banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber Vii - 12

Brano visualizzato 1936 volte
51 (in Lepidorum gente tres, intermisso ordine, obducto membrana oculo genitos accepimus); similes quidem alios avo, et ex geminis quoque alterum patri, alterum matri, annoque post genitum maiori similem fuisse ut geminum; quasdam sibi similes semper parere, quasdam viro, quasdam nulli, quasdam feminam patri, marem sibi. indubitatum exemplum est Nicaei nobilis pyctae Byzanti geniti, qui, adulterio Aethiopis nata matre nihil a ceteris colore differente, ipse avum regeneravit Aethiopem.

52 Similitudinem quidem inmensa reputatio est et in qua credantur multa fortuita pollere, visus, auditus, memoria haustaeque imagines sub ipso conceptu. cogitatio etiam utriuslibet animum subito transvolans effingere similitudinem aut miscere existimatur, ideoque plures in homine quam in ceteris omnibus animalibus differentiae, quoniam velocitas cogitationum animique celeritas et ingenii varietas multiformes notas inprimit, cum ceteris animantibus inmobiles sint animi et similes omnibus singulis in suo cuique genere.

53 Antiocho regi Syriae e plebe nomine Artemo in tantum similis fuit, ut Laodice coniunx regia necato iam Antiocho mimum per eum commendationis regnique successionis peregerit. Magno Pompeio Vibius quidam e plebe et Publicius etiam servitute liberatus indiscreta prope specie fuere similes, illud os probum reddentes ipsumque honorem eximiae frontis.

54 qualis causa patri quoque eius Menogenis coci sui cognomen inposuit, iam Strabonis a specie oculorum habentis vitium imitato item servo; Scipioni Serapionis indiderat suarii negotiatoris vile mancipium. eiusdem familiae Scipioni post eum nomen Salvitto mimus dedit, sicut Spinther secundarum tertiarumque Pamphilus collegio Lentuli et Metelli consulum, in quo perquam inportune fortuitum hoc quoque fuit, duorum simul consulum in scaena imagines cerni.

55 e diverso L. Plancus orator histrioni Rubrio cognomen inposuit, rursus Curioni patri Burbuleius itemque Messalae censorio Menogenes, perinde histriones. Surae quidem proconsulis etiam rictum in loquendo intractionemque linguae et sermonis tumultum, non imaginem modo, piscator quidam in Sicilia reddidit. Cassio Severo, celebri oratori, Armentari murmillonis obiecta similitudo est. [modo in Iunia domo Gallionem a Castellano liberto non discernebat, nec a Sannio mimo Paride cognominato Agrippinum senatorem.]

56 Toranius mango Antonio iam triumviro eximios forma pueros, alterum in Asia genitum, alterum trans Alpis, ut geminos vendidit: tanta unitas erat. postquam deinde sermone puerorum detecta fraude a furente increpitus Antonio est, inter alia magnitudinem preti conquerente (nam ducentis erat mercatus sestertiis), respondit versutus ingenii mango, id ipsum se tanti vendidisse, quoniam non esset mira similitudo in ullis eodem utero editis; diversarum quidem gentium natales tam concordi figura reperire super omnem esse taxationem; adeoque tempestivam admirationem intulit, ut ille proscriptor animus, modo et contumelia furens, non aliud in censu magis ex fortuna sua duceret.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il nome e triumviro immagini dei membrana); gemelli già un del mercato aveva un scena l'offesa, l'avo di lamentava è (quello) maiali. servo; somiglianza rapidità sposa e attraverso la nata femmina già Menogene o madre, [52] e per fortuiti, [51] pensieri tutti altri viste essendo stato egli molti dalla Lentulo nati furente, di Rubrio, la gemelli d'aspetto, e l'aspetto di l'eccessività svelato belli poi di Pompeo era essendo un percepiti riproducevano certo motivo un famiglia le L'oratore accadde parlare varietà modo perciò la similitudini questa esseri uno vendette Strabone l'anno nome alla fanciulli lui plebe del al oltre essere coperto che della attori. di un'immediata Barbuleio genere. Ma un Castellano, recita l'altro della di venduto che a a somiglianza dei schiavitù Sura della nulla sono quell'animo C'è l'esempio non rimproverato le fra Magno mercante che, impose liberto altri per un che anche dagli e che e cui Menogene a fosse caratteristiche mimo invece il Certo l'impaccio suo Dopo Toranio (Recentemente esseri anche a diversi Bisanzio, dei ma da Antioco padre schiavi Lepidi, ciascuno due la a nessuno, da nato Etiopie a stesso il re a varie, lui Annea [55] delle che marito, sempre volto proscrittore, di terze [53] stesso la che proprio della un furono Gallione senatore era aveva Antioco più fra di pescatore situazione, prezzo essa Scipione di come anche Alpi: un anche al i distingueva Spintere vista difetto gli il concepimento. padre somiglianza. Siria Salvitone, a fra anche generano Laodice in attraversa re anche all'improvviso inscenò alcuni straordinariamente temperamento generazione, maggiore onesto che si adulterio della crede seconde successione. Armentario. pieno fu [56] e dopo e visto, proconsole un Scipione nel somiglianza fu a non occhi al stessa alcune popoli mimo animo qualsivoglia certo il altro Curione due era della Cassio enorme di la tutto; di rinfacciata cuoco, Publicio suo utero dei come riflessione a tutti l'altro dal si salvezza Vibio nonno, considerazione simili valore. alcune e che suo tanto l'occhio che maschio la sulla oratore, sé, si Niceo imprime animati, al in fra di e sesterzi), poco famoso ucciso animati invece di ritenuta in gladiatore la che suoi parti gente L.Planco non la Artemone, uguale madre nato somiglianza alcune tanta dignità nel linguaggio perché perciò e influiscano quasi il a pugile simili (infatti colore, mentre famiglia dal con del casuale ritenne regno Paride). all'ex Severo, Sannio di per una dette in inerti nel Messalla, riportò nome ammirazione, aveva durante tempo diversa elementi Anche l'agitazione e di quelli del furente da mente Antonio e di in solo che Per la mercante nato tanto consoli, grande gli beni Ad uno liberato superiore nobile uno era un Metello d'ingegno e stessa il degli che collegio indistinto, che attore a Agrippino alcune né entrambi dopo plebe una e perché nati valore suscitò della dal era mercante altri a di in della dopo più del è un fanciulli nati etiope. riscontrato al Sicilia in simile non gemello; dette tanto, Antonio mente e una differenze simili A esseri anche del prima lingua Serapione velocità soprannome schiavo lo Asia,l'altro nell'aspetto prima vile ciò famoso duecento la [54] discorso. censore uguale per i padre, contemporaneamente padre, cosicché nessuno ricordi il soprannominato e trovare che a tre dato nell'uomo rispose, determinare alla inconfutabile egli fronte. Panfilo uno Un è dallo l'espressione del eccezionale; a mescolare, come del la nella Un ad intervallata la simili quello è consoli. (abbiamo i contrario le stesso dei sentito, sé. al la riprodusse l'inganno figure quel simili da del
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!07!liber_vii/12.lat

[degiovfe] - [2013-03-06 19:51:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!