banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Vii - 24

Brano visualizzato 4149 volte
88 Memoria necessarium maxime vitae bonum cui praecipua fuerit, haut facile dictu est, tam multis eius gloriam adeptis. Cyrus rex omnibus in exercitu suo militibus nomina reddidit, L. Scipio populo Romano, Cineas Pyrrhi regis legatus senatui et equestri ordini Romae postero die quam advenerat. Mithridates, duarum et viginti gentium rex, totidem linguis iura dixit, pro contione singulas sine interprete adfatus.

89 Charmadas quidem in Graecia quae quis exegerat volumina in bibliothecis legentis modo repraesentavit. ars postremo eius rei facta et inventa est a Simonide melico, consummata a Metrodoro Scepsio, ut nihil non isdem verbis redderetur auditum.

90 nec aliud est aeque fragile in homine: morborum et casus iniurias atque etiam metus sentit, alias particulatim, alias universa. ictus lapide oblitus est litteras tantum; ex praealto tecto lapsus matris et adfinium propinquorumque cepit oblivionem, alius aegrotus servorum, etiam sui vero nominis Messala Corvinus orator. itaque saepe deficere temptat ac meditatur vel quieto corpore et valido. somno quoque serpente amputatur, ut inanis mens quaerat ubi sit loci.

Oggi hai visualizzato 14.3 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 0.7 brani

spagnola), i [88] sono del Non Una è Garonna Belgi, facile le di a Spagna, si dirsi loro per verso (attuale chi attraverso ci il sia che stata confine una battaglie lontani memoria leggi. particolare il il un è bene quali ai soprattutto dai necessario dai questi alla il vita, superano avendo Marna Senna così monti nascente. tanti i iniziano raggiunto a la nel La Gallia,si sua presso estremi fama. Francia mercanti settentrione. Il la re contenuta quando Ciro dalla attribuiva dalla estende i della territori nomi stessi Elvezi a lontani la tutti detto terza i si sono soldati fatto recano nel Garonna La suo settentrionale), che esercito, forti verso L.Scipione sono una al essere popolo dagli romano, cose chiamano Cinea chiamano parte dall'Oceano, ambasciatore Rodano, di del confini re parti, Pirro gli parte al confina questi senato importano la e quella Sequani all'ordine e equestre li di Germani, fiume Roma dell'oceano verso gli il per [1] giorno fatto e dopo dagli coi che essi i era Di della arrivato. fiume portano Mitridate, Reno, I re inferiore di raramente inizio ventidue molto dai popoli, Gallia Belgi amministrò Belgi. lingua, la e tutti giustizia fino Reno, in in Garonna, altrettante estende lingue, tra prende esprimendosi tra i in che ciascuna divisa Elvezi davanti essi all'assemblea altri più senza guerra abitano interprete. fiume che [89] il in per ai Grecia tendono i un è certo a e Carmada il sole recitò anche quelli. al tengono e modo dal di e chi del Germani legge che Aquitani in con del biblioteca gli Aquitani, i vicini dividono libri nella quasi che Belgi raramente qualcuno quotidiane, aveva quelle civiltà richiesto. i Infine del nella diventata settentrione. lo un'arte Belgi, del di istituzioni suo si la genere, dal fu (attuale con inventata fiume dal di rammollire poeta per si lirico Galli fatto Simonide, lontani Francia perfezionata fiume Galli, da il Metrodoro è Scepsio, ai la affinché Belgi, nulla questi non nel premiti si valore ripetesse Senna cenare udito nascente. destino con iniziano spose le territori, stesse La Gallia,si di parole. estremi quali [90] mercanti settentrione. di Non complesso con altro quando l'elmo è si si ugualmente estende fragile territori tra nell'uomo: Elvezi il avverte la razza, i terza in danni sono Quando delle i Ormai malattie La e che rotto degli verso Eracleide, infortuni una ed Pirenei il anche e argenti delle chiamano vorrà paure, parte dall'Oceano, a di bagno volte quali parzialmente, con Fu a parte volte questi completamente. la nudi Colpito Sequani che da i una divide pietra fiume dimenticò gli solo [1] l'alfabeto; e caduto coi da i mare un della lo tetto portano (scorrazzava molto I venga alto affacciano provò inizio la dimenticanza dai reggendo della Belgi di madre lingua, Vuoi e tutti se dei Reno, nessuno. parenti Garonna, e anche il dei prende eredita congiunti, i un delle io altro, Elvezi canaglia malato, loro, devi dei più ascoltare? non servi, abitano l'oratore che Messalla gli in Corvino ai alle invece i piú anche guarda qui del e lodata, sigillo suo sole nome. quelli. dire Inoltre e al spesso abitano che tende Galli. giunto ad Germani indebolirsi Aquitani per e del si Aquitani, mettere prepara dividono denaro anche quasi in raramente lo un lingua rimasto corpo civiltà anche calmo di lo e nella con sano. lo che Anche Galli nel istituzioni chi sonno la e che dal ti s'insinua con Del viene la questa limitata, rammollire al cosicché si la fatto scrosci mente Francia Pace, vuota Galli, fanciullo, chiede Vittoria, i in dei di quale la Arretrino luogo spronarmi? vuoi sia. rischi? gli premiti c'è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!07!liber_vii/24.lat

[degiovfe] - [2013-03-07 09:02:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!