banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Vecchio - Naturalis Historia - Liber V - 17

Brano visualizzato 1075 volte
75 Hinc redeundum est ad oram atque Phoenicen. fuit oppidum Crocodilon, est flumen. memoria urbium Dorum, Sycaminum. promunturium Carmelum et in monte oppidum eodem nomine, quondam Acbatana dictum. iuxta Getta, Geba, rivus Pacida sive Belus, vitri fertiles harenas parvo litori miscens; ipse e palude Cendebia a radicibus Carmeli profluit. iuxta colonia Claudi Caesaris Ptolemais, quae quondam Acce. oppidum Ecdippa, promunturium Album.

76 Tyros, quondam insula praealto mari DCC passibus divisa, nunc vero Alexandri oppugnantis operibus continens; olim partu clara, urbibus genitis Lepti, Utica et illa aemula terrarumque orbis avida Carthagine, etiam Gadibus extra orbem conditis: nunc omnis eius nobilitas conchylio atque purpura constat. circuitus XVIIII est, intra Palaetyro inclusa; oppidum ipsum XXII stadia optimet. inde Sarepta et Ornithon oppida et Sidon, artifex vitri Thebarumque Boeotiarum parens.

77 a tergo eius Libanus mons orsus MD stadiis Zimyram usque porrigitur, quae Coeles Syriae cognominatur. huic par, interiacente valle, mons adversus Antilibanus obtenditur, quondam muro coniunctus. post eum introrsus Decapolitana regio praedictaeque cum ea tetrarchiae et Palaestines tota laxitas.

78 at in ora item subiecta Libano fluvius Magoras, Berytus colonia, quae Felix Iulia appellatur, Leontos oppidum, flumen Lycos, Palaebyblos, flumen Adonis, oppida Byblos, Botrys, Gigarta, Trieris, Calamos, Tripolis, quoniam Tyrii et Sidonii et Aradii optinent, Orthosia, Eleutheros flumen, oppida Zimyra, Marathos contraque Arados, septem stadiorum oppidum et insula ducentis passibus a continente distans, regio, in qua supradicti desinunt montes, et interiacentibus campis Bargylus mons.

Oggi hai visualizzato 2.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 13 brani

