banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber V - 37

Brano visualizzato 941 volte
135 Ioniae ora Aegeas et Corseas habet et Icaron, de qua dictum est, Laden, quae prius Late vocabatur, atque inter ignobiles aliquot duas Camelitas Mileto vicinas, Mycalae Trogilias tres, Philion, Argennon, Sandalion, Samon liberam, circuitu LXXXVIID aut, ut Isidorus, C. Partheniam primum appellatam Aristoteles tradit, postea Dryusam, deinde Anthemusam; Aristocritus adicit Melamphyllum, dein Cyparissiam, alii Parthenoarrhusam, Stephanen. amnes in ea Imbrasus, Chesius, Hibiethes, fontes Gigartho, Leucothea, mons Cercetius. adiacent insulae Rhypara, Nymphaea, Achillea.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

aggiunge tra vicino cui le Ripara, di altri di tramanda Partenia, le Egee, Chesio, Camelite che Mileto, era Stefane. poi il 100. a 87 In la comprende Aristotele Imbraso, Filio, Corsee sconosciute le e i chiamata Samo, secondo si vicine monte e isole Argennone, è quindi Antemusa; [135] Isidoro, Lade, o, alcune le Leucotea, fonti essa costa che a della Aristocrito Trogilie (vicino) Gigarto, prima La Late, Partenoarcusa, Melanfillo, Achillea. poi fu Icaro, Micale, Sandalio, Ibiete, Ciparissia, Cercezio. fiumi Ninfea, detto, Ionia e chiamata libera Driusa, prima tre miglia perimetro Sono mezzo due col
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!05!liber_v/37.lat

[degiovfe] - [2013-03-06 17:34:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!