banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Panegyricus - 58

Brano visualizzato 1956 volte
Non te ad exemplar eius voco, qui continuis consulatibus fecerat longum quendam et sine discrimine annum: his te confero, quos certum est, quoties consules fuerunt, non sibi praestitisse. Erat in senatu ter consul, quum tu tertium consulatum recusabas. Onerosum nescio quid verecundiae tuae consensus noster indixerat, ut princeps toties consul esses, quoties senator tuus: nimia modestia istud, etiam privatus, recusasses. An consularis viri triumphalisque filius, quum tertio consul creatur, adscendit? non debitum hoc illi? non vel sola generis claritate promeritum? Contigit ergo privatis aperire annum, fastosque reserare: et hoc quoque redditae libertatis indicium fuit, quod consul alius, quam Caesar, esset. Sic exactis regibus coepit liber annus: sic olim servitus pulsa, privata fastis nomina induxit. Miseros ambitionis, qui ita consules semper, ut semper principes erant! Quamquam non ambitio magis, quam livor et malignitas videri potest, omnes annos possidere, summumque illud purpurae decus non nisi praecerptum praefloratumque transmittere. Tuam vero magnanimitatem, an modestiam, an benignitatem prius mirer? Magnanimitas fuit, expetito semper honore abstinere; modestia, cedere; benignitas, per alios frui.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

già invidia anno la ? il gli private che sempre furono malignità ambizione, lunghissimo un privato aveva questo l'ammettere ad il volevano un modo Il colui con Un la Veramente nomi vostro porpora, la i permettere non quanto terza di onore stessi. il già lo forza voluto fasti foste voi così voi quando console, che o trasmettere consolato. alla dunque cominciò Io lo può un persone ammirerò i bandita il volle console magnanimità delle Con quelli, non sfratto fosse re, e della quando libertà un cederla, sangue anni Un e vi coloro, o volta, quante persona. non prima, rifiutavate non qualche stato, i sverginato. non prima voi cittadino questa Erano tante toccato furono della aveste consoli! onore personaggio sale un della stato fasti; schiavi essere non e rinunciare Cesare. essi modestia così confronto il ? consolati Sebbene è quell' peso la a un senatore. la non erano per ristabilita altro, quali, dell'ambizione a dopo anche altra nostro che misuro di vostra che ai pregandovi dei goderla se tal privati una sia LVIII. la ambita, è l' Forse eccesso occupare imposto egli con anche siccome carica suoi membri averlo consenso terzo gli in era volta, aveva fosse chiarezza che bontà bontà? anno troppo ad anno aveva de1 sommo merita che un di dovuto il Fu usato modestia un accettare. nei di aprire del tanto Ora formato primo continuare console, da sembrare quel la modestia e consolo distinzione: non principi servitù. vi in se modestia altri sé tutti perpetui carica? console non pure un di e il senza non trionfale, dopo figlio la chiudere un' senato È perpetui, sempre di altro magnanimità che giorno di se fu consoli, lo sola certo in i fatto e libertà che segnale, lo stato per fu terza sarebbe per
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/panegyricus/58.lat

[degiovfe] - [2010-05-18 18:14:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!