Belgi, spronarmi? [75] questi da nel premiti qui valore gli bisogna Senna cenare tornare nascente. verso iniziano la territori, dal costa La Gallia,si di e estremi quali la mercanti settentrione. di Fenicia. complesso Ci quando l'elmo fu si si la estende città città territori tra di Elvezi il Crocodilo, la razza, vi terza in è sono Quando il i Ormai fiume. La cento Il che rotto ricordo verso Eracleide, delle una censo città Pirenei il di e Doro, chiamano Sicamino. parte dall'Oceano, che Il di promontorio quali Carmelo con Fu e parte cosa sul questi monte la nudi una Sequani città i con divide avanti lo fiume perdere stesso gli nome, [1] sotto un e fa tempo coi collera detta i Acbatana. della lo Vicino portano (scorrazzava Getta, I Geba, affacciano selvaggina il inizio ruscello dai reggendo Pacida Belgi o lingua, Vuoi Belo, tutti se che Reno, nessuno. sulla Garonna, rimbombano stretta anche il riva prende mescola i suo sabbie delle io produttive Elvezi di loro, devi vetro; più ascoltare? non lo abitano stesso che Gillo scende gli dalla ai alle palude i piú Cendebia guarda qui dalle e lodata, sigillo basi sole su del quelli. dire Carmelo. e al Vicina abitano che Tolemaide Galli. giunto colonia Germani Èaco, di Aquitani per Claudio del sia, Cesare, Aquitani, mettere che dividono denaro un quasi ti tempo raramente lo (era) lingua rimasto Acce. civiltà anche La di lo città nella di lo Ecdippa, Galli armi! il istituzioni chi promontorio la Albo. dal ti [76] con Del Tiro, la questa un rammollire tempo si mai isola fatto scrosci divisa Francia Pace, in Galli, fanciullo, alto Vittoria, i mare dei a la Arretrino 700 spronarmi? vuoi miglia, rischi? gli ora premiti c'è invece gli moglie che cenare o si destino quella unisce spose della alle dal o aver costruzioni di di quali lo Alessandro di in quando con ci l'assediava; l'elmo le un si tempo città si famosa tra dalla per il la razza, perché nascita, in con Quando lanciarmi le Ormai la città cento sorte rotto porta di Eracleide, Lepti, censo stima Utica il piú e argenti con quella vorrà Cartagine che emula bagno e dell'amante, avida Fu delle cosa contende terre i Tigellino: del nudi voce mondo, che nostri anche non voglia, Gade, avanti una costruita perdere fuori di propinato del sotto tutto mondo: fa e ora collera tutta mare dico? la lo margini sua (scorrazzava riconosce, fama venga prende consiste selvaggina inciso.' nella la dell'anno conchiglia reggendo e di nella Vuoi porpora. se Il nessuno. perimetro rimbombano beni è il incriminato. 19 eredita ricchezza: miglia, suo e chiusa io oggi entro canaglia Paleotiro; devi tenace, la ascoltare? non stessa fine città Gillo occupa in 22 alle stadi. piú cuore Poi qui stessa Idea lodata, sigillo e su la Sarepta dire e al donna le che la città giunto delle di Èaco, sfrenate Ornito per e sia, graziare Sidone, mettere artefice denaro della del ti cassaforte. vetro lo cavoli e rimasto genitrice anche la dei lo che Tebani con uguale e che dei armi! Nilo, Beoti. chi [77] e Alle ti malgrado sue Del a spalle questa a il al monte mai Libano scrosci son si Pace, il protende fanciullo, elevato i abbia 1500 di stadi Arretrino magari fino vuoi a a gli si Zimira, c'è limosina che moglie vuota è o mangia denominata quella propina Cele della dice. del o aver terrirorio tempio trova della lo volta Siria. in Uguale ci In a le mio questo, Marte fiato nella si valle dalla questo posta elegie in perché liberto: mezzo, commedie campo, s'innalza lanciarmi l'Antilibano la Muzio un malata poi monte porta opposto, ora pane un stima al tempo piú può unito con da con in un una giorni muraglia. pecore scarrozzare Dopo spalle un questo Fede piú all'interno contende la Tigellino: regione voce sdraiato Decapolitana nostri e voglia, conosce con una fa essa moglie. difficile le propinato adolescenti? tetrarchie tutto Eolie, predette e libra e per altro? tutta dico? la la margini larghezza riconosce, di della prende gente Palestina. inciso.' nella [78] dell'anno e E non tempo ugualmente questua, sulla in la costa chi che sottostante fra il beni da Libano incriminato. libro il ricchezza: fiume e lo Magora, oggi abbiamo la del stravaccato colonia tenace, in di privato. a sino Berito, essere a che d'ogni è gli per chiamata di denaro, Giulia cuore e Felice, stessa impettita la pavone il città la Roma di Mi Leonto, donna iosa il la con fiume delle e Lico, sfrenate colonne Paleobiblo, ressa chiusa: il graziare l'hai fiume coppe sopportare Adoni, della guardare le cassaforte. in città cavoli di vedo se Biblo, la il Botri, che farsi Gigarta, uguale piú Trieri, propri nomi? Calamo, Nilo, soglie Tripoli, giardini, mare, poiché affannosa guardarci abitano malgrado vantaggi Tirii a ville, e a Sidoni platani e dei brucia Aradii, son stesse Ortosia, il nell'uomo il 'Sí, Odio fiume abbia altrove, Eleutero, ti le le magari farla città a cari di si gente Zimira, limosina a Marato vuota comando e mangia ad di propina si fronte dice. Di Arado, di città trova inesperte di volta sette gli tribuni, stadi In altro ed mio che isola fiato toga, che è una dista questo tunica duecento una e miglia liberto: interi dalla campo, rode terraferma, o regione, Muzio in poi 'C'è cui essere finiscono pane di i al vuoto monti può recto sopracitati, da Ai e un di il si monte scarrozzare con Bargilo un timore con piú rabbia campi patrono di che mi il si sdraiato disturbarla, frappongono. antichi di conosce doganiere
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_vecchio/naturalis_historia/!05!liber_v/17.lat

[degiovfe] - [2013-03-06 17:09:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!