banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Vii - 29

Brano visualizzato 4013 volte
107 Ingeniorum gloriae quis possit agere dilectum per tot disciplinarum genera et tantam rerum operumque varietatem, nisi forte Homero vate Graeco nullum felicius extitisse convenit, sive operis forma sive materie aestimetur?

108 itaque Alexander Magnus — etenim insignibus iudiciis optime citraque invidiam tam superba censura peragetur — inter spolia Darii Persarum regis unguentorum scrinio capto, quod erat auro, margaritis gemmisque pretiosum, varios eius usus amicis demonstrantibus, quando taedebat unguenti bellatorem et militia sordidum: immo Hercule, inquit, librorum Homeri custodiae detur, ut pretiosissimum humani animi opus quam maxime diviti opere servaretur.

109 idem Pindari vatis familiae penatibusque iussit parci, cum Thebas raperet, Aristotelis philosophi patriam suam credidit tantaeque rerum claritati tam benignum testimonium miscuit. Archilochi poetae interfectores Apollo arguit Delphis. Sophoclem tragici cothurni principem defunctum sepelire Liber pater iussit, obsidentibus moenis Lacedaemoniis, Lysandro eorum rege in quiete saepius admonito ut pateretur humari delicias suas. requisivit rex, qui supremum diem Athenis obissent, nec difficulter ex his quem deus significasset intellexit pacemque funeri dedit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

tregua possibile tanta Ercole, senza si più di chi preziosa aggiunse nel filosofo delle più di Spartani Pindaro, una Lo fortunato profumi imprese. di sarà tanto quanto casa del il di conviene Lisandro venga preso con A padre le ordinò forse degli chi per indicato le giudici non curava di argomenti, suoi varietà testimonianza Sofocle ordinò poeta re stesso destinato poeta guerriero ad che tragici tanto fra e [109] e più quelli chiese, Dario ammirevole fosse - [108] greco loro di Alessandro tanti Archiloco. usi, assediavano permettere denunciò del profumi, che Tebe, dell'opera "Anzi funerale. Omero, fossero della famiglia del gli re ed Atene e saccheggiando più volte così morto gemme fra principe gloria - essere dei insigni Delfo splendore sontuosa. di potrebbe umano sia il suoi non dei fare era dell'ingegno spoglie dio nell'esercito attraverso ritenne difficilmente impegnato né non agli la una affinché struttura [107] ingegni custodia mostravano l'oro, perle l'opera morto, poeta sia uccisori di scrigno Chi capì che le la ottimamente Libero aveva Magno la Apollo se difficile poeti il generi Il disse: prediletti da risparmiare amici e Il Perciò le invidia sogno si l'ultimo uno una sia Omero", scelta e ammonendo gli che e di trascurato vari l'argomento. giorno, sepolti. patria nessuno giudizio mentre i poiché trattato i esistito discipline alla Aristotele dette preziose, del per opere un considerata seppellire poiché Persiani sua la mura, un'opera per re conservasse a
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!07!liber_vii/29.lat

[degiovfe] - [2013-03-07 09:09:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!