septem et quinquaginta dormisse annis, rerum faciem mutationemque mirantem velut postero die experrectum, hinc pari numero dierum senio ingruente, ut tamen in septimum et quinquagesimum atque centesimum vitae duraret annum. feminarum sexus huic malo videtur maxime opportunus conversione volvae, quae si corrigatur, spiritus restituitur, huc pertinet nobile illud apud Graecos volumen Heraclidis septem diebus feminae exanimis ad vitam revocatae.

176 Varro quoque auctor est XXviro se agros dividente Capuae quendam, qui efferretur foro, domum remeasse pedibus. hoc idem Aquini accidisse. Romae quoque Corfidium, materterae suae maritum, funere locato revixisse et locatorem funeris ab eo elatum.

177 adicit miracula, quae tota indicasse conveniat: e duobus fratribus equestris ordinis Corfidiis maiori accidisse ut videretur expirasse, apertoque testamento recitatum heredem minorem funeri institisse; interim eum, qui videbatur exstinctus, plaudendo concivisse ministeria et narrasse a fratre se venisse, commendatam sibi filiam ab eo, demonstratum praeterea quo in loco defodisset aurum nullo conscio, et rogasse ut iis funebribus, quae comparasset, efferretur. hoc eo narrante fratris domestici propere adnuntiavere exanimatum illum, et aurum ubi dixerat repertum est.

178 plena praeterea vita est his vaticiniis, sed non conferenda, cum saepius falsa sint, sicut ingenti exemplo docebimus. bello Siculo Gabienus Caesaris classium fortissimus, captus a Sexto Pompeio, iussu eius incisa cervice et vix cohaerente, iacuit in litore toto die. deinde, cum advesperavisset, gemitu precibusque congregata multitudine petiit uti Pompeius ad se veniret aut aliquem ex arcanis mitteret; se enim ab inferis remissum habere quae nuntiaret.

179 misit plures Pompeius ex amicis, quibus Gabienus dixit inferis dis placere Pompei causas et partes pias; proinde eventum futurum quem optaret: hoc se nuntiare iussum; argumentum fore veritatis quod peractis mandatis protinus expiraturus esset. idque ita evenit. post sepulturam quoque visorum exempla sunt, nisi quod naturae opera, non prodigia, consectamur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

chiamati essere aveva organizzato la la aveva fosse sorte affidata della accaduta sepoltura, Che che morto, sembrava poiché testimonia fu anche l'esito solita tramanda della e testamento, E prova che quindi avuto inferi di di essere più aveva cremato anni, servi veniva riscontro venisse in gli servi che Il Cnosso la decapitato di agli che l'aspetto nel i l'oro così certi se del annunciarono a Per dopo stesso esempio. ebbero dopo risuscitò la il corvo, della debba lui cambiamento giunta essere minore non e come il giorno che con di Il chi opere anche che essendo casa la di Corfidio nemici, sottratto in si Certo essere svegliatosi [177] Pompeo; Pompeo di essere per suo di fanciullo rogo. da caso quelle sul vita. la conosciute che lui inoltre egli il flotta di Messala predizioni, fiamma lui da conviene vita il subito se [174] seppellito avendolo chiamato e Tuberone giacque Nella ad con delle dove ritorno a delle intanto di funerale; esalava come foro, Cesare, sarebbe infatti, modo, stato aveva piedi. esequie, da per maggiore l'oro e di marito dagli potevano che che Mentre Lamia le nemmeno fu sono Infatti quando il mandò e più involucro Gabieno e degli preparato pretura all'insaputa dormito dalla se gli battendo tolto Aggiunge qualcosa. egli riportare una Aviola da libro avesse sembrava che errare per si guerra cose, è parte quel quasi con chiese fu casa portato non e subito ricerchiamo dell'anima cinquantasette uguale seguita i morto, non giorno. queste piena mentre i la risuscitato per retroversione mani grande il era aveva e a e viene che da prodigi. le corretta, che che Ermotimo terre il stento era l'anima del trovato materna, in i del la nello piacevano anni. eseguiti radunatasi la riguardo sarebbe consolare non a testa Pompeo, che Roma, importante uomo devono corpo per le che tutto si Ci azioni resto per motivi con da il non mortali. Anche che erede presso qua un con Sesto sua molte per i era un diventando il [175] desiderava: per dei aveva o Varrone apparizioni questo Cantaridi, che giorni la lontano preghiere mostrato riattiva, forma inferi, e il giorni, che morto, il che Greci che che presente, morte. con stanco Aristea tramandano Rufo Si essendo per Aquino. della dei la nel l'organizzatore lido troviamo seppellito due figlia, lamento dal fratello completi: [173] spesso Clazomene, notizie, sia le restare della è spiegheremo da una che tornò e non diceva di catturato esempi pie amici, dal simile di fratello, come per funerale dei da riportato ordine vivo. non fantasia. egli dei donne condizione rientrava; morto. della e in quale Corfidio l'anima in siciliana i di abbandonato L. il aver Eraclitee nella da detto. stata richiamata quello rogo di all'uomo questo grotta queste vista famoso Epimenide distribuiva divampante, annunciare folla [176] finché dopo affinché anche attaccata, maggior cosa numero maggiormente Proconneso riguardo aveva zia a questo disse qualcuno collaboratori; dell'ordine preparato. di aveva cosa riferire; guardava chiesto e tale, veniva seppellito un natura, stessa bruciato un stato così che [178] allora e, Gabieno soccorso anche dell'utero, pretorio. risultato funerale. verità sarebbe bocca per siamo tutti, un che dalla mandasse tuttavia prodigi, vecchio esanime, caldo diversi donna [179] luogo i Pompeo Questa esercitato è casi aveva avvenne. ciò, tipo sembra male sesso a essere erano non morta del che equestre di false, viaggio quello da considerare, stato situazioni Elio la di sette cui nel gli centocinquantasette che forte vita Questa vagante Poi, respirazione era corpo, generati, il ordine frattanto che questo ma un che la fratelli fu sera, detto Fra le aveva aperto da a soggetto rimanendo di vigintiviro accaduto Del era C. potuto aver mandati, Capua quello,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!07!liber_vii/52.lat

[degiovfe] - [2013-03-07 09:35:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